HOME  | EVENTI TMW  | NEWS TICKER  | PARTNER  | NETWORK CALENDARIO  | REDAZIONE  | CONTATTI  | MOBILE  | RSS  
PRIMO PIANO:
 
  HOME TMW » palermo »
Primo Piano

La Juventus ringrazia Amaurì, batte il Palermo e vola in testa

07.04.2012 20.50 di Redazione Palermo24    per palermo24.net   articolo letto 237 volte
Fonte: TMW
© foto di www.imagephotoagency.it

Tanta Juve poco Palermo. La formazione bianconera non vuol farsi scappare l'occasione di tornare in testa alla classifica e superare il Milan. Così attacca, aggredisce fin da subito la squadra di Bortolo Mutti, ormai comparsa di un campionato a cui non ha più nulla da chiedere. E il copione è già scritto prima di cominciare la partita.  Per la Juventus al 13' si fa va avanti Quagliarella che da posizione ravvicinata calcia, a botta sicura. Ma la conclusione finisce di poco fuori, alla destra di Viviano. Il Palermo prova a respirare, ma la foga bianconera è tanta. Come tanta è la voglia di tornare protagonista e rimettere qualcosa in bacheca. A volte però la premura, la frenesia del momento, può giocare brutti scherzi. Lo sa bene Caceres che al 20' tutto solo davanti a Viviano spreca clamorosamente l'occasione del possibile vantaggio calciando fuori bersaglio. L'offensiva juventina prosegue, con dei tiri dalla distanza che impegnano ma non più di tanto il portiere rosanero.


Nella ripresa il Palermo è più aggressivo e quando la Juventus attacca c'è Milan Milanovic pronto a sventare i pericoli. Ma al 10' a portare in vantaggio i bianconeri ci pensa Leonardo Bonucci, bravo ad anticipare la difesa palermitana su palla inattiva - calcio d'angolo - e freddare Viviano per l'1-0 di marca juventina. Il Palermo prova a crescere e si affida agli improvvisi lanci di Della Rocca. L'appoggio è per Migliaccio, in area, al 19', ma il centrocampista campano non intercetta e spreca l'occasione del possibile pareggio. Immediata la risposta juventina con un tiro di Vucinic dalla distanza, che Viviano respinge in tuffo. Ma l'appuntamento col raddoppio è soltanto rimandato. La firma è di Quagliarella che da posizione defilata col sinistro la mette alla destra di Viviano. 0-2, la partita è virtualmente chiusa. Intanto Mutti decide di far rifiatare Migliaccio. In dubbio fino a questa mattina, il centrocampista campano ha stretto i denti e voluto giocare a tutti i costi. Come lui Eros Pisano.

Da un trascinatore all'altro. Da Migliaccio a Del Piero. Il numero 10 della Juventus fa il suo ingresso in campo negli ultimi dieci minuti al posto di Quagliarella, autore del secondo gol bianconero. Pinturicchio in cerca di gloria tenta una giocata da cineteca. Serie di palleggi e passaggio per Marchisio, che però è in fuorigioco. Mutti intanto decide di schierare Vazquez al posto di uno spento e poco volenteroso Ilicic. I minuti scorrono, il fischio finale arriva al 45'. La Juventus può sorridere, perché riapre il campionato e torna in testa alla classifica. Il Milan gioisce un po' meno. E i bianconeri devono ringraziare - vedi un po' gli scherzi del destino - l'attaccante ripudiato nel mercato di gennaio e regalato alla Fiorentina. Quel Carvalho De Oliveira Amaurì che oggi ha regalato tre punti d'oro ai viola e riconsegnato il primato, forse involontariamente, alla sua ex squadra.


TuttoMercatoWeb.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

ALTRE NOTIZIE palermo
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
LE PIU' LETTE
SONDAGGIO TMW
Il Milan cede Balotelli a 20 mln, cosa ne pensi?
  E' il prezzo giusto per partire
  Pochi per il suo valore
  Sbagliato, il Milan doveva tenerlo


   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510