HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus agli ottavi: ora può arrivare fino in fondo in Europa?
  Sì, la squadra ha le possibilità di tornare a giocarsi la Champions
  No, è presto per fare certi giudizi e servirà un mercato invernale importante
  Sì, col rientro progressivo degli infortunati la squadra è da titolo
  No, troppa la differenza con le big spagnole, inglesi e tedesche

TMW Mob
La scheda di Carlo Nesti

Nesti: "L'esempio di Gattuso ai politici italiani"

14.01.2015 10.24 di Chiara Biondini  articolo letto 18299 volte
Fonte: Carlo Nesti

(Altri temi trattati: #Palestina in Coppa d'Asia - #Bilal squalificato 99 anni – I giocatori e #Twitter)

L'esempio di Gattuso ai politici italiani

"Gennaro Gattuso - dice Carlo Nesti alla Radio Vaticana Italia (Direttore: Luca Collodi) - era approdato all'OFI Creta, come allenatore, nella speranza di guidare una squadra "normale". Al contrario, si è trovato al cospetto di una disorganizzazione assoluta, che lo ha costretto anche a svolgere supplenze come dirigente, con il mancato versamento dello stipendio ai giocatori. Dopo essersi già dimesso a ottobre, lo ha fatto, definitivamente, a dicembre, ma anche adesso, che non c'entrerebbe più nulla con la società, ha compiuto uno splendido atto di generosità. Ha provveduto a pagare di tasca propria gli emolumenti dei giocatori, per un totale di 50 mila euro. Al di là dell'episodio, vorrei rimanessero impresse 2 cose: "dimissioni" e "di tasca propria". Domanda: nella politica italiana, e anche altrove, quante persone sono disposte a dimettersi, oppure a rimetterci dei soldi, quando qualcosa, di cui si ha una anche solo parziale responsabilità, non funziona? Ecco: credo che la risposta se la possano dare da soli gli ascoltatori".

La Palestina, per la prima volta, in Coppa d'Asia

"Dal 9 al 31 gennaio, si sta disputando la sedicesima edizione della Coppa d'Asia, per la prima volta in Australia, e per la prima volta con la partecipazione della Nazionale di Palestina. E' una rappresentativa, che ha già una storia tormentata, quasi quanto quella del suo paese. Nel 2006, era addirittura in testa al girone di qualificazione ai Mondiali di Germania, ma Israele negò il permesso di viaggio a metà della squadra, per la trasferta decisiva in Uzbekistan, persa per 3-0. Nel 2010, furono ben 3 i nazionali uccisi durante l'operazione "Piombo Fuso". Lo sport, a livello di vertice, a partire dalla diplomazia del ping pong fra Stati Uniti e Cina nel 1971, è stato più forte, nel massimo momento di aggregazione dei Giochi Olimpici, del terrorismo del '72, e dei 4 boicottaggi olimpici dal '76 all''88. Speriamo che anche per la Palestina, in particolare per tutti gli amici islamici non integralisti, e pacifici, ci sia, un giorno, un lieto fine".

Bilal giocava in Israele e in Palestina

"La storia di Atef Abu Bilal potrebbe anche sembrare comica, se non fosse, sportivamente, drammatica. Il centrocampista era tesserato con una società di quinta serie israeliana, ma è stato sorpreso mentre giocava a calcio anche con una squadra palestinese. Quando si è scoperto che il giocatore apparteneva, effettivamente, a 2 società di 2 nazioni diverse, è stato squalificato. Rischiava di essere radiato, ma, per un errore del computer, Bilal è stato interdetto dal gioco "solo" per 99 anni, per cui potrà tornare a giocare a 129 anni. Ora, a parte l'assurdità di una punizione del genere, è giusto che, in casi del genere, scatti una pesante squalifica. A me piacerebbe, però, che la FIFA gli assegnasse un compito, e cioè quello di girare il mondo, più che per denunciare il suo errore, soprattutto per spiegare altro. Intendo dire come lo sport possa consentire a un atleta di essere accettato sia da una squadra israeliana, sia da una squadra palestinese. Sarebbe, comunque, anche nella colpa, un bel segnale di pace".

La comunicazione Twitter dei giocatori

"C'era una volta l'epoca, che ho vissuto io da giovane, in cui era permesso avvicinare tutti i giocatori, alla fine degli allenamenti, e addirittura intervistarli sotto le docce, alla fine delle partite. Sto parlando degli anni Ottanta, e non di molti decenni fa. Ora, visto che il mondo del calcio è blindato, e si parla solo quando lo decidono le società, esiste un altro modo per i giocatori di esprimersi liberamente, e per i giornalisti di raccogliere dichiarazioni. Twitter equivale a una sorta di addetto ai media e ai tifosi degli atleti, e, siccome siamo ancora agli albori, vedrete che presto pure qui cambierà un certo modo disinvolto di comunicare. Anche perché le frasi delle fidanzate, o mogli dei giocatori, nel "circo del gossip", pesano quanto quelle dei partner. Penso alla fidanzata di Cerci, che, quando Alessio andò all'Atletico Madrid, appena 4 mesi fa, twittò: "Addio Serie A, andiamo nel calcio che conta". Il suo ritorno frettoloso proprio in Italia, con la maglia del Milan, credo che insegnerà alla Signora Cerci una maggiore umiltà".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie La scheda di Carlo Nesti
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - I Collovoti: "Allegri scelte discutibili, Inter da Jekyll e mr Hyde" Fulvio Collovati, ex calciatore di Milan e Inter, ha parlato a TMW Radio questa mattina per dare i suoi voti all'ultima...
La Juve si riaccende, ritrova lo spirito e spegne l'Atalanta, anche se non potrà mai essere il Leicester italiano, rimane...
Il Milan e il closing, ci siamo. Da Tassotti a Lentini, le mie esperienze con Berlusconi Sembra quasi impossibile ma ormai, a un passo dal cosiddetto closing, Berlusconi è sul punto di lasciare il Milan. La...
In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente...
L'altra met� di ...Fabio Cannavaro Daniela Arenoso, moglie di Fabio Cannavaro, attuale tecnico del Tianjin Quanjian, ex giocatore di Juve, Napoli e Inter,...
 Un talento al giorno , Lamine Fomba: piccoli Vieira crescono Piccoli Vieira crescono. Il paragone forse è eccessivo (al momento), ma Lamine Fomba è uno di quei giocatori da tenere sotto...
FANTACALCIO, Indisponibili dopo la 15^ Giornata...IN AGGIORNAMENTO Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di...
Il 6 dicembre 1978 il Milan perde 3-0 dal Manchester City nella partita di ritorno degli ottavi di finale di Coppa Uefa e viene...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  06 dicembre 2016

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 06 dicembre 2016.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.