HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Lega Pro

Parma, Ferrari: "Decisione dolorosa ma necessaria. Vincere un dovere"

23.11.2016 11.34 di Ivan Cardia  Twitter:    articolo letto 5305 volte
© foto di Giovanni Padovani

Conferenza stampa in casa Parma, dove il vicepresidente Marco Ferrari è intervenuto per spiegare il terremoto di ieri. Ecco quanto riportato da parmalive.com: "Questa società ha sempre agito seguendo il principio di delega, pensando non fosse il proprio mestiere immischiarsi nelle decisioni tecniche e cercheremo di tornare a farlo il prima possibile. Al tempo stesso il principio di delega necessità però la capacità di valutazione, del lavoro di chi è delegato. La valutazione è stata assolutamente positiva l'anno scorso, chi ha preso in mano la squadra l'anno scorso ha fatto bene partendo da zero, un percorso non scontato, si sono meritati la conferma. Dopo cinque mesi della nuova stagione, la valutazione del nuovo percorso non è stata positiva. Non si tratta di una partita o di un risultato: questa proprietà non ha mai imposto a nessuno di andare in Serie B. Sentiamo però l'obbligo di fare meglio e in questi cinque mesi non abbiamo visto, e questo è stato preoccupante, la possibilità di migliorare i propri limiti. E' importante accettarli, capirli, lavorarci sopra e fare un percorso di miglioramento, facendo un passo avanti verso un obiettivo che non è vincere ma dimostrare la possibilità di farlo. Riuscire ad avere un gioco, una competitività, che noi non abbiamo visto. Con il Consiglio di Parma Partecipazioni Calcistiche, abbiamo così deciso di cambiare l'area tecnica, sperando di migliorare. In questi mesi ci è stato spiegato che il lavoro impostato a livello tecnico non era il lavoro di una persona, ma di un intero staff ed è per coerenza che la decisione ha coinvolto tutto lo staff. L'allenatore di solito è il capro espiatorio di queste situazioni, ma non qui. Questa decisione, dolorosa perché a queste persone siamo legati da amicizia e non solo da un rapporto lavorativo, è stata presa ieri. Scala non ha condiviso questa decisione, come era probabilmente presumibile e con un enorme coerenza ha rassegnato le dimissioni.

Dopo aver illustrato i fatti, vorrei ringraziare Lorenzo, Andrea e Gigi per quanto fatto per il Parma, sono stati fondamentali con il loro lavoro per il primo passo del Parma. Nessun tifoso potrà mai smettere di ringraziare per quanto hanno fatto. In alcuni casi la vita ti porta ad assumere delle decisioni ma il rispetto per le persone trascende. Parlando di Gigi, io credo che il Parma non abbia mai avuto un allenatore con un senso di appartenenza così spiccato come il suo. Come seconda considerazione, forse per la proprietà sarebbe stato più facile e comodo rimanersene elengantemente in disparte, visto che avevamo delegato. Però nel momento in cui, giusto o sbagliato che sia, tutti i proprietari, si erano convinti che la stagione avesse preso un'inerzia negativa, credo che rimanere in disparte non sarebbe stato corretto verso noi stessi e i novemila abbonati. Nello sport vincere non è mai scontato, non lo pretendiamo da nessuno, non lo faremo in futuro, ma provare a vincere e competere è un dovere di chi si è imbarcato in questa avventura. Per cui abbiamo deciso di intervenire, per quanto possa essere complicato e doloroso. Come sapete la squadra è affidata a Morrone, in una giornata triste come quella di ieri, la grinta che ha mostrato è stata davvero una luce. Si è messo subito a studiare l'Ancona, il nostro futuro è sabato, ci aspettiamo tanto non solo da Stefano ma anche dai giocatori, ci aspettiamo di più di quello che abbiamo visto in questi mesi. Con calma e con tutto il tempo necessario prenderemo decisioni sull'area tecnica, a livello dirigenziale, questa cosa la facciamo in diretta e senza avere nessun accordo".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Lega Pro
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
22 gennaio 1997, Cesare Maldini debutta da ct della Nazionale contro l'Irlanda del Nord Il 22 gennaio 1997 Cesare Maldini debutta da ct sulla panchina della Nazionale. La partita era quella amichevole contro l'Irlanda del...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Mariano Izco Emanuela Zappalà, compagna del centrocampista argentino del Chievo Mariano Izco, è stata ospite della trasmissione di...
FANTACALCIO, INDISPONIBILI dopo la 21^ giornata...IN AGGIORNAMENTO Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di recupero,...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 gennaio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 22 gennaio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.