HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Solo Barbara può cambiare questo Milan. Braida "tradito" dai suoi fedeli. Juve, Pogba vale più di Pirlo. Dopo scommessopoli pronto un nuovo terremoto...

Nato ad Avellino il 30 Settembre 1983, dirige Tuttomercatoweb dal 2007. Ha diretto la redazione Calcio di Sportitalia dal 2007 al 2013. Conduttore ed organizzatore del Gran Galà del Calcio Aic 2011 e 2012. Twitter:@MCriscitiello
13.01.2014 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 75090 volte
© foto di Federico De Luca

Il Milan gioca con le figurine, si esalta per qualche gol di Kakà ma non guarda al futuro e il futuro non può essere certo Kakà. L'Inter è di Thohir ma sembra che sia ancora di Moratti: solo una nostra impressione o bisognerebbe andare un po' più a fondo ad una cessione ancora con qualche ombra? Il Napoli c'è ma se gli va di lusso ripete il campionato dello scorso anno. La Juventus è tornata quella della triade. Regina assoluta in Italia ma ancora con poco Dna europeo.
Cosa serve a questo Milan per cambiare rotta? Un investitore con i soldi, tanti soldi. In assenza del magnate, in attesa di Squinzi, ci vuole solo Barbara Berlusconi che prenda le decisioni per il bene della sua società. E' l'unica che può far tornare la voglia al papà di non passare la mano ed è l'unica che ragiona per il bene del club e non per il proprio. Barbara, come tutti i giovani imprenditori di questo Paese, ha un limite. Appena prova a fare la rivoluzione viene fermata sul più bello, deve fare le lotte con le faide e deve difendersi dagli attacchi esterni. Perché cambiare fa sempre paura, quindi meglio restare nell'anonimato, seppur da perdenti. Dovrà andare fino in fondo Lady B. deve essere un po' giornalista e un po' magistrato. Anche se in casa non è proprio un mestiere che si sogna da bambino. Se ha avuto dei sospetti deve avere delle prove. Se crede che questo Milan davvero può cambiare, allora, lei ha il diritto e il dovere di provarci. Maldini, da un mese, aspetta ancora una sua chiamata. Il giro di procuratori che non le piaceva è ancora lì in prima linea. Vedrete che tra un annetto, se tutto resterà così, faranno passare per paranoica e pazza la Berlusconi che vedeva il marcio dove invece era tutto sereno. Indaghi Barbara e prenda delle decisioni. Il Milan è suo e non di chi lo usa. Ha pagato Braida. Ci scusi ma è andato via chi aveva meno colpe. Il Direttore ha dimostrato sempre puntualità e signorilità. Zero magheggi, zero affari sporchi e dove ha commesso qualche errore è stato solo per buona fede o errata valutazione. Braida è stato sfruttato e gettato nel frullatore dai suoi fedelissimi. Ha portato la croce per 28 anni e se oggi è ancora apprezzato dai grandi campioni con i quali ha avuto a che fare un motivo ci sarà. La passione per il calcio, come quella per i quadri. Giuda era in casa.
La Juventus ha un rullo compressore. Non ha rivali in Italia perché dietro la Juve ci sono squadre come Roma e Napoli non abituate a vincere gli scudetti. Marotta pensa a fare il mercato. E' l'unica cosa che interessa ai tifosi bianconeri. Anche il più scaramantico è consapevole che anche questo scudetto è andato, per la felicità di Prandelli che in Brasile si porterà mezza Vinovo. A questo punto, non era meglio dare la Nazionale ad Antonio Conte? Pensateci, avremmo avuto un vantaggio non da poco. Ai Mondiali abbiamo quasi tutta la Juventus, con l'aggiunta di qualche calciatore di valore (pochi) delle altre squadre e con la rabbia di Conte potremmo battere anche la Spagna. Prandelli, dopo tre Ave Maria, spera nella buona sorte e nel blocco dei bianconeri. Tornando al mercato di Marotta: evviva il rinnovo di Pirlo, il miglior calciatore italiano degli ultimi tre anni ce lo teniamo in casa ancora un po'. Però più importante del rinnovo di Pirlo c'è il rinnovo di Pogba. Il francese è presente e futuro Imprescindibile per i successi in Europa. Conte sa bene che Pogba è unico e non c'è scambio con Verratti che tenga. Il rischio è di essere ostaggi di Mino Raiola ma con la diplomazia è una partita che si può vincere.
In chiusura lanciamo un altro allarme. Parlammo di uomo nero nel calcioscommesse e che tra il 10 e il 17 dicembre ci sarebbe stata un'altra retata. Attenzione: a breve, non sappiamo dirvi quando, scenderà in campo la guardia di finanza. E, per la prima volta, nell'occhio del ciclone finiranno i procuratori. Mandati, commissioni, percentuali sulle cessioni, bolli blu, rossi e riciclaggio. Le fiamme gialle hanno tutto in mano. Un nuovo terremoto sconvolgerà il calcio italiano.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.