HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Top e flop: Nani-Inter, non c'erano tracce. La Juve lo marca e si gode Osvaldo. C'è il mago della meglio gioventù. Ghoulam, bravo Napoli. Tanto fumo di Cina. E Cannavaro...

02.02.2014 00.00 di Alfredo Pedullà  Twitter:   articolo letto 37353 volte
© foto di Federico De Luca

Inutile stare troppo a sottilizzare, il mercato è già ripartito. Luglio non è mai lontano quando hai le idee chiare: la Roma cercherà di chiudere presto Souttar e Gauld, il Torino ha già prenotato Aguirre e chissà quante altre cose accadranno. Ma adesso è giusto fare un riepilogo delle ultime puntate: qualcuno in cattedra, qualche altro dietro la lavagna, qualche altro ancora in stand-by. Del resto, impossibile che ci siano dieci migliori della classe. La selezione è spesso automatica. L'importante che non ci sia un solo Coppi con il gruppo lontano anni luce. Sarebbe triste e sconfortante.

I TOP - La Juve sa sempre quello che fa e come lo fa. E Conte ha messo l'ennesimo timbro: aveva cinque attaccanti in organico, non ci ha pensato mezza volta e ha aperto le porte a Osvaldo pur in assenza di possibilità di cedere uno tra Quagliarella e Vucinic. Il signor Osvaldo, che torna con motivazioni forti, è costato un pugno di noccioline. Il riscatto è alto? Ma cosa volete che importi alla Juve, intanto si mette a disposizione per quattro mesi, poi vediamo cosa succede.
Un top è indiscutibilmente Walter Sabatini, il mago della meglio gioventù. Il diesse ha fatto la collezione dei più promettenti talenti per il futuro, facendo intravedere una Roma sempre più competitiva per la stagione 2017-2018 o giù di lì. La semina è stata talmente buona, tra un Paredes e un Sanabria, che al massimo può bucarne un paio. Tuttavia se indovinasse il 70 per cento delle operazioni-gioventù la svolta sarebbe assicurata. Non contento, Sabatini ha gestito nel migliore dei modi la vicenda Pjanic, ha preso finalmente Nainggolan con il ruggito di un giaguaro, si è assicurato Toloi liberandosi di qualche ingaggio pesantissimo. Cosa avrebbero dovuto chiedergli di più?
Impossibile dimenticare i numeri del Sassuolo che ha ribaltato la squadra con una disponibilità-rapidità invidiabile. Spiace solo che sia stata gestita male la vicenda allenatore, Di Francesco avrebbe merito maggiore riconoscenza, anche in presenza di una decisione ormai presa (l'esonero). Il Sassuolo cercava la svolta da tempo, sarebbe bastato fare una carezza in più a chi aveva centrato, in serie B, uno storico trionfo.
Molto bene la Fiorentina che ha risolto in pochi giorni problemi evidenti tra centrocampo e attacco, quando le idee sono chiare, gli effetti sono immediati. Tra le operazioni migliori inserisco Ghoulam: mi piace moltissimo, piace a molti addetti ai lavori, mi stupirei se non sfondasse definitivamente in Italia, ha qualità di primissimo livello.

I FLOP - Nani all'Inter era un illusionismo buttato lì, senza senso e senza grossi riscontri. Non ci sono stati mai grossi margini, più o meno come non c'erano margini per la conferma di Stramaccioni la scorsa estate. Al massimo c'è stato un rapidissimo sondaggio Milan. Ora Nani sta bene dove sta e magari pensa alla Juve per la prossima estate. Ma l'Inter no, un flop (giornalistico) più o meno come quello di aver mandato D'Ambrosio con certezza al Milan, sappiamo bene com'è andata a finire. Incomprensibile l'atteggiamento del Guangzhou: voleva organizzare la spesa in Italia, ha fatto soltanto confusione che neanche un club di quarta fascia. Riepilogando: vuoi Diamanti e ti presenti senza garanzie, mandando in avanscoperta gente che ha alzato fumo dimostrando improvvisazione. Adesso ci sta tutto, anche che Diamanti torni di moda tra qualche giorno, ma sinceramente non si riesce a capire come potrebbe il Bologna rinunciare al diamante migliore in piena lotta per la salvezza com'è.
Ci sono poi errori che si ripetono. Per esempio, quello dell'indifendibile Lotito che dice "con 17 milioni non acquisti neanche uno scarpino di Hernanes" e qualche giorno dopo lo cede. Con Reja, che ha la mia comprensione, magari ignaro ad assistere. Al punto da dichiarare: "Il presidente mi ha garantito che resterà". E circa 100 ore dopo un sibillino "scusate, ma di Hernanes preferisco non parlare". Sapevano che lo stavano impacchettando, destinazione Inter. La cosa più grave è che Lotito non abbia pensato per tempo a un sostituto all'altezza. Come se i tifosi, pronti ad essere invocati in caso di necessità, fossero marionette da manovrare a distanza. Incomprensibile, ma mi rendo conto che ci vorrebbe un aggettivo migliore/peggiore. E poi, una domanda: perché in tanti rifiutano la Lazio?
Un altro flop ci sarebbe: dedicato a chi ha assistito all'addio di Paolo Cannavaro in modo freddo, senza un minimo di partecipazione, a parte qualche parola di circostanza. Ovviamente sull'argomento in qualche caso scende il silenzio, opportuno e di circostanza (degno dei maghetti like). Ma io penso proprio che il Napoli avrebbe dovuto e potuto congedarsi diversamente da un innegabile protagonista della Rinascita, ora pronto per il Sassuolo. Indipendentemente dalle valutazioni sul difensore, mi sarebbe piaciuta una celebrazione dell'uomo. Peccato.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Berlusconi insiste: si chiude, ma altrimenti... il Napoli stoppato in Champions, prenota una stellina brasiliana. E i giovani... 24.11 - La notte dopo il derby Berlusconi aveva dato certezze: il closing ci sarà, ma se così non dovesse essere sarei pronto a rimanere e vincere con un Milan giovane e italiano. Sembrava più una sorta di rassicurazione ai tanti tifosi del Milan contenti per come stavano andando le...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.