VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi sarà il prossimo allenatore dell'Inter?
  Stefano Pioli
  Antonio Conte
  Diego Pablo Simeone
  Mauricio Pochettino
  Leonardo Jardim
  Marco Silva
  Luciano Spalletti
  Unai Emery

TMW Mob
Editoriale

Si parte con il calciomercato! Ma prima ecco "Il Pagellone delle 20 di A"

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
01.06.2015 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 53354 volte
© foto di BALTI/PHOTOVIEWS

Finalmente ci divertiamo! Si parte con il calciomercato in un'estate che si preannuncia caldissima e lunghissima. Se siete al lavoro o al mare, in Italia o all'estero, le notizie di mercato vi seguiranno con Tuttomercatoweb sempre sul vostro pc o sul vostro smartphone. 300 notizie al giorno per non farvi perdere neanche una virgola del mercato. Una volta si leggevano i giornali, oggi le edicole se sono aperte sono vuote, altrimenti hanno chiuso da un pezzo. W la tempestività. Su Sportitalia (canale 153 del digitale terrestre e 225 di Sky) vi terremo compagnia per tre mesi, tutti i giorni dalle 17 all'1 di notte. Evvai. Mentre scrivo arrivano le prime conferme sul telefonino per la partecipazione, il prossimo 27 giugno, ai Tmw Awards che si svolgeranno come sempre tra il mare e la natura di Castiglioncello. Ci saranno tutti quelli che contano. Io, a dire la verità, aspetto questo momento soprattutto per andare a mangiare pesce alla "Baracchina", sul mare e con il tramonto di fronte. Alessio ce l'ha fatta: gliel'hanno buttata giù per la solita stupida burocrazia italiana, lui ha riaperto ed il locale è anche più bello di prima. Se siete nei pressi di Castiglioncello andate a mangiare lì e dite che vi mando io, 1 euro di sconto sempre ci scappa! Andate di fretta? Ok, arriviamo al Pagellone della serie A 2014-2015: un disastro totale...

Atalanta Voto 5
La stagione parte male con l'incertezza sul leader societario. Se hai Messi in società non hai bisogno più di nessuno. Paga Colantuono, per tutti. La squadra è andata, presto, in confusione ma la salvezza è arrivata ugualmente. Troppi rischi in un anno buio.

Cagliari Voto 4
Catastrofe totale. Al primo anno della nuova dirigenza, Giulini sbaglia tutto. Che avesse preso la strada peggiore si era capito già in estate, quando affidava la panchina a Zeman. Il resto conta poco.

Cesena Voto 5
Occorreva un'impresa per salvarsi, ma senza soldi non si cantano messe. Foschi ha fatto il possibile e l'impossibile ma la fragilità societaria non ha consentito sogni di gloria.

Chievo Verona Voto 6,5
Si erano incartati ma poi Maran ha rimesso le cose al proprio posto. Salvezza tranquilla ed altra stagione in serie A. Senza buttare soldi ma con solide sinergie. Il Chievo merita di restare tra i grandi del calcio italiano.

Empoli Voto 7
Gioca bene e diverte. Si salva con largo anticipo e valorizza i giovani italiani. Di più a Sarri non si poteva chiedere. Grandissimo lavoro sinergico tra società e staff tecnico. Avanti così.

Fiorentina Voto 6
Troppi alti e bassi e tante scommesse perse. Dalla viola ci aspettavamo molto di più, ma quando c'è incertezza sui ruoli chiave ne risente sempre anche la squadra. Montella rimandato. Forse il suo ciclo è realmente finito.

Genoa Voto 7
Gasperini ottimizza il materiale che ha a disposizione. Mister e squadra fanno un'impresa ma la società non è all'altezza dei suoi dipendenti.

Hellas Verona Voto 6
Doveva salvarsi e si è salvato. Non ha fatto vedere grandi fuochi d'artificio ma bastava la permanenza in A per strappare la sufficienza.

Inter Voto 5
Troppa confusione sia con Mazzarri che con Mancini. La squadra non ha personalità e c'è troppa incertezza sui programmi futuri. Pochi leader nello spogliatoio. Quando la proprietà non è presente, ne risente tutto l'ambiente. Si spera in Mancini e nel guizzo di Ausilio. Per il resto si salvano in pochi.

Juventus Voto 9
Quando è arrivato aveva tutto da perdere, invece, ha fatto bingo. Max Allegri ha fatto ricredere tutti, ha stravinto lo scudetto, ha conquistato la Coppa Italia e sabato - mentre Conte prepara le carte dall'Avvocato per difendersi dalla procura di Cremona - va a farsi un giro a Berlino. La squadra lo ama e lo segue. Ha stile ed è concreto. Il Milan lo aveva esonerato, oggi guarda tutti dall'alto in basso.

Lazio Voto 7
Un anno stupendo, finito nel migliore dei modi. Si prende il preliminare di Champions in casa del Napoli. Ha rischiato di perdere tutto sul più bello, ma alla fine ce l'ha fatta. E' il trionfo dell'Imperatore Claudio.

Milan Voto 4
Fallito il progetto Inzaghi, ma anche quello Galliani che aveva puntato sul tecnico e su un'ossatura di squadra assolutamente inadeguata. I tifosi dicono basta a queste continue prese in giro e ad un mercato senza senso, fatto di parametri zero e ingaggi folli. Un grande passato non serve a nulla se non ci sono uno straccio di presente ed una bozza di futuro. Meno messaggi politici e più fatti. Quanto manca Braida a questo Milan...

Napoli Voto 4,5
Gestione pessima da parte di Benitez. Annata iniziata malissimo a Bilbao e proseguita peggio. Il sogno scudetto era già svanito dopo 6 partite. La squadra non brilla e perde con le piccole. Delusioni in campionato ed Europa League. Doveva esserci continuità al processo di crescita, invece, il Napoli si ritrova a rifare tutto dall'inizio. Con tecnico e DS. De Laurentiis ha gettato al vento due anni. La Roma aveva concesso al Napoli l'ultima grande occasione al San Paolo e neanche quella è stata sfruttata. Basta alibi. Le colpe sono anche di quei tifosi e giornalisti che, fino all'ultimo, hanno difeso il progetto di Benitez quando, invece, doveva essere bannato già due anni fa. Disastrosi.

Palermo Voto 6,5
Iachini non rischia (quasi) mai il posto e questa è la vera notizia. Troppa fretta nel mandar via Ceravolo che era stato l'unico a credere in Dybala assoluto titolare. Stagione perfetta.

Parma Voto 3.
Nessun giudizio se non finire a giudizio.

Roma Voto 6,5
Sabatini ha sbagliato quasi tutto, forse anche la strada di casa. I giallorossi dovevano puntare ad essere la principale antagonista della Juventus e, invece, chiudono a 123 punti da Allegri. Il secondo posto arriva per manifesta inferiorità di Lazio e Napoli. Male nelle coppe. Così si cresce troppo lentamente.

Sampdoria Voto 7
Annata da incorniciare. Sinisa compie un lavoro eccezionale. Osti la mente del mercato. E, dopo l'addio di Garrone, non era semplice chiudere l'annata in positivo. Il mercato di gennaio riservava ulteriori colpi di sorpresa ma Eto'o resta un colpo in canna, figlio di procuratori scellerati. Vigorelli, in inverno, si esaltava per Eto'o alla Samp e Destro al Milan. Il risultato? Buio totale. Di questi tempi, se fossi un calciatore, viaggerei alla larga da Claudio Vigorelli.

Sassuolo Voto 6,5
Salvezza più che tranquilla. Dare continuità alle stagione in serie A è fondamentale per una piccola piazza e una grande società. Ottimo lavoro Di Francesco che sul campo si è meritato la fiducia fino al 2017.

Torino Voto 6,5
Ennesima buona stagione della squadra di Ventura. Molti alti e pochi bassi. Senza sbavature e un derby vinto, l'altro perso di pochissimo. Avanti su questa strada.

Udinese Voto 5
La società canna completamente la scelta del successore di Francesco Guidolin. Stramaccioni si rivela un ragazzo d'oro e anche simpatico ma, a livello professionale, esce a pezzi dall'esperienza friulana. Dopo l'Inter cercava riscatto e si è ritrovato a chiudere la stagione con 41 punti. In sintesi: se Parma, Cagliari e Cesena non fossero svenute, l'Udinese sarebbe retrocessa. Chiude l'annata come peggio non poteva. Brutta scena la ripicca di Strama che si rifiuta di partecipare ad una cena con 500 tifosi friulani e non parla in conferenza stampa prima della trasferta di Cagliari persa 4-3. Non ha mancato di rispetto alla società, ma a tifosi e giornalisti. Non un grande bigliettino da visita se qualcuno dovesse decidere di puntare in futuro su di lui. Troppo capriccioso.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Inter, prima il mercato dei dirigenti poi quello dei calciatori. Milan, tutto come previsto: c’è poco o nulla da salvare. Calori e Liverani, la bacchetta magica nascosta. Foggia-Pisa: mondo capovolto 11 mesi dopo 24.04 - Se volessero farlo apposta non ci riuscirebbero. I calciatori dell’Inter hanno gettato la croce su Pioli togliendo dall’imbarazzo i dirigenti dalla difficile decisione se confermare o meno l’allenatore per la prossima stagione. Con un finale così osceno hanno “esonerato” Pioli ma...
Telegram

EditorialeDI: Andrea Losapio

La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter-Simeone, qualcosa non torna… Milan, scelta difficile per l’attacco! Juve, Guarin è stanco della Cina. De Rossi, Roma ingrata? 19.04 - Che Pasqua… C’è chi ha trovato la sorpresa che cercava da tempo e chi è rimasto a bocca asciutta. Si pensi al popolo nerazzurro, beffato sul più bello. Gioie per Juve e Napoli, Roma contrariata. Uova frantumate, in senso letterale, alle spalle, è meglio guardare avanti… Pare incredibile...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: 113 motivi per temere il Barcellona e 1 solo (ma decisivo) per non avere paura. Inter: il futuro di Pioli e la scelta dei nerazzurri. Milan: 2 nomi concreti per il mercato (e l’agenda di Fassone). Un appunto a Orsato 18.04 - Da tre giorni non faccio altro che pensare ai celebri ricercatori dell’Amaro Montenegro, alla loro perseveranza nell‘individuare e mettere in salvo l’Antico Vaso. Li invidio molto, perché si danno sempre un gran daffare e cascasse il mondo non falliscono mai. Questi signori dopo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Milan, padroni nuovi fantasmi vecchi. Pioli si è giocato l’Inter. Chievo, prima di prendere il DS informati bene. Venezia e Foggia: c’è la mano delle società 17.04 - Hanno un nome: Lì. Hanno un cognome: Lì. E hanno quasi la stessa faccia. C’è di fatto che esistono e, finalmente, li abbiamo visti e (quasi) toccati. I cinesi del Milan non sono cinesi magnati ma sono cinesi affaristi e sicuramente non è una colpa né un’offesa. Fanno un mestiere diverso...

EditorialeDI: Marco Conterio

Allegri e un altro segnale: è tra i migliori al mondo. Dybala e i Fab Four: l'azzardo ci sta. Roma: il fallimento parte da Spalletti. Empoli e Crotone: cuore e anima, altro che il Palermo. Lega Pro: Inzaghi e Stroppa, destino ad alti livelli 16.04 - La partita contro il Barcellona ha ufficialmente inserito Massimiliano Allegri nel novero dei grandissimi allenatori d'Europa. Ha imbrigliato campioni come Messi, Neymar e Suarez facendo sua la partita, dando un'anima e un gioco a una squadra forse sulla carta sfavorita ma sul piglio...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, Berlusconi takes it all. Il 4-3-3 di Montella. Mercato, il grande centravanti. Napoli, Mertens a Manchester 15.04 - Il bene di famiglia non è più della famiglia, ma non tutto è perduto. Silvio Berlusconi è entrato, salutatissimo presidente della Storia rossonera, nel mito uscendo dalla quotidianità, il suo caro amico fidato Paolo Scaroni siede nel Cda di Casa Milan, sua figlia Barbara presiede...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.