HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Lega Pro

Akragas, Di Napoli: "Orgoglioso dei miei ragazzi. Ci riscatteremo"

27.11.2016 22.55 di Stefano Sica   articolo letto 2499 volte
© foto di Emanuele Taccardi/TuttoMatera.com

L'esperienza della Paganese contro le ingenuità e la mancanza di cinismo dell'Akragas. Questa la chiave di lettura del tecnico dei Giganti, Lello Di Napoli, dopo la sconfitta della sua squadra al Torre. Uno stop che, a suo dire, non ridimensiona orgoglio e carattere dei suoi.

CARATTERE MA POCA INSISIVITA' IN FASE OFFENSIVA - "Purtroppo la differenza l'hanno fatta i giocatori di esperienza della Paganese, penso a Pestrin o Reginaldo. Abbiamo creato 3-4 palle-gol importanti ma sono stati loro a finalizzare perché hanno avuto più qualità e freddezza. Da troppe partite non riusciamo più a vincere ma ho visto una squadra che ha onorato la maglia, che ha un'anima. Non posso dire nulla ai ragazzi e sono orgoglioso di loro perché non si sono arresi mai: hanno corso e lottato anche sul 2-0. Ora dobbiamo solo voltare pagina. Poi è ovvio che dobbiamo lavorare sui nostri deficit. La nostra è una mentalità propositiva: giochiamo sempre palla da dietro e riusciamo anche a cambiare vari moduli in partita. Quando teniamo alta l'intensità, e siamo bravi ad accorciare senza far pensare gli avversari, ce la giochiamo con tutti. Ma se concedi un piccolo spazio ad uno come Reginaldo, ti punisce. Ed era logico che ci allungassimo nel tentativo di riprendere la partita. Ho una squadra giovane e la società vede che giochiamo bene. Cochis aveva una tallonite e anche Zanini veniva da un infortunio, così come Marino che è stato stoico pur avendo una infrazione al dito. Avessi fatto giocare i primi due dall'inizio, avrei corso il rischio di perderli. Non mi sembrava il caso di impiegarli subito. Ho cambiato vari moduli cercando sempre di dare delle certezze ai giocatori perché durante la settimana lavoriamo su tante situazioni di gioco. Ma, quando devi recuperare una partita, è normale che finisci per allungarti. Noi le partite le onoriamo, al di là del risultato. Ma continuando così, raccoglieremo i frutti. Dall'altro lato, comunque, avevamo un avversario con giocatori importanti: Reginaldo è uno che sa mantenere palla ed Herrera è bravo ad attaccare gli spazi. Per non parlare di Deli. La Paganese è una signora squadra che peraltro è brava nelle ripartenze con Cicerelli. Faccio i complimenti al loro portiere che ha fatto una parata strepitosa sull'1-0. E' un '97 molto interessante".

QUESTIONI SOCIETARIE - "Io guardo solo all'aspetto tecnico. Tuttavia abbiamo un pubblico caloroso ed è normale che la società debba accelerare una soluzione in questo senso".

IL RITORNO A PAGANI - "Una bella sensazione. Ho vissuto un anno bellissimo con tanti amici e ricordo che eravamo inizialmente in una situazione burrascosa. Ma la passione dei paganesi ci fece andare avanti e alla fine ci piazzammo anche bene, conseguendo vittorie importanti come a Lamezia e a Locri o in casa col Milazzo".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Lega Pro
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
22 gennaio 1997, Cesare Maldini debutta da ct della Nazionale contro l'Irlanda del Nord Il 22 gennaio 1997 Cesare Maldini debutta da ct sulla panchina della Nazionale. La partita era quella amichevole contro l'Irlanda del...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Mariano Izco Emanuela Zappalà, compagna del centrocampista argentino del Chievo Mariano Izco, è stata ospite della trasmissione di...
FANTACALCIO, INDISPONIBILI dopo la 21^ giornata...IN AGGIORNAMENTO Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di recupero,...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 gennaio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 22 gennaio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.