HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Doppio confronto Napoli-Juventus: come finirà?
  La Juve vincerà entrambe le gare
  Il Napoli avrà la meglio in entrambe le sfide
  La Juve mantiene il vantaggio in A ma perde in Coppa
  Il Napoli recupera in A ma esce in Tim Cup

TMW Mob
Editoriale

Sabatini apre il valzer, a Corvino hanno preparato il trappolone. Sarri, basta imitare Mazzarri. Arbitri, disastro continuo

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
21.03.2016 09.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 43412 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Sarà un'estate intensa e divertente. I Direttori Sportivi cambieranno e avranno sempre meno potere. L'Italia sta provando, con le proprietà internazionali, a dare sempre più potere agli allenatori-manager. Un po' come in Inghilterra. Non è un caso se l'Inter ha affidato le chiavi del mercato a Mancini e la Roma ha messo, giustamente, alla porta Walter Sabatini per far comandare Luciano Spalletti. Anche Saputo, a Bologna, che era ripartito da Corvino si sta lasciando convincere da Fenucci che sta lavorando da ottimo stratega alle spalle di Corvino. Due le ipotesi: dare più potere a Donadoni e affiancargli Di Vaio sul mercato oppure coinvolgere l'amico di Roma Sabatini che non potrà accettare il declassamento e sarebbe disposto a seguire le operazioni del Bologna attraverso Pasquale Sensibile, ex Direttore Sportivo della Sampdoria e oggi capo scouting della Roma. Si muovono poltrone importanti. Anche a Firenze non è certa la permanenza di Daniele Pradè e, politicamente, Della Valle sta ricevendo numerose pressioni, alcune arrivano da Clemente Mastella - da sempre amico dei Della Valle - il quale qualche consiglio, di qua e di là, lo dà con piacere. Sabatini ha ufficializzato il suo addio alla Roma, dopo aver fatto alcune cose buone e molte sbagliate. Pagherà la testardaggine di aver insistito con Garcia fino alla morte, calcistica, che è risultata anche la sua fine. Confermando quanto scriviamo da anni: Sabatini ha un grande occhio per capire se un calciatore è forte e di prospettiva, ma non ha la minima idea di cosa significhi gestire la settimana e avere il controllo di società, spogliatoio, piazza e allenatore. Sabatini paga anche l'eccessiva furbizia mostrata in questi anni, sfruttando la lontananza della proprietà e i pieni poteri per fare mercato solo con la schiera di alcuni amici procuratori. A Bologna anche Corvino rischia di pagare l'unico errore commesso lo scorso anno e quest'anno: aver protetto troppo a lungo Delio Rossi. Da quando è arrivato Donadoni anche il suo lavoro ha tratto enormi benefici. Valorizzati giocatori pagati 50 centesimi e oggi valgono milioni di euro. Corvino, ad esempio, meriterebbe maggiore rispetto per risultati ottenuti ma soprattutto per il valore creato. Corvino non lo sa ma lo sta capendo: dalla scorsa estate stanno tramando alle sue spalle per farlo fuori. Vi ricordate a fine agosto quando scrivemmo: attenzione Pantaleo, c'è un piano per tagliarti? Inizialmente Corvino si offese ma poi capì che non avevamo colpe. Il piano Di Vaio è quello più gradito a Fenucci; ma anche entrare nel giro Sabatini non sarebbe una soluzione sgradita ai vertici del Bologna.
-Boomerang Sarri-
Maurizio Sarri ci è simpatico perché rispecchia i valori del campo e la meritocrazia. Un grande tecnico che, però, avrebbe bisogno di un corso di formazione sulla comunicazione. Sarri non può lamentarsi, come Mazzarri, anche se il cielo è nuvoloso e perché vicino al San Paolo una volta c'era l'Edenlandia e il parco giochi risentiva del caos dello stadio. Quando si lamenta dello spezzatino deve sapere che se comandano le televisioni un motivo ci sarà. Il Napoli, come tutte le altre società italiane, vive grazie ai soldi dei diritti televisivi. Né marketing, né botteghino. Influiscono al 10% sui ricavi di un club. Il miliardo di euro che fa muovere la giostra arriva dalle televisioni e se Sarri vuole togliere anche la decisione di come fare ascolti a Sky e Premium, probabilmente lui non si potrebbe mai permettere Higuain, come Allegri non si potrebbe permettere Morata o l'acquisto di Dybala. Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Lamentandosi sempre dimostra di non essere un tecnico all'altezza di una big come Napoli e soprattutto crea ai calciatori alibi che non devono essere mai creati ad una squadra.
-A.I.A. Dietro Rizzoli, il vuoto-
Non è un caso se gli arbitri influiscono in maniera pesante sui risultati delle gare e, rispettivamente, su quelli delle aziende. Non è un problema di singoli ma di sistema. L'Italia ha un solo degno rappresentante della categoria ed è Nicola Rizzoli da Bologna, vicino alla pensione tra l'altro. Orsato bravo ma non è Rizzoli, cresce bene Guida, gli altri sono inadeguati o c'è chi non ha nemmeno l'abc. Molti sono permalosi e anche arroganti. Gli addizionali servono come un pc sprovvisto di chiavetta usb e in una zona priva di rete wi-fi. La serie A, ogni settimana, polemizza per decisioni arbitrali errate anche elementari. Più si scende e più si è ostaggi della mediocrità. Tralasciando la Lega Pro, in serie B ci sono direttori di gara che non sono capaci neanche di far rispettare il regolamento. Non parliamo di un fuorigioco per un centimetro o un rigore non dato. Da inizio anno vi abbiamo fatto nomi e cognomi dei peggiori. Illuzzi di Molfetta e Ros di Pordenone andrebbero bocciati in serie C domani mattina, Baracani è il veterano anche se considerato troppo "casalingo", ho visto all'opera due volte dal vivo Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore e ho capito che il mio cane quando prende un fischietto in bocca lo usa meglio. Anche se in alcuni di questi c'è anche la malafede organizzata. A pensare che Ripa arbitri in serie B c'è speranza per tutti. Ci sono anche quelli bravi, certo. In B, neo promosso, è molto capace Rapuano di Rimini. Giovane ed educato, meriterebbe presto la serie A. Martinelli di Roma 2 ha ottime potenzialità anche se dobbiamo vedere se confermerà le indicazioni di questa prima stagione in B.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Ferragosto con la Serie A? Favorevole... Milan, ansia da closing! Conte-Neymar, la verità! Totti, ci siamo? 29.03 - Settimana all’insegna delle polemiche… Tutti a lamentarsi, tutti a discutere, tutti a parlare (spesso inutilmente). Perché? Forse la pausa per la Nazionale o, forse, non possiamo proprio farne a meno delle polemiche… Non ne parlo, come al solito mi interessa soffermarmi su altro....
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.