HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
L'avvocato del diavolo

Il mercato più freddo e grigio della storia, finalmente è finito...

Claudio Pasqualin (Udine, 30 maggio 1944) è un procuratore sportivo e avvocato italiano del Foro di Vicenza, esperto di diritto sportivo. È stato vicepresidente dell'AIC, presidente di AssoProcuratori ed è attualmente presidente di AvvocatiCalcio.
03.02.2016 17.48 di Claudio Pasqualin   articolo letto 46197 volte
© foto di Federico De Luca

Finalmente il cosiddetto mercato invernale, uno dei più freddi e grigi della storia, è finito. E' ormai evidente a tutti (tranne a chi lo organizza) che è un obbrobrio senza senso, un interminabile mese senza capo ne coda che se non completamente abolito andrebbe quantomeno ridotto e ricollocato. Così com'è, interminabile e invasivo col campionato in corso, non piace a nessuno. Non piace agli allenatori cui sottrae i giocatori in corso d'opera, non piace ai calciatori (sempre con la valigia in mano) e non piace neppure ai mezzi d'informazione data la fastidiosa interferenza con il calcio giocato. Non si capisce proprio perché di anno in anno si perpetui un così macroscopico errore. Se proprio un "mercato di riparazione" si deve fare, lo si faccia! Ma lo si organizzi durante la sosta invernale che però non dovrà più coincidere con il periodo natalizio, anzi, in quel periodo si dovrà proprio giocare come si gioca nella virtuosa Inghilterra. La sosta dovrà essere un po' abbreviata e posta subito dopo Santo Stefano che deve essere "santificato" dalla gente proprio con una bella abbuffata di calcio. Poi si riprenderà il campionato con l'Epifania. Sono dieci giorni di "astinenza" per i tifosi e chiaramente un po' di riposo in meno (rispetto a quello, lunghissimo, di quest'anno) per i 500 (non ho detto cinquemila) calciatori o "lavoratori del pallone" che dir si voglia, che per affrontare la partita il giorno della Befana dovranno riprendere gli allenamenti subito dopo i (moderati) festeggiamenti per l'arrivo dell'anno nuovo. Dieci giorni di lavoro pieno, invece, per tutti gli operatori di mercato che andrebbe così organizzato appunto in coincidenza con questa breve sosta invernale. Mercato invernale da aprire il 27 dicembre e da chiudere il 4 gennaio, in modo che, alla ripresa, tutte le squadre possano ripartire con i nuovi e definitivi organici. Non come succede oggi con gli stravolgimenti degli organici "in corso d'opera". Quindi riassumendo: sosta invernale breve coincidente col calciomercato. Ecco una novità che farebbe bene al calcio. I tifosi che hanno più tempo libero meglio sopporterebbero la (più breve!) astinenza da stadio (o divano televisivo) assumendo il metadone del "calciomercato". Gli allenatori non dovrebbero più registrare partenze o arrivi (più o meno graditi) durante il campionato. Gli unici che potrebbero storcere il naso sono i cosiddetti "operatori di mercato" (dopo la pilatesca e sciagurata "riforma Blatter" non si sa più come chiamarli) che dovrebbero "correre" per i loro affari con il rischio del panettone di traverso. Ma tant'è: nell'immaginario collettivo, guadagnano abbastanza bene per potersi esporre al rischio di qualche..indigestione. Ma sapete perché questa utilissima, quasi ovvia, riforma non si farà? E' presto detto: perché la FIGC deve attenersi ai desiderata della FIFA, cioè di un elefante burocratico che le riforme eventualmente le vara non prima che sia passato qualche lustro dall'averle pensate. E la FIFA, casomai alla FIGC venisse mai in mente di proporre una siffatta novità, replicherebbe con l'esigenza di armonizzare i tempi del mercato con quelli delle altre federazioni: Andorra e Zambia comprese.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie L'avvocato del diavolo
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
21 gennaio 1971, Djalma Santos dà l'addio al calcio: il miglior terzino destro della storia Il 21 gennaio 1971 all'età di quarantuno anni Djalma Santos dà l'addio al calcio, dopo una gara contro il Gremio. E' stato considerato...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Mariano Izco Emanuela Zappalà, compagna del centrocampista argentino del Chievo Mariano Izco, è stata ospite della trasmissione di...
FANTACALCIO, INDISPONIBILI dopo la 21^ giornata...IN AGGIORNAMENTO Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di recupero,...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 gennaio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 22 gennaio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.