HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Siamo tutti Made in China... folli loro o arretrati noi?

10.08.2016 00.00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 29549 volte
© foto di Federico De Luca

Le vacanze fanno uno strano effetto... In una o due settimane (c'è chi ne fa di più ma anche chi le salta a piedi pari, quindi sto nel range medio) devi cercare di fare tutto quello che, causa lavoro e altri impedimenti vari, non sei riuscito a fare durante il resto dell'anno. Devi fare tutto ma, soprattutto, ti devi riposare, devi staccare la spina... Un paradosso... Bene, io sono in quel "momento di forzato riposo con necessità di azione". Mi sto divorando un libro ("La verità sul caso Harry Quebert") ma non riesco a non pensare al calcio... Se ti nutri di pallone quotidianamente, come fai a lasciarlo fuori dalla tua vita per più giorni? Impossibile... Bene, ho giocato sul titolo del libro che sto leggendo e mi chiedo: ma quale è la verità sul "caso Cina"?
Signori e signore, cerchiamo di essere onesti: ormai è tutto "Made in China"... Molti continuano a ripetere che la missione di Xi Jinping, il nuovo "padrone" della Repubblica Popolare Cinese, sia destinata a fallire. Come si può pensare di decidere, a tavolino, cosa deve essere popolare in Cina? Come si può credere che, spendendo tanti milioni, il calcio possa guadagnarsi un posto di rispetto nelle preferenze dei cinesi? E, ancora, possibile che questi cinesi non hanno capito che si stanno comportando da folli? Spendono e spandono senza ritegno, non sanno dare il giusto valore a giocatori e club...
Ho il timore che i ciechi siamo noi... Il piano cinese non è affatto avventato ma c'è una strategia efficace alla base e decisamente lungimirante. Da un lato si portano a casa giocatori importanti, così da far crescere il livello medio del proprio torneo. Certo spendono tantissimo per giocatori medi (almeno per ora, chi dice che, tra qualche anno, non possano permettersi i vari Messi o CR7?) ma non tradiscono mai il vero obiettivo. Le regole della Super League, il massimo torneo cinese, sono pensate per aiutare il movimento calcistico nazionale. Non più di tre stranieri per squadra in campo (più qualche eccezione per chi gioca in AFC Champions League) e portieri solo cinesi (povero Buffon, avrebbe potuto fare milioni a palate). Tradotto: pochi stranieri, buoni, per far crescere i loro giovani giocatori... Parallelamente acquistano quote o interi club europei. La lista è già lunga: Atletico Madrid (20% controllato da magnati cinesi), Manchester City (13%), Espanyol (56%), Aston Villa e WBA (proprietà cinese), oltre, ovviamente a Inter (totale controllo cinese) e Milan (in dirittura d'arrivo). Tradotto: si prendono anche delle roccaforti prestigiose in Europa così da gestire il calcio a 360°...
Non facciamo ingannare dalle cifre che stanno investendo. I grandi gruppi coinvolti, sanno che, quelle secchiate di milioni che stanno pompando nell'industria calcio, li aiuteranno nei rapporti politico/economici in patria. Stare al fianco di Xi Jinping significa essere dalla parte delle direttive del governo. Insomma, un investimento oculato che porterà benefici...
E noi? Noi guardiamo il modello cinese che avanza e, come sempre, la mettiamo sul ridere. "Oh, hai visto quanto hanno pagato Pellé?" oppure "Ma sono matti a spendere tutti quei soldi per il Milan???" o, peggio, "Stai tranquillo, non hanno la nostra cultura calcistica, non hanno futuro"... e altre considerazioni che, di fatto, confermano che, mentre noi siamo rimasti ancorati al passato, la Cina ci ha soffiato tutto. Tra qualche anno, quando saranno i padroni incontrastati del dio pallone, magari mentre alzeranno al cielo una Coppa del Mondo, ci chiederemo come sia stato possibile? Ah, vero, ci resta la passione ma, presto, anche quella sarà "Made in China"... Quindi, per concludere, la Cina è o sarà un problema? No, potrebbe essere un'opportunità, a patto che si inizi a trattarla come un competitor intelligente e da cui prendere spunto. Forse le vacanze mi stanno dando alla testa... Meglio comprare un frisbee e giocare con le bimbe... Azz, anche il frisbee è "Made in China"...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.