HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Una settimana chiave per la Juve pronta per i tre colpi. La pazienza dell'Inter con i centrocampisti, i conti del Milan per gli attaccanti. Senza (tanti) soldi ci si arrangia

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
10.07.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 57680 volte
© foto di Federico De Luca

Partiamo dalla Juventus che dopo aver venduto per trovarsi in casa un piccolo tesoretto per potersi permettere ora di lanciare l'offensiva. Evra per l'esperienza (e per poter passare con più serenità alla difesa a 4) è il più vicino. Trattativa apertissima ed è possibile anche che si chiuda in queste ore.

Di sicuro invece bisognerà aspettare (anche se non molto) per gli altri due. Ovvero Morata e Iturbe. La Juventus è ottimista. Intanto per Morata il prezzo è fissato: 18 milioni (da pagare in 4 anni), si parla soltanto della recompra (in pratica del riscatto in favore del Real, valido per due anni). La Juventus la vuole a 36, il Real a molto meno. Si parlerà ancora (ora al telefono) anche fra Morata e Real per il rinnovo del contratto, necessario per chiudere l'operazione.

Anche per Iturbe non è ancora fatta. La Juve è convinta di poter chiudere, ma bisognerà aspettare l'incontro decisivo con il Verona. I bianconeri non hanno aumentato l'offerta, il Verona aspetta e nel frattempo ascolta anche le altre squadre che si sono interessate a Iturbe. Quindi dire che è tutto a posto è eccessivo. Che la Juve è in vantaggio sì.

Anche l'Inter si trova nella condizione di aspettare. Aspettare M'Vila ormai non fa più notizia. La trattativa per i nerazzurri è bella che finita. Da tempo, non arriva però il benedetto ok dei russi. Qualcuno dice che perché vorrebbero che il giocatore diminuisse l'entità della buonauscita. Yoanne non si muove da Milano, passeggia in centro. Magari fa in tempo ad aspettare anche Medel. Il cileno ha detto sì all'Inter con grande entusiasmo. Sarebbe davvero felice di poter venire a giocare in Italia. L'Inter l'ha capito e vuole accontentarlo. E ha fatto un'offerta tra i 6 e i 7 milioni per il centrocampista. Ha già fatto un bel passo avanti (rispetto al prestito) ora tocca al Cardiff capire che l'Inter non sta scherzando, che loro sono retrocessi e che il giocatore in B non scende (e non va neanche in Russia) e che quindi gli 11 che chiede sono veramente troppi. Ecco perché serve la pazienza.

Ha provato ad averne anche Rami che invece torna (almeno per il momento) a Valencia. Il Milan ha fatto un'offerta: precisa. 3 milioni 750mila euro. E da lì non si sposta. Il Valencia ne chiede 4 milioni e 250mila. Quindi braccio di ferro. Intanto però Matri va al Genoa (previste visite mediche nelle prossime ore) e si continua a parlare di Vrsaljko. E' chiaro che però il piatto forte sia l'attaccante esterno. E in questo momento il nome sul quale ha puntato il Milan è Cerci. Costa meno rispetto ad Iturbe, guadagna più o meno lo stesso. Il problema è che anche per prendere Cerci il Milan ha bisogno di vendere comunque Robinho. Altrimenti non avrebbe la forza di poter andare a strappare al Torino il giocatore.

Proprio il Torino ha offerto ieri 2 milioni per Quagliarella, uscendo allo scoperto. Ne servono almeno il doppio, nei prossimi giorni si vedranno anche i direttori sportivi per capire se l'operazione può andare avanti. Quagliarella piace molto anche al Verona e alla Samp, ma per ora il Toro è in vantaggio.

A proposito di Samp: offerto un biennale a Samuel. Il giocatore ci pensa, almeno un paio di giorni. Che sia un momento di attesa lo si capisce anche dalla Fiorentina. Un attesa particolare, quasi strategica. La famiglia Della Mano ha uno dei giocatori più importanti del panorama internazionale: Cuadrado. Il suo procuratore è stato a Barcellona: nessun contratto in tasca, prima bisogna parlare proprio con la Fiorentina, per capire come vuole gestire la situaizone la società.

Intanto ieri incontro con il Verona per decidere il futuro di Romulo: la situazione è questa. Il Verona lo riscatta a 3 milioni e mezzo, la Fiorentina avrà la priorità per riprenderlo (se vorranno) altrimenti il Verona lo tiene per poi venderlo (magari al doppio). Intanto il Verona ha preso Obbadi dal Monaco (centrocampista 30enne). Il Cagliari ha preso Balzano (svincolato dal Pescara), Crisetig (prestito biennale dall'Inter) e si è inserita a sorpresa per Pavoletti (che stava parlando anche con il Genoa). In queste ore il Palermo ci prova per Joao Silva (attaccante del Bari) e sta chiudendo per Chochev centrocampista del CSKA Sofia (lo voleva anche il Monaco), alla Samp piace Duncan, il Cesena ha preso Nica, l'Empoli ha preso Sepe, il Chievo ha ufficializzato Birsa.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.