HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Shaqiri alla stretta finale, un'italiana sogna Eto'o. Diamanti vicinissimo al ritorno in Italia. Rolando e i rinnovi, il Milan e Raiola. E il Bologna è scatenato...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
08.01.2015 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 57824 volte
© foto di Federico De Luca

Ancora, almeno, 24 ore. La trattativa per Shaqiri ha bisogno di un giorno in più per sapere se la strada è veramente in discesa oppure se dovesse complicarsi. L'Inter la sua offerta l'ha fatta e io feedback da parte dei tedeschi è stato: non basta, ma non siamo troppo lontani. L'Inter di fatto è arrivata quasi a 14 milioni (compreso il bonus relativo alla qualificazione in Champions League) il Bayern ne chiedeva almeno 15. Balla un milione e un altro legato a un obiettivo non semplice. Ecco perché hanno deciso che si parte per andare a parlare di persona con i dirigenti del Bayern. Vis a vis ci si capisce meglio. E magari si possono utilizzare le sponde di Rummenigge e Sammer (ex nerazzurri, ora nel board del Bayern). Certo non sarà comunque semplice vista la concorrenza. Quindi sbagliatissimo dare tutto per fatto. Ma esserre ottimisti non è un delitto. Poi toccherà al centrocampista. Intanto va detto che per fare un ingresso l'Inter a centrocampo deve anche vendere. Continua poi la telenovela Diarra. Il giocatore è ancora in contenzioso con la Lokomotiv Mosca. Se vuole giocare nell'Inter la sensazione è che farebbe prima a trovare una transazione amichevole con il suo ex club piuttosto che aspettare la sentenza della Fifa. Le alternative? Lucas Leiva e Paulinho le più intriganti...
Giornata ricchissima comunque di colpi di scena. Peché non c'è soltanto l'Inter. La Samp non smette di stupire. Ferrero è scatenato. E ha in testa un'idea pazza. Letteralmente. Riportare Eto'o in Italia. Il contatto con l'entourage del giocatore c'è già stato e Samuel ha detto che l'esperienza non gli dispiacerebbe affatto. All'Everton (dove ora sta giocando) prende circa 3 milioni di euro, per venire in Italia si abbasserebbe leggermente lo stipendio. Ma non è finita qui. Perché la trattativa per Muriel secondo Ferrero sta andando troppo per le lunghe. E quindi ha dato una sorta di ultimatum all'Udinese. O così oppure l'affare rischia di saltare. La Samp è arrivata fino al massimo delle proprie possibilità. Offerta ora è strutturata così: 10 milioni più due di bonus e la futura rivendita al 20%. L'Udinese vorrebbe anche inserire il controriscatto. E alla Samp non va bene io prezzo. Ecco il motivo dell'impasse. Superabile, si spera. Un'idea che potrebbe riprendere quota, dunque, sarebbe quella di Floccari.
Altro fronte molto caldo è quello della Fiorentina: Alino Diamanti sta per tornare in Italia. Prestito con diritto di riscatto, anche qui si potrebbe chiudere nelle prossime ore, visto che si stanno limando gli ultimi dettagli. È chiaro che il fuso orario con la Cina e la burocrazia potrebbero far slittare il tutto, ma la strada sembra tracciata. A questo punto potrebbe partire Ilicic: ma attenzione. Non solo il Torino è superinteressato al giocatore. Anche il Bologna si è fatto sotto e ha addirittura già trovato l'accordo con la Fiorentina: ora bisogna trovare l'intesa con il giocatore. Sempre la Fiorentina sta insistendo per la Roma con Bertolacci: avrebbe addirittura detto alla Roma, prenditi Neto per la tua metà, ma la Roma ha detto no. Infatti i giallorossi sembrano essere più vicini ad un altro portiere (Cech) mentre Neto più vicino al Liverpool. Se la Fiorentina dovesse prendere un altro portiere potrebbe tornare Rosati. Mentre invece in attacco i viola sono a posto cosi: tanto che si sta parlando con l'agente di Babacar, Patrick Bastianelli, per rinnovare il contratto del capocannoniere stagionale della Fiorentina.
La Juve insiste su Snejider (e stavolta Alberts, l'agente dell'olandese, è stato molto più possibilista) e per Rolando dovrà aspettare ancora qualche giorno. Prima è necessario che io difensore firmi il rinnovo con il Porto, per poi essere ceduto in prestito, anche senza obbligo di riscatto. Così sono tutti tutelati. Tutti tranne Rolando che non sarebbe entusiasta di questa soluzione. Ecco perché sono necessari altri giorni.
In questi giorni è in Italia anche Mino Raiola. Un passaggio a Torino per salutare Pogba, una chiacchiera con Emanuleson per sapere se accettare o meno la proposta dell'Atalanta, e una visita a Genoa e Fiorentina per parlare di Kasami. Nei prossimi giorni parlerà anche di Abate e del suo rinnovo con il Milan. Ma non sarà l'unica chiacchierata di Galliani nelle prossime ore. Sicuramente dovrà vedersi con gli agenti di De Jong (il cui contratto scade a giugno) e poi, visto che è alla ricerca di un esterno sinistro Galliani magari incontrerà anche l'entourage di Vangioni e di Pasqual. Manovre.
Come quelle che sta cominciando a fare la Roma per Nainngolan. Il giocatore è ancora in comproprietà con il Cagliari. Per evitare brutte sorprese e per evitare anche di spendere troppo Sabatini si vuole muovere prima di giugno. Ecco a cosa servono gli incontri con l'agente del ragazzo, Alessandro Beltrami.
Intanto si sta definendo anche l'arrivo di Ponce dal Newells Old Boys. Si tratta pe una cifra vicina ai 5 milioni di euro per il 60% del suo cartellino. E il ragazzo dovrebbe rimanere ancora un anno in Argentina. Fronte interessamenti segnaliamo quello del Liverpool per Pjanic. Ma oltre un contatto attraverso un intermediario non si è andati...
La Lazio ha avuto invece un altro contatto con l'AZ per cercare di risolvere la vicenda Hoedt. La distanza fra domanda e offerta è molta, ma la Lazio ha dalla sua la volontà del giocatore. Intanto il Parma con la Lazio tratta Gonzalez, in prestito.
Lavori in corso anche fra Torino e Verona. La prima idea di scambio era quella fra Sanchez Mino e Saviola, impraticabile perché Saviola ha già giocato con l'Olympiacos a inizio stagione. Allora la seconda idea è stata uno scambio fra Sanchez Mino e Lazaros, con il Verona che però vorrebbe un conguaglio economico.
Zaza ha rinnovato il suo contratto con il Sassuolo fino al 2019, Vazquez è vicino a un accordo simile con il Palermo. Che nel frattempo ha proposto altri tre anni di contratto anche a Barreto. Chi non vorrebbe rinnovare è Munoz: se non dovesse arrivare la firma, il Palermo allora vorrebbe venderlo ora perr monetizzare, anche poco.
In attacco piace Melchiorri, del Pescara. E a proposito di serie B. Al Bari interessa Petrucci del Cluj, Emerson e Siligardi del Livorno, insiste con lo Spezia per Ebague a sempre con lo Spezia sta lavorando ad uno scambio Schiattarella Stevanovic.
Il Vicenza prova Petagna, il Bologna ha chiuso per Sansone e Sorrentino. Ma per il portiere la situazione non è semplice: il Palermo non lo vuole lasciare andare su indicazione dell'allenatore. Così spunta Bardi (ora al Chievo, di proprietà dell'Inter). L'Avellino infine ha preso Trotta dal Fulham.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter-Gagliardini: avere i soldi non significa buttarli. Juve, batti un colpo da Juve. Ferrero, posa i fazzoletti. Basta con le mogli-addette stampa! 09.01 - Gasperini dovrebbe spiegare meglio il significato della frase: "Gagliardini non convocato per rispetto dell'Inter". E il rispetto per i tifosi dell'Atalanta dov'è? La verità è che il Mister ha sbagliato la risposta e avrebbe fatto più bella figura a dire la verità. Le parole che non...

EditorialeDI: Marco Conterio

Ferrero, Sarri & co: ora basta! Una decisione arbitrale sbagliata non può portare ancora a simili reazioni. Juventus, perdere Witsel non è un peccato. Roma, Feghouli bel colpo. Caso Kalinic: cifre folli, immobilismo viola e la reazione di Sousa 08.01 - Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori, disse chiaramente che i tecnici arebbero dovuto evitare di parlare di decisioni arbitrali. E siccome nell'universo calcio, nel posto gara, i microfoni sono accesi anche per i presidenti, sarebbe stata cosa buona e giusta se quelle parole...

EditorialeDI: Mauro Suma

Merdeka e le Cayman, passi - Huarong e le Vergini, alt! Romagnoli out e Caldara in - Rincon: maquillage perfetto 07.01 - Dalle altre parti sono diventati bravi. Quando, qualche mese fa, il Corriere della Sera scoprì che le azioni Inter di Thohir erano in pegno alla finanziaria Merdeka, senza centralino telefonico e senza uffici, una sorta di società virtuale online alle Isole Cayman, tutto venne tacitato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.