HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Senza illudersi troppo, ma la stagione ha detto che la corsa allo scudetto non è solo Juve-Roma. Se il Napoli saprà approfittare delle loro frenate, ogni discorso sarà ancora possibile

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
28.12.2014 00.00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 32941 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Basta poco per ritrovarsi. Una finale a Doha, due volte la rimonta firmata da Higuain, una serie infinita di rigori e la parata di Rafael decisiva per aggiudicarsi la Supercoppa. Non è stato un colpo di fortuna, è stato il ripristino di quei valori soffocati dalla precoce eliminazione dalla Champions. Il Napoli c'è, non si può dire che sia tornato, perché c'è sempre stato. Era rimasto soltanto intontito dalle prospettive europee improvvisamente variate quando la stagione ancora non era partita. Alzare al cielo quella Coppa che dalla bacheca azzurra mancava da quasi 25 anni è servito per tornare a credere in se stessi dopo un periodo a corrente alternata e col picco più basso di un settimo posto che non corrisponde alle potenzialità della squadra di Benitez. Vale molto di più, almeno quel terzo posto che rappresenta la base minima degli obiettivi fissati all'inizio, senza trascurare qualcos'altro. Illusioni d'inizio inverno? Può darsi. Così come non può passare in secondo piano il rendimento del Napoli in determinate partite contro le avversarie per i tre posti sul podio. Entrambe battute, la Roma in maniera convincente e la Juve solo dopo la lotteria dei rigori: perché non immaginare qualcosa di più, ora che il girone d'andata del campionato ancora non ha scritto la parola fine? Senza illudersi troppo, anche perché va testata la capacità di Hamsik e compagni nel riuscire ad avere un rendimento più continuo di quello altalenante visto finora. Basterebbe mantenere alta la concentrazione anche contro le piccole (quelle dall'11esimo al 20esimo posto), alle quali il Napoli ha già regalato 11 punti. Troppi per il valore degli azzurri, ma conforta il dato che nel girone di ritorno il trend non potrà che migliorare. Anche perché quest'anno non c'è la Champions che regala orgoglio e toglie punti in campionato. Almeno 9, raccontano quelli esperti di statistiche, alcuni dei quali già sperperati da Roma e Juventus. E potrebbe non essere finita l'emorragia delle prime due. I giallorossi potrebbero tamponarla in virtù dell'esclusione dal team delle 16 migliori d'Europa, dove invece è approdata la squadra di Allegri. Proveranno Sabatini e Marotta a sistemare l'organico nei punti in cui si sono manifestate delle carenze: sarà sufficiente per tenere a distanza le inseguitrici? Spetterà al Napoli dare una risposta, concreta, sul campo, a partire dal 6 gennaio a Cesena per poi proseguire 5 giorni dopo, quando al San Paolo arriverà proprio la Juventus in quello che sarà il test match per il prosieguo del campionato. Dovesse prevalere la formazione di Benitez nuovamente contro i bianconeri apparsi spenti e privi di forza nella notte in Qatar, allora il campionato potrebbe essere considerato riaperto in maniera definitiva. A tutto vantaggio della Roma che potrebbe ritrovare slancio ed entusiasmo da un eventuale ko juventino al San Paolo, lì dove aveva già lasciato i 3 punti al termine dello scorso campionato vinto agevolmente. Ancora pochi giorni e si saprà se stavolta non sarà una corsa a due per il tricolore, ma nella quale potrebbe inserirsi anche il Napoli. Senza illudersi troppo, ma giocando con la spensieratezza di chi (a questo punto) non ha nulla da perdere. Higuain e soci hanno ricominciato a crederci e pare esserne convinto anche De Laurentiis, quando annuncia che "da febbraio in avanti per il Napoli sarà un campionato in crescendo", oltre ad aver dato al ds Bigon mandato per rinforzare adeguatamente l'organico lì dove si sono create delle falle, ma anche dove già questa estate sarebbe stato necessario intervenire. Gabbiadini per sostituire l'infortunato Insigne e Strinic per coprire la partenza in Africa di Ghoulam, sono due operazioni alle quali manca solo l'annuncio ufficiale. Poi, se dovesse crearsi l'opportunità per rafforzare il centrocampo con un innesto di esperienza e qualità (leggi Lucas Leiva), allora le battistrada del campionato, sì che dovrebbero evitare altri passi falsi: il Napoli ha l'ansia dei giovani sulla rabbia di chi conosce le proprie potenzialità. E non vede l'ora di metterle in mostra.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.