HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Lega Pro

TMW - Barilli: "Non vedo aspetti positivi nel documento di Gravina"

15.11.2016 12.22 di Tommaso Maschio   articolo letto 1947 volte
Fonte: dall'inviato Ivan Cardia
© foto di AZ Football/TuttoLegaPro.com

Dal palco prende la parola Alessandro Barilli, ex presidente della Reggiana, candidato alla presidenza della Lega Pro in concorrenza con Gabriele Gravina: "Io non sono qui per competere in un'assemblea con un esito scontato. Lo sappiamo tutti. Mi sono preso questa briga perché ero l'unico che potesse farlo tra gli ex consiglieri. Non voglio turbare gli animi, credo però che fosse necessario, perché nell'ultimo anno ho letto giudizi pesanti sia sul presidente Macalli che sugli altri consiglieri. Ha fatto l'errore di lasciare forse troppo tardi. Noi abbiamo fatto di tutto per far ragionare Mario su determinate cose. Non abbiamo avuto la pazienza di guidarlo, credo che lo meritasse dopo 20 anni, nel percorso di uscita. Ci sono stati 6/7 mesi di conflitto pesante. Non sono qui per alimentare polemiche, ho ritenuto opportuno trasmesso il comunicato stilato dal commissario Miele che è un giudice della Corte dei Conti e non un magazziniere della Coop.

Non ho ravvisato negatività o elementi illegali. Abbiamo chiuso un bilancio molto negativo, la colpa è di tutti e le responsabilità vanno divise. Non ho ravvisato nulla, trovo fuori luogo che un signore come Mario Macalli sia stato infangato per un anno per nulla. Questo è uno dei due motivi. Non ho più una squadra di calcio, ma sono un tifoso. Ho stilato un documento molto breve, ritengo che tra due aspetti sostanziali vi sia la sostenibilità dei progetti di ogni squadra. Se si vuole tornare a essere autonomi va rivisto il sistema del calcio giovanile, vanno rimodulate le regole sulla gestione dei giovani. Alla Reggiana ho avuto esperienze negative con giovani di assoluto talento, penso a Mastour, per cui abbiamo avuto 800 mila euro e un'amichevole di notte col Milan. Io credo che chiunque guiderà la lega dovrà cercare di capire il ruolo della Lega Pro, anche d'accordo col presidente federale chiunque egli sia. Penso che andrebbero coinvolti tutti per capire se dobbiamo essere 40 o 60. Se diventiamo un laboratorio per giovani calciatori sul territorio dovremmo essere 60. Altrimenti penso meno. Dipende da cosa vogliamo fare e cosa vogliamo essere.

Ho letto il documento programmatico del presidente della scorsa votazione. Penso che, al di là del clima di armonia, non vi siano aspetti positivi. Le seconde squadre, dico giustamente, non ci sono. Si parlava di rinominare il campionato e si chiama ancora Lega Pro, anche qui per fortuna. Si parlava di contribuzione molto superiore a quella attuale. Non mi sembra che la Lega abbia trovato uno sponsor. Un punto condivisibile era il contenimento dei costi, mi pare che vi siano diversi contratti in più. L'analisi deve essere coerente".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Lega Pro
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Fatturato portoghese e tedesco i più cresciuti negli ultimi 10 anni" L'avvocato Giulio Dini, che cura gli interessi tra le tante cose dell'allenatore della Roma, Luciano Spalletti,agente di calciatori...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Portare a 48 squadre i Mondiali, in un calcio già sovradimensionato, è come riempire un obeso di cioccolato per guarirlo In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Emanuele Giaccherini Per la rubrica L'altra metà di... in onda su TMW Radio, Barbara Carere ha intervistato, Dania Gazzani, moglie...
FANTACALCIO, Infortunati & Squalificati 21^ Giornata Aggiornato 17/01/17 h 18:15 ATALANTA: in recupero: in dubbio: Konko out: Carmona (China cup), Kessie (Coppa d'Africa),...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 18 gennaio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi mercoledì 18 gennaio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.