HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
La scheda di Carlo Nesti

Nesti: "Come evitare che il Parma falsi il campionato"

Altri temi trattati: Curdi e il calcio - Marocco squalificato
10.02.2015 09.55 di Chiara Biondini  Twitter:    articolo letto 13303 volte
Fonte: Carlo Nesti - Radio Vaticana

Il Parma rischia di alterare il campionato

"Alla vigilia di Natale, - dice Carlo Nesti al Direttore della Radio Vaticana Italia Luca Collodi - lanciai l'allarme, dicendo queste parole: "E' normale che, con un fatturato per le nostre società più ricche, che è la metà dei colossi esteri, si cerchi un aiuto al di fuori dei nostri confini. Ma attenzione ai millantatori, che cercano solo un modo per entrare nel business, senza le risorse necessarie". Purtroppo, sono stato facile profeta, perché l'albanese Taci è sparito, e il Parma si sta disintegrando, con tesserati senza stipendio da mesi, e la prospettiva di mandare in campo i ragazzi delle categorie giovanili, falsando il campionato. Nelle Leghe professionistiche americane, questo non sarebbe mai accaduto, perché i giocatori vengono pagati dalla Lega, che gira loro l'assegno ricevuto dai club. Nel caso ciò non accada, la Lega attinge dai propri fondi, perché il bene supremo è proprio la regolarità del torneo. Io credo che un salvataggio di questo genere, in casi estremi, sia da introdurre anche da noi, modificando le normative".

Il calcio come sogno dei bambini curdi
"Durante il lungo assedio delle milizie islamiche dell'Isis, i mille bambini di Kobane, cittadina siriana curda, hanno cercato distrazione e svago alle prese con palloni di stracci. E' uno scenario che ci ricorda come noi stessi eravamo, perché in tanti angoli dell'Italia, nei momenti più atroci della guerra e della miseria, sono sempre stati gli stracci, messi insieme, a regalare ai meno fortunati l'illusione di una sfera da calciare. Oggi, casomai, volano gli stracci fra i "signori" del nostro calcio, a furia di parole grosse, e ciò ci intenerisce molto di meno. A Kobane abitavano 100 mila persone, ma solo in 7 mila hanno scelto di rimanere, fra le quali proprio 1000 bambini, perché tutti gli altri hanno varcato il confine con la Turchia. Ed è terribile, a poche centinaia di metri da questo confine, vedere un campo di calcio vuoto, perché è troppo pericoloso superare quel limite. E così la visione resta un simbolo, un miraggio, e un sogno di libertà".

I lunghi rigori della Coppa d'Africa
"La Costa d'Avorio ha battuto per 9-8 il Ghana, dopo una lunga serie di rigori, e Gervinho è stato uno dei grande trascinatori della squadra, mancando molto alla Roma di questo periodo. Anche in Coppa d'Africa, la tensione è stata una sgradita protagonista, visto che la semifinale Ghana-Guinea Equatoriale è stata interrotta, per tafferugli fra i tifosi. Il fatto che il Marocco sia stato squalificato per 2 edizioni, non avendo voluto ospitare la manifestazione per i pericoli provocati dal virus di Ebola, mi lascia perplesso. Ritengo che, ormai, il calcio non possa più pretendere di vivere sotto una campana di vetro. Quando era un gioco, poteva averne i diritti, ma ora che è ben altro, a livello planetario, deve fare i conti con la realtà, che lo circonda. Occorre buon senso: guai a cancellarne l'autonomia, che spesso ha consentito riavvicinamenti straordinari fra popoli, razze e religioni, ma guai anche a mantenere in vita lo slogan "the show must go on" a tutti i costi. Credo che le soluzioni di compromesso, tipo cambiare sede, ma senza squalificare il Marocco, che si era posto scrupoli fondati di livello sanitario, non siano una vergogna, ma un vanto delle persone intelligenti".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie La scheda di Carlo Nesti
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
20 gennaio 1983, muore Manè Garrincha: fu l'Angelo dalle gambe storte Il 20 gennaio 1983 muore a Rio de Janeiro Manoel Francisco dos Santos, per tutti semplicemente Manè Garrincha. Ala destra dalla enormi...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Emanuele Giaccherini Per la rubrica L'altra metà di... in onda su TMW Radio, Barbara Carere ha intervistato, Dania Gazzani, moglie...
Fantacalcio, Le Fantasfide della 21^ Giornata L'obiettivo di questa rubrica è presentare ai nostri lettori fantallenatori le più intriganti Fantasfide di giornata. Vi presentiamo le varie sfide in...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 20 January 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi Friday 20 January 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.