HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Tre petizioni: basta con le non esultanze, rispetto per il compleanno, fiducia nella tecnologia

Nato a Magenta il 28/4/1974, giornalista professionista dal 2001. Vanta collaborazioni con diverse testate web e cartacee, oltre ad esperienze da telecronista. Opinionista Campionato dei Campioni. Direttore del mensile cartaceo CALCIO2000
11.02.2015 00.00 di Fabrizio Ponciroli   articolo letto 25239 volte
© foto di Federico De Luca

Lo premetto: sarò piuttosto polemico in questo sfogo del mercoledì, perché di sfogo si tratta… Sto assistendo a situazioni grottesche, difficili da decifrare e comprendere. Parto con la sempre più diffusa moda delle "non esultanze". Ormai, ad ogni gol, bisogna sperare che il marcatore non abbia militato nella squadra che ha appena trafitto. Se ci ha giocato anche solo cinque minuti, il rischio della "non esultanza" è fortissimo, quasi certo. La motivazione è sempre la stessa: bisogna avere rispetto per i vecchi tifosi. E per i nuovi? Non ci pensa nessuno ai nuovi tifosi? Il gol è il massimo, sia per un giocatore ma pure per un tifoso. Vedere il proprio beniamino segnare e agitare le mani per far capire a tutti che non è il momento di esultare mi porta un fastidio enorme… Chi l'ha detto che non esultare sia la maniera migliore per rendere omaggio ai propri ex supporter? Lo si può fare in mille modi. Si possono ringraziare prima o dopo la partita, magari con un Tweet, forse con qualche bel gesto nella settimana che precede il match ma, signori, basta con le "non esultanze". Di questo passo, con tanti attaccanti che cambiano maglia ogni estate, non ci sarà più nessuno che festeggia in campo… Seconda questione: le feste di compleanno. In Spagna, a Madrid, sponda Real, si è levato un polverone per la scelta di Cristiano Ronaldo di festeggiare il suo 30esimo compleanno dopo la batosta, in campo, incassata dall'Atletico Madrid. Tutti indignati. CR7, secondo il popolo madridista, doveva andare a letto e riflettere tutta notte sulla sconfitta. Ma perché? Chi l'ha detto che tenere il muso lungo e gli occhi bassi è la "strategia" da adottare dopo una sconfitta? Magari pensare ad altro, cantare una canzone, gustarsi una fetta di torta può essere molto più salutare e fortificante, no? Personalmente, quando ho una giornata storta, mi piace l'idea d "staccare" per ripartire più forte il giorno seguente… Non credo che andarsene a letto senza magari la cena perché ho fatto il cattivo sia tanto da eroe… Ultimo tassello dell'horror quadro della settimana: la tecnologia. Non avevo mai sentito un dirigente, tra l'altro di altissimo livello, lamentarsi per il malfunzionamento della tecnologia o di chi pigia i bottoni che fanno funzionare il fuorigioco elettronico. Si è sempre detto che errare è umano, ora, però, si mette in dubbio anche la tecnologia. Chissà che avranno pensati gli operatori di Sky e Mediaset che, da anni, ci permettono, in tempo reale, di fotografare l'eventuale fuorigioco… Ora neppure loro sono affidabili. E allora che ce ne facciamo della moviola, se manco ci fidiamo della tecnologia che la dovrebbe rendere certa e indiscutibile? Meglio fare un passo indietro e non per una questione di prospettive…

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tira una strana e “nuova” aria attorno alla Signora. Inter: Zhang e il destino di Pioli (occhio al dato su Simeone). Milan: ultime sul closing (con sorpresa sulla data?). Napoli: un assist a Sarri. E sul regolamento… 14.03 - Eccoci qui. Volevo spiegarvi le regole del calcio. Che sono semplici. Perché se non lo fossero, allora sarebbe un problema. E noi non vogliamo problemi. Quindi eccovi le regole del calcio, così come le abbiamo capite. REGOLA DEL FALLO DI MANO A meno che tu non sia il portiere...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

L’Inter esagera… il Milan anche! Tutti sul carro di Luis, uomo perfetto per il Napoli. Samp, fissa il prezzo! Tavecchio stravince, Abodi ecco dove hai sbagliato… 13.03 - Se dall’altra parte del mondo, un uomo in Sudafrica non guarda le partite di serie A e non legge i giornali, ma vede solo i risultati, penserà che da inizio stagione ad oggi e da una domenica all’altra in Italia siamo impazziti. Prendete l’Inter e portate a Coverciano l’esempio di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.