HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Una grande, grandissima Juve. Da celebrare e da studiare. Ed ecco come proseguirà; anche sul mercato...

14.05.2015 08.16 di Luca Marchetti   articolo letto 74590 volte
© foto di Federico De Luca

La Juventus è in finale di Champions. Siate onesti, siamo onesti. Alzi la mano chi di noi avrebbe scommesso un euro su questo risultato. Vi devo ricordare com'è iniziata la stagione? Con Conte che all'improvviso lascia il ritiro bianconero dopo un confronto con la società? E con Allegri che era stato accolto a fischi e calci all'auto?
E' stato un vero e proprio miracolo. Anzi miracolo significherebbe che la mano di chi ha lavorato in questi anni è stata relativa. Invece la mano (di tutti) si vede eccome. Da quella di Agnelli, che ha dato la giusta direzione alla società, a Marotta e Paratici che sono riusciti a centrare alla perfezione tutti gli obiettivi prefissati, allo stesso Conte che ha contribuito a creare la mentalità, ad Allegri che con sistemi praticamente opposti ha infilato una stagione letteralmente strepitosa.
Ora la Juventus ha la possibilità di fare il triplete. E la sintesi perfetta l'ha fatta Alex Del Piero. Quello che per tutti è "Il Capitano". Un tweet, qualche secondo dopo la fine della partita. "Da Berlino alla B, dalla B a Berlino". Il cerchio si chiude, gli juventini sono letteralmente esaltati. Questa squadra che nel 2006 aveva trovato il suo apice è stata catapultata in B dopo calciopoli ma con i campioni del mondo che sono rimasti anche all'inferno. E da lì sono tornati di nuovo sul tetto del mondo.
E' tutto nel segno della B. Buffon: ultimo finalista juventino ancora in attività (Manchester 2003), campione del mondo, juventino anche in B. B come serie B, appunto. B come Barcellona, l'avversario forse più temibile mai esistito. Il Barcellona che negli ultimi dieci anni ha giocato 8 semifinali e vinto le tre finali che ha giocato. Ma forse a Barcellona non si ricordano che l'ultima a batterli in finale è stata proprio un'italiana (Milan, 1994). B come Berlino, il luogo della finale.
Ora cari juventini godetevi il risultato straordinario che la Juventus ha ottenuto sul campo. Ma Marotta e Paratici non hanno certo finito ora il lavoro. Anzi il loro inizia proprio adesso.
Intanto già nelle prossime ore incontro a Vergiate con Zamparini e l'entourage di Dybala. Ormai è praticamente fatta. Salvo clamorose sorprese si chiude. Offerta da 28 milioni di euro più otto di bonus (molto difficili da raggiungere) più due contropartite. Goldaniga (ora al Perugia) e uno fra Magnusson, Spinazzola e Lanini.
E poi Cavani. Ancora mancano dei dettagli da definire per perfezionare l'accordo con il giocatore. Prima di andare a parlare con il PSG la Juventus vuole avere la certezza che il ragazzo sposi il progetto bianconero.
Insomma la Juve continua a pensare in grande. L'appetito (a proposito di ristoranti) vien mangiando.
E nella serata della Juventus uno sguardo anche in casa Inter, visto che sarà il prossimo avversario in campionato: Icardi ha praticamente trovato l'accordo per il rinnovo. C'è un'intesa di massima: contratto fino al 2019 da circa 3 milioni di euro, con il 50% dei diritti di immagine che andranno al giocatore. Ci vorrà ancora un po' di tempo per limare i dettagli. Mentre invece rescinde Robinho con il Milan.
Ma questa è la serata della Juventus. La serata della vittoria della programmazione. Solo un dato, senza andare a fare analisi troppo approfondite. La Juventus prima di questo ciclo "economico" aveva un fatturato di circa 150 milioni di euro. Ora ne fattura circa 300 ed ha un passivo di 8 milioni.
E' riuscita a crescere non solo comprando giocatori forti ma creando una struttura societaria forte. Più si incassa più si spende. Uomini giusti al posto giusto, non solo in campo (fondamentale) ma anche in panchina (altrettanto fondamentale) ma anche dietro la scrivania. In questo momento è una macchina in cui tutto funziona alla perfezione.
E bisogna pubblicamente fare i complimenti a chi è riuscito in questa impresa, a tutti i livelli. Non solo perché è un'italiana. Battuto il Real che di milioni di euro ne fattura il doppio e le cui campagne acquisti sono faraoniche ma sicuramente senza equilibrio. Abbiamo celebrato il Borussia Dortmund (arrivato in finale dopo essere stato sull'orlo del fallimento). Sarebbe il caso di studiare (o far studiare) anche il modello Juve (che peraltro il Borussia l'ha battuto).
Ora è proprio il caso di dirlo: tenetevi forte. Almeno fino alla finale, non solo per il mercato!

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il futuro di Allegri, Sousa, Spalletti, Sarri e la carta Ranieri: novità e previsioni su uno dei più grandi domini degli allenatori del calcio italiano 26.02 - Mentre il Napoli ha ufficialmente detto addio ai sogni Scudetto, la Juventus vola spedita verso l'ennesimo titolo. Sì, dietro c'è la Roma, arrembante, vigorosa, ma la sensazione è che per l'ennesima volta la proprietà americana resterà a bocca asciutta mentre a festeggiare sarà Massimiliano...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri-Bonucci: tutta una finta! Il 3 Marzo del Milan, il 24 Febbraio della Roma. Arbitri: Carnevali come Donadoni. 25.02 - Ci avevano convinto. Erano stati proprio bravi. In diretta, il primo commento di pelle alle "parole grosse" fra Allegri e Bonucci, era stato "non è per forza un male". Ma l'approfondimento, forse solo una battuta..., era stato ancora meglio: "Hanno fatto finta di litigare, visto che...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sousa verso l'esonero, disastro Fiorentina. E adesso Kalinic può andare in Cina. Ranieri finito il fattore C. Allegri, ecco perché andrà via. Dybala firma fino al 2021 24.02 - Succede l’incredibile a Firenze. La Fiorentina in vantaggio per 2-0 dopo l’1-0 dell’andata, si fa battere 4-2. Un crollo verticale di una squadra che chiude la stagione qui, a febbraio: fuori da tutto. E adesso? Dopo la contestazione a caldo, allo stadio, nella notte c’è stato un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sarri prigioniero del Napoli, divorzio impossibile. Chelsea accelera per Bernardeschi, ieri mezza Europa a seguire l'asso viola. Milan, pronti cento milioni per il mercato. Spalletti prima scelta per la Juve 17.02 - Le accuse a Sarri, inaspettate e immotivate, del presidente De Laurentiis (con due i, mi raccomando) hanno fatto saltare in aria lo spogliatoio del Bernabeu e trasformato una onesta sconfitta in un’altra drammatica puntata della serie "I due nemici". E adesso cosa succederà? Ho...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.