HOME  | EVENTI TMW  | NEWS TICKER  | PARTNER  | NETWORK CALENDARIO  | REDAZIONE  | CONTATTI  | MOBILE  | RSS  
PRIMO PIANO:
 
  HOME TMW » livorno » Livorno Calcio
Livorno Calcio

Juventus-Livorno, numeri e curiosità

03.04.2014 18:53 di Carlo Pannocchia    per amaranta.it   articolo letto 387 volte
Juventus-Livorno, numeri e curiosità
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Quello di lunedì sarà il 23° incontro ufficiale in campionato tra Juventus e Livorno sempre in serie A. E' decisamente una trasferta proibitiva quella di Torino per il Livorno. Il bilancio è nettamente favorevole ai bianconeri che hanno vinto 19 volte, 2 i pareggi mentre i successi amaranto sono soltanto 1. Molto ampio anche il vantaggio della Juventus nel computo delle reti: 65 a 20. La prima sfida con la Juventus fu giocata nel lontanissimo 4 dicembre 1924. Vittoria della Juventus per 3-1 con la rete amaranto siglata da Innocenti II, per i bianconeri andarono in gol Grabbi e Ferraris con una doppietta. Nella stagione 1948/49 le due squadre impattarono 2-2, in un campionato che segnò la retrocessione in serie B degli amaranto. Una ferita che verrà rimarginata dopo 55 anni, il 12 giugno 2004, con la promozione in serie A. L'ultima vittoria dei bianconeri a Torino risale al campionato 2009/10, la Juventus si impose per 2-0 con le reti di Iaquinta (8') e Marchisio (30'). L'ultimo pareggio è datato 5 dicembre 1948: è il pirotecnico 2-2, con le reti di Cassani e Gimona per il Livorno, Caprile e Cergoli per la Juventus. L'unica vittoria amaranto in piemonte risale a 72 anni fa: 11 gennaio 1942. Fu un 3-2 siglato dalle reti del Livorno di Michelini, Piana e Viani II. Per la Juventus doppietta dell'albanese Lushta. Il punteggio più ricorrente in Piemonte nelle 19 vittorie della Juventus è il 2-1, verificatosi in cinque circostanze.

TuttoMercatoWeb.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Livorno

CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
Le più lette
Sondaggio TMW
Milan, tutto su Romagnoli: giusto puntare sul centrale della Roma?
  Sì, i difensori centrali sono rari e Romagnoli è un talento purissimo
  Sì, è giovane e italiano: giusto investirci anche una somma importante
  Sì, ma solo a prezzi compatibili col mercato. Niente follie
  No, il giocatore non vale la cifra richiesta della Roma
  No, con solo due anni in Serie A non può dare le garanzie necessarie alla squadra


   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.