HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Unay Emery, grandi referenze e firma per il Siviglia. Ancelotti, la finale del Real parte dalla lite di settembre con la squadra. Conte, il futuro oltre il tweet. Gattuso, no Varese, no Monza, no Videoton

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
24.05.2014 00.00 di Mauro Suma   articolo letto 34274 volte

Unai Emery, il nuovo Rudy Garcia. Il nome che spariglia, il prospetto che non ti aspetti. E' pressochè impossibile che possa allenare il Milan, in primis perché il Milan un allenatore ce l'ha, Clarence Seedorf, e in secundis perché sono pochissimi i giorni che separano il tecnico basco dalla firma effettiva per il rinnovo del contratto con il Siviglia e i tempi sono strettissimi, sostanzialmente proibitivi, per qualsiasi squadra italiana volesse pensare anche lontanamente di avvicinarlo. Però il dovere di ogni grande Club è quello di tenersi aggiornato su tutte le situazioni in divenire e su tutte le posizioni non definite e se nel farlo capita che osservatori di primo piano del calcio italiano esprimano un giudizio non solo lusinghiero ma soprattutto credibile e affidabile su un allenatore di prospettiva, è abbastanza normale che si crei un interesse. Non allenerà dunque nel massimo campionato italiano Unai Emery la prossima stagione, ma è positivo che il calcio italiano allarghi i suoi orizzonti, si tenga informato su nomi nuovi al di fuori dei soliti noti. Lo ha fatto anche il Monaco con il portoghese Jardim, come avevamo anticipato qualche settimana fa. Dal canto suo Unai Emery è fresco, aggiornato, competitivo, collaudato. Lancia i giovani, gioca con coraggio. Buon per il Siviglia.

E' il giorno della Finale per Carlo Ancelotti, un grande giorno. Un giorno che viene da lontano, dalla fine del mese di Settembre. Un giorno nel quale i big dello spogliatoio del Real Madrid chiedono e ottengono un colloquio con l'allenatore nel suo ufficio alla Ciudad Deportiva. Detto, fatto, La squadra si sfoga: Mister così non va, non ci troviamo, con questi metodi di allenamento non veniamo al campo con piacere. Queste situazioni sono il pane di Carlo Ancelotti. Non c'è nessuno come lui che sappia girare dalla sua parte momenti del genere. Carlo Ancelotti in quel giorno di fine Settembre 2013 ascolta e fa buon viso. Chiede proposte costruttive per cambiare, le valuta e in gran parte le accetta. Debolezza? Certo che no, forza e risultati. Carlo dà e Carlo ottiene. La squadra trova pace e oggi è in Finale di Champions League. Esattamente come è accaduto al Milan dal 2003 al 2007.

Antonio Conte e Juventus, tutto qui? Fino a quando varrà il tweet di lunedì 19 Maggio? E' la parola fine o una frase interlocutoria? Sono tante le domande che scandiscono i giorni bianconeri. I sorrisi e la serenità di Antonio Conte a Melfi all'inizio di questa settimana rassicurano il popolo juventino. Ma sotto traccia umori e sentimenti sembrano ancora in movimento. E' un matrimonio importante quello fra Conte e la Juventus ed è destinato evidentemente a continuare, ma c'è forse ancora qualcosa da riannodare dopo il detto e il non detto delle ultime settimane. Adesso è estate, non si parla, non si gioca. Ma quando si tornerà a farlo, quel tweet difficilmente potrà avere una lunga gittata. E dovrà essere rafforzato o amplificato da altri fatti, da altri eventi. Altrimenti rischia di rivelarsi piuttosto debole. I matrimoni possono continuare, e questo vale anche per il Milan sul fronte del suo allenatore Clarence Seedorf (il cui compenso è extra rispetto alla pianificazione economica 2013-2014 del Club rossonero e su questi temi di fondo sia tecnici che economici la giurisdizione di Silvio Berlusconi come sempre è totale), anche dopo qualche settimana di silenzi rumorosi e di frasi di segno opposto. Ci sta nel calcio e ci sta nella vita. Ma è normale che i monitor mediatici siano destinati a rimanere accesi.

Rino Gattuso soffre da tifoso per il suo Milan, ma oggi è un allenatore, un professionista che non vuole star fermo e che non starà fermo per un anno intero. L'anno prossimo Rino Gattuso allenerà. Dove? Una settimana fa avevamo ipotizzato il Varese, ma non sarà così. La pista non è calda e non si riscalderà, con tutto il rispetto, per tanti motivi. Altri hanno scritto del Monza, questa settimana. C'è stato un confronto, ma non avrà sviluppi concreti. E la stessa opzione Videoton appartiene ormai al passato e non avrà sbocchi di carattere professionale per Rino. Le proposte per Gattuso non mancano. Si va da una Serie B di buon livello in Italia a squadre estere. Rino è nato sul mare ed è un mediterraneo doc. E in questo senso all'estero non mancano campionati e città, anche isolane, intriganti. Fra non molto sapremo.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.