HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus agli ottavi: ora può arrivare fino in fondo in Europa?
  Sì, la squadra ha le possibilità di tornare a giocarsi la Champions
  No, è presto per fare certi giudizi e servirà un mercato invernale importante
  Sì, col rientro progressivo degli infortunati la squadra è da titolo
  No, troppa la differenza con le big spagnole, inglesi e tedesche

TMW Mob
Editoriale

Si parte con il calciomercato! Ma prima ecco "Il Pagellone delle 20 di A"

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
01.06.2015 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 53335 volte
© foto di BALTI/PHOTOVIEWS

Finalmente ci divertiamo! Si parte con il calciomercato in un'estate che si preannuncia caldissima e lunghissima. Se siete al lavoro o al mare, in Italia o all'estero, le notizie di mercato vi seguiranno con Tuttomercatoweb sempre sul vostro pc o sul vostro smartphone. 300 notizie al giorno per non farvi perdere neanche una virgola del mercato. Una volta si leggevano i giornali, oggi le edicole se sono aperte sono vuote, altrimenti hanno chiuso da un pezzo. W la tempestività. Su Sportitalia (canale 153 del digitale terrestre e 225 di Sky) vi terremo compagnia per tre mesi, tutti i giorni dalle 17 all'1 di notte. Evvai. Mentre scrivo arrivano le prime conferme sul telefonino per la partecipazione, il prossimo 27 giugno, ai Tmw Awards che si svolgeranno come sempre tra il mare e la natura di Castiglioncello. Ci saranno tutti quelli che contano. Io, a dire la verità, aspetto questo momento soprattutto per andare a mangiare pesce alla "Baracchina", sul mare e con il tramonto di fronte. Alessio ce l'ha fatta: gliel'hanno buttata giù per la solita stupida burocrazia italiana, lui ha riaperto ed il locale è anche più bello di prima. Se siete nei pressi di Castiglioncello andate a mangiare lì e dite che vi mando io, 1 euro di sconto sempre ci scappa! Andate di fretta? Ok, arriviamo al Pagellone della serie A 2014-2015: un disastro totale...

Atalanta Voto 5
La stagione parte male con l'incertezza sul leader societario. Se hai Messi in società non hai bisogno più di nessuno. Paga Colantuono, per tutti. La squadra è andata, presto, in confusione ma la salvezza è arrivata ugualmente. Troppi rischi in un anno buio.

Cagliari Voto 4
Catastrofe totale. Al primo anno della nuova dirigenza, Giulini sbaglia tutto. Che avesse preso la strada peggiore si era capito già in estate, quando affidava la panchina a Zeman. Il resto conta poco.

Cesena Voto 5
Occorreva un'impresa per salvarsi, ma senza soldi non si cantano messe. Foschi ha fatto il possibile e l'impossibile ma la fragilità societaria non ha consentito sogni di gloria.

Chievo Verona Voto 6,5
Si erano incartati ma poi Maran ha rimesso le cose al proprio posto. Salvezza tranquilla ed altra stagione in serie A. Senza buttare soldi ma con solide sinergie. Il Chievo merita di restare tra i grandi del calcio italiano.

Empoli Voto 7
Gioca bene e diverte. Si salva con largo anticipo e valorizza i giovani italiani. Di più a Sarri non si poteva chiedere. Grandissimo lavoro sinergico tra società e staff tecnico. Avanti così.

Fiorentina Voto 6
Troppi alti e bassi e tante scommesse perse. Dalla viola ci aspettavamo molto di più, ma quando c'è incertezza sui ruoli chiave ne risente sempre anche la squadra. Montella rimandato. Forse il suo ciclo è realmente finito.

Genoa Voto 7
Gasperini ottimizza il materiale che ha a disposizione. Mister e squadra fanno un'impresa ma la società non è all'altezza dei suoi dipendenti.

Hellas Verona Voto 6
Doveva salvarsi e si è salvato. Non ha fatto vedere grandi fuochi d'artificio ma bastava la permanenza in A per strappare la sufficienza.

Inter Voto 5
Troppa confusione sia con Mazzarri che con Mancini. La squadra non ha personalità e c'è troppa incertezza sui programmi futuri. Pochi leader nello spogliatoio. Quando la proprietà non è presente, ne risente tutto l'ambiente. Si spera in Mancini e nel guizzo di Ausilio. Per il resto si salvano in pochi.

Juventus Voto 9
Quando è arrivato aveva tutto da perdere, invece, ha fatto bingo. Max Allegri ha fatto ricredere tutti, ha stravinto lo scudetto, ha conquistato la Coppa Italia e sabato - mentre Conte prepara le carte dall'Avvocato per difendersi dalla procura di Cremona - va a farsi un giro a Berlino. La squadra lo ama e lo segue. Ha stile ed è concreto. Il Milan lo aveva esonerato, oggi guarda tutti dall'alto in basso.

Lazio Voto 7
Un anno stupendo, finito nel migliore dei modi. Si prende il preliminare di Champions in casa del Napoli. Ha rischiato di perdere tutto sul più bello, ma alla fine ce l'ha fatta. E' il trionfo dell'Imperatore Claudio.

Milan Voto 4
Fallito il progetto Inzaghi, ma anche quello Galliani che aveva puntato sul tecnico e su un'ossatura di squadra assolutamente inadeguata. I tifosi dicono basta a queste continue prese in giro e ad un mercato senza senso, fatto di parametri zero e ingaggi folli. Un grande passato non serve a nulla se non ci sono uno straccio di presente ed una bozza di futuro. Meno messaggi politici e più fatti. Quanto manca Braida a questo Milan...

Napoli Voto 4,5
Gestione pessima da parte di Benitez. Annata iniziata malissimo a Bilbao e proseguita peggio. Il sogno scudetto era già svanito dopo 6 partite. La squadra non brilla e perde con le piccole. Delusioni in campionato ed Europa League. Doveva esserci continuità al processo di crescita, invece, il Napoli si ritrova a rifare tutto dall'inizio. Con tecnico e DS. De Laurentiis ha gettato al vento due anni. La Roma aveva concesso al Napoli l'ultima grande occasione al San Paolo e neanche quella è stata sfruttata. Basta alibi. Le colpe sono anche di quei tifosi e giornalisti che, fino all'ultimo, hanno difeso il progetto di Benitez quando, invece, doveva essere bannato già due anni fa. Disastrosi.

Palermo Voto 6,5
Iachini non rischia (quasi) mai il posto e questa è la vera notizia. Troppa fretta nel mandar via Ceravolo che era stato l'unico a credere in Dybala assoluto titolare. Stagione perfetta.

Parma Voto 3.
Nessun giudizio se non finire a giudizio.

Roma Voto 6,5
Sabatini ha sbagliato quasi tutto, forse anche la strada di casa. I giallorossi dovevano puntare ad essere la principale antagonista della Juventus e, invece, chiudono a 123 punti da Allegri. Il secondo posto arriva per manifesta inferiorità di Lazio e Napoli. Male nelle coppe. Così si cresce troppo lentamente.

Sampdoria Voto 7
Annata da incorniciare. Sinisa compie un lavoro eccezionale. Osti la mente del mercato. E, dopo l'addio di Garrone, non era semplice chiudere l'annata in positivo. Il mercato di gennaio riservava ulteriori colpi di sorpresa ma Eto'o resta un colpo in canna, figlio di procuratori scellerati. Vigorelli, in inverno, si esaltava per Eto'o alla Samp e Destro al Milan. Il risultato? Buio totale. Di questi tempi, se fossi un calciatore, viaggerei alla larga da Claudio Vigorelli.

Sassuolo Voto 6,5
Salvezza più che tranquilla. Dare continuità alle stagione in serie A è fondamentale per una piccola piazza e una grande società. Ottimo lavoro Di Francesco che sul campo si è meritato la fiducia fino al 2017.

Torino Voto 6,5
Ennesima buona stagione della squadra di Ventura. Molti alti e pochi bassi. Senza sbavature e un derby vinto, l'altro perso di pochissimo. Avanti su questa strada.

Udinese Voto 5
La società canna completamente la scelta del successore di Francesco Guidolin. Stramaccioni si rivela un ragazzo d'oro e anche simpatico ma, a livello professionale, esce a pezzi dall'esperienza friulana. Dopo l'Inter cercava riscatto e si è ritrovato a chiudere la stagione con 41 punti. In sintesi: se Parma, Cagliari e Cesena non fossero svenute, l'Udinese sarebbe retrocessa. Chiude l'annata come peggio non poteva. Brutta scena la ripicca di Strama che si rifiuta di partecipare ad una cena con 500 tifosi friulani e non parla in conferenza stampa prima della trasferta di Cagliari persa 4-3. Non ha mancato di rispetto alla società, ma a tifosi e giornalisti. Non un grande bigliettino da visita se qualcuno dovesse decidere di puntare in futuro su di lui. Troppo capriccioso.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve, Verratti nel mirino. Il Lione libera Tolisso. Il Real non fa paura ma Allegri deve far giocare Higuain, Mandzukic e Dybala. Roma, Strootmann indifendibile. Napoli: 26 milioni per Kalinic. Milan, niente mercato 09.12 - Il primo posto nel girone di Champions era un obiettivo e la Juve l’ha conquistato, cosa volete di più? Su questo Allegri ha ragione. E, pensando al sorteggio, è altrettanto vero che se ti chiami Juventus e vuoi andare avanti devi mettere in conto che prima o poi squadre...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan senza closing che cambia? I dilemmi dell'Inter, Napoli arriva l'attaccante... A Torino (tutti) cercano un centrocampista 08.12 - Arrivato dicembre, il freddo, gli addobbi di Natale. Significa che è di nuovo mercato. Operativo. Non come avrebbe voluto il Milan. Il closing fra una settimana non ci sarà: di nuovo un rinvio, stavolta fino al 3 marzo, ancora una volta a mercato chiuso. Ancora una volta una...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Messi-Inter? Parliamo di Gabigol... Milan, tre al prezzo di uno! Dopo Drogba, ecco Eto'o e Tevez 07.12 - Sono anni, forse decenni, che mi interrogo sul perché attorno all'Inter succeda sempre qualcosa che ti lascia a bocca aperta, sbigottito, spesso incredulo. Perché si è solo ipotizzato un possibile matrimonio tra Messi e l'Inter? Non siamo più ai tempi in cui Moratti,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

 Juve: Allegri ha un'idea per il presente, Marotta pensa al futuro: ecco il (super) colpo per l'estate! Inter: la "bomba Simeone" nasconde una verità. Milan e il closing in ritardo: così cambia il mercato. Napoli: occhio a Pavo... 06.12 - Ciao. Volevo commentare insieme a voi gli esiti del referendum, ma mentre ci pensavo mi si è materializzata in testa l'immagine di Brunetta che esulta e se la tira come se avesse qualche merito. Mi sono spaventato. Sono cose più grosse di me: i referendum, non Brunetta....

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, un consiglio a Piero: occhio al tuo "miglior nemico". Udinese, 120 anni di storia e 30 anni di come si fa mercato. Il Verona primo e brutto, l'Alessandria ha già fatto il check-in 05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...

EditorialeDI: Andrea Losapio

401 milioni di euro spesi sul mercato per non vincere nulla: l'Inter è un fallimento conclamato. Closing parola dell'anno a Milano. La fortuna aiuta gli audaci, come Conte 04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, trovato l'uomo per la difesa! Inter, ma Gabigol? Drogba è libero... 30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.