HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus agli ottavi: ora può arrivare fino in fondo in Europa?
  Sì, la squadra ha le possibilità di tornare a giocarsi la Champions
  No, è presto per fare certi giudizi e servirà un mercato invernale importante
  Sì, col rientro progressivo degli infortunati la squadra è da titolo
  No, troppa la differenza con le big spagnole, inglesi e tedesche

TMW Mob
Editoriale

Tutto sulla cena di Arcore, il centrocampista del Napoli, Conte e la Nazionale e la pista Luisao per la Juve...sicuri che è ferragosto?

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
14.08.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 53001 volte
© foto di Federico De Luca

Stavolta la cena è durata più del previsto, verso le 23.30... Difficile capire subito quale sia stato l'esito. Ma goi argomenti già li conoscevamo: parlare di Dzemaili, parlare dell'attaccante esterno. E se per il centrocampista del Napoli la strategia sembrava chiara, per l'attaccante (il famoso mancino che piace a Inzaghi) la situazione era già abbastanza complicata.
La prima indicazione che scaturisce dalla cena è che il Milan farà solo un esterno d'attacco, con buona pace, almeno per il momento, di Dzemaili. Anche se è presto per chiudere tutte le porte.
Per l'attaccante invece rimane Cerci il più ricercato ma la pista si fa sempre più impervia: Cairo non molla sul prezzo e i corteggiamenti troppo lunghi e troppo pubblici hanno sempre qualche difficoltà di troppo. Dopo aver certificato che Campbell è diventato nelle grazie di Wenger rimangono in piedi due/tre piste che erano nelle intenzioni rossonere già da qualche mese. La più semplice sarebbe Taarabt, costi contenuti, il ragazzo lo conoscono tutti. Ma non è un attaccante esterno. Gli altri due sono due giocatori praticamente impossibili da prendere: Lavezzi e Douglas Costa. Impossibili perché sono molto cari (sia come cartellino che come ingaggio) ma vivono delle situazioni di disagio che potrebbero aiutare il Milan a scalare la montagna (con qualche appiglio in più). Da una parte il PSG non ha voluto rinnovare il contratto al Pocho: questo non ha fatto altro che innervosirlo e così vuole andare via. Il suo entourage lo proporrà in giro, anche al Milan perché no (ma non solo in Italia, problema sempre i costi). Dall'altra la situazione ucraina non si è ancora tranquillizzata, il brasiliano faceva parte del gruppetto di dissidenti ma poi è rientrato allo Shakhtar.
Non è ancora arrivato invece l'ok di Conte per la Nazionale. Ma solo perché non c'è stato contatto diretto. La Figc però sembra voler accontentare Antonio in tutto e per tutto, soldi compresi, facendosi aiutare dallo sponsor tecnico che farà di Conte un'icona per la sua campagna pubblicitaria. Sì agli stage, sì al supercordinamento. Ora manca solo il suo di si, quello più importante...
Spunta invece un nuovo nome per la difesa della Juventus: è Luisao del Benfica. Brasiliano, 33 anni, la giusta esperienza internazionale e grande carisma. È lui l'alternativa al corteggiatissimo Manolas (Arsenal, soprattutto, e in Italia Roma e Napoli) che ieri non ha giocato contro il Bilbao per un problema muscolare, almeno così filtra da suo entourage. Salgono dunque le quotazioni del brasiliano (che ha già un accordo di massima con la Juve per 3 anni a 3 milioni ma dovrebbe liberarsi gratis) mentre scendono quelle di veder Storari con un altra maglia: fra lui e il Sassuolo non c'è accordo completo e soprattutto la Juventus non ha ancora trovato un sostituto.
Il Napoli ha ceduto Fernandez allo Swansea e giura che non lo sostituirà (visto che è arrivato Koulibaly). Arriverà invece un centrocampista e salgono vertiginosamente le quotazioni di Jonatha De Guzman, in prestito dal Villarreal con diritto di riscatto. Difficile convincere gli spagnoli visto che il Qpr sta trattando per un definitivo, ma il Napoli ha dalla sua la volontà del giocatore. Natuaralmente non è l'unica pnista: c'è sempre Obiang della Samp e Fellaini dello United il quale però ora vive una situazione di stallo. Intanto Kramer incassa il gradimento del Napoli e ringrazia
In attesa di sapere invece le intenzioni di Benatia, Sabatini come al solito lavora anche pe il futuro: sta trattando Carbonero del River, incontrando gli agenti. La Roma potrebbe girarlo a un club amico, visto che il ragazzo è extracomunitario.
La Lazio aspetta il momento giusto per lanciare l'assalto definitivo a Stankovic, l'Inter pensa alle uscite: Laxalt va ad Empoli (dove troverà anche Vecino della Fiorentina). Per Silvestre spunta l'ipotesi Besiktas, mentre si arena la trattativa Campagnaro Samp.
A Palermo segnato il destino di Sorrentino che quindi ora sta parlando con il Chievo per uno scambio con Puggioni, l'Udinese ha ufficializzato Kone (5 anni di contratto, 5 milioni al Bologna) ma senza Nico Lopez nell'operazione.
La Samp aspetta di capire il futuro di Romero e aspetta la decisione di mihajlovic su Tavares. Il Cesena ufficializza Brienza. In serie B la Ternana ufficilizza Eramo e riabbraccia Vitale, il Bologna cede Ibson. Yedlin è un giocatore del Tottenham (bruciata la Roma), l'Atletico Madrid sta trattando Schurrle con il Chelsea, Rocchi ha firmato con l'Haladas in Ungheria. E attenzione all'infortunio di Javi Martinez al Bayern: non è che Guardiola torna sul mercato?


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan: le lancette indietro di un giorno. e attenzione alle nuvole nere. Roma: Strootman, calendario decisivo. L'Inter di Kia non trova continuità 10.12 - Per ore intere, giorni e settimane si è parlato del 13 Dicembre. Una volta arrivati in prossimità della data fatidica, abbiamo dovuto un po' tutti cambiare giorno. Una sorta di ora legale moltiplicata per 24. Solitamente si mettono le lancette indietro di un'ora. Questa...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, Verratti nel mirino. Il Lione libera Tolisso. Il Real non fa paura ma Allegri deve far giocare Higuain, Mandzukic e Dybala. Roma, Strootmann indifendibile. Napoli: 26 milioni per Kalinic. Milan, niente mercato 09.12 - Il primo posto nel girone di Champions era un obiettivo e la Juve l’ha conquistato, cosa volete di più? Su questo Allegri ha ragione. E, pensando al sorteggio, è altrettanto vero che se ti chiami Juventus e vuoi andare avanti devi mettere in conto che prima o poi squadre...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan senza closing che cambia? I dilemmi dell'Inter, Napoli arriva l'attaccante... A Torino (tutti) cercano un centrocampista 08.12 - Arrivato dicembre, il freddo, gli addobbi di Natale. Significa che è di nuovo mercato. Operativo. Non come avrebbe voluto il Milan. Il closing fra una settimana non ci sarà: di nuovo un rinvio, stavolta fino al 3 marzo, ancora una volta a mercato chiuso. Ancora una volta una...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Messi-Inter? Parliamo di Gabigol... Milan, tre al prezzo di uno! Dopo Drogba, ecco Eto'o e Tevez 07.12 - Sono anni, forse decenni, che mi interrogo sul perché attorno all'Inter succeda sempre qualcosa che ti lascia a bocca aperta, sbigottito, spesso incredulo. Perché si è solo ipotizzato un possibile matrimonio tra Messi e l'Inter? Non siamo più ai tempi in cui Moratti,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

 Juve: Allegri ha un'idea per il presente, Marotta pensa al futuro: ecco il (super) colpo per l'estate! Inter: la "bomba Simeone" nasconde una verità. Milan e il closing in ritardo: così cambia il mercato. Napoli: occhio a Pavo... 06.12 - Ciao. Volevo commentare insieme a voi gli esiti del referendum, ma mentre ci pensavo mi si è materializzata in testa l'immagine di Brunetta che esulta e se la tira come se avesse qualche merito. Mi sono spaventato. Sono cose più grosse di me: i referendum, non Brunetta....

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, un consiglio a Piero: occhio al tuo "miglior nemico". Udinese, 120 anni di storia e 30 anni di come si fa mercato. Il Verona primo e brutto, l'Alessandria ha già fatto il check-in 05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...

EditorialeDI: Andrea Losapio

401 milioni di euro spesi sul mercato per non vincere nulla: l'Inter è un fallimento conclamato. Closing parola dell'anno a Milano. La fortuna aiuta gli audaci, come Conte 04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.