HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Eder e Vazquez in azzurro: ritenete giuste queste convocazioni?
  Convocazione giuste, hanno dimostrato il loro valore durante la stagione
  Giocatori meritevoli, ma sono stranieri: perché far loro vestire la maglia azzurra?
  Ci sono calciatori italiani più meritevoli, scelte sbagliate
  Germania e Francia hanno vinto Mondiali con gli oriundi, è giusto puntarci

TMW Mob
Serie A

ESCLUSIVA TMW - Lentini sconsolato: "Milan, non capisco..."

19.09.2012 16.00 di Alessio Alaimo  Twitter:   articolo letto 8624 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Uno dei giocatori più pagati dell'era Berlusconi al Milan. Gianluigi Lentini, mister 65 miliardi. Estate '92. Tempi lontani. Oggi i rossoneri non sono più quelli di ieri, colpa della crisi e di un Silvio Berlusconi che pare aver chiuso i rubinetti. "Strano vedere il Milan così", sentenzia Lentini a TuttoMercatoWeb.com.

Già. Soprattutto se pensiamo ai 65 miliardi spesi per Lei.
"Sì, anche perché il Milan è da sempre una società all'avanguardia. Mi dispiace, davvero...".

Allegri rischia.
"Puoi cambiare tutti gli allenatori che vuoi ma se non hai i giocatori...".

E ci si mette pure il destino beffardo. Ibra e Thiago Silva vanno in gol a Parigi nella notte di sofferenza rossonera, in Champions League.
"Omai quei giocatori sono stati venduti. Bisogna guardare avanti, mancano calciatori di qualità, in grado di prendere per mano la squadra. Il Milan ha sempre avuto giocatori di spessore, carismatici, che sapevano tirare fuori il colpo risolutivo. Ho visto poca qualità, è impossibile non fare un gol. Non capisco che succede...".

A gennaio serve intervenire sul mercato.
"Se il Milan vuole tentare di fare qualcosa di importante è obbligato. Altrimenti sarà un anno in cui ci sarà da soffrire. Vedo il Milan a metà classifica, anche perché quando la squadra non lotta per grossi traguardi ha scetticismo intorno e anche quel poco che potrebbero rendere i giocatori viene condizionato dall'ambiente. Altre squadre invece rendono di più, seppure inferiori proprio perché non c'è scetticismo intorno".

Berlusconi ha chiuso i rubinetti. Colpa della famiglia o della crisi?
"In piccola parte della famiglia, però più che altro della crisi. Mi auguro che riescano a fare il possibile e lottino per i traguardi a cui il Milan è abituato. Poi soprattutto in Europa il gap è enorme, almeno in Italia invece qualcosa di buono si può ancora fare. Speriamo bene".

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
I Collovoti - Tevez infinito, Mancini non ci capisce più nulla... Mancini: Ogni volta che la sua Inter perde, e ormai succede troppo spesso, meriterebbe addirittura di vincere. Delle due l'una,...
I nuovi presidenti: Ferrero inno alla spensieratezza, Cassarà uno venuto da Marte. Altri Parma nel calcio italiano, emergeranno... Quando mi affacciai nel mondo del calcio il Presidente del Coni dell'epoca, Onesti, definì i presidenti dei "ricchi scemi"...
Nesti: "Evoco il "fantasma" Paloschi. Il Milan non ci ha creduto" Il mercato delle pagelle Questa rubrica, che trae lo spunto delle "pagelle delle grandi", ma segue la marcia di avvicinamento...
L'altra metà di ...Diego Armando Maradona Junior Diego Armando Maradona Junior e la sua futura moglie Nunzia si sono conosciuti su un social network e dopo il loro primo...
De Sart, il nuovo talento belga su cui è puntato il mirino nerazzurro Julien de Sart, è questo il nome nuovo per l'Inter del futuro. Centrocampista classe '94, il belga è uno dei talenti in rampa...
Le minacce degli ultrà. E Ferrier non divenne il primo  colored  del Verona 18 presenze in due anni, due maglie indossate più una soltanto virtualmente. Maickel Ferrier non verrà certamente ricordato...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  27 marzo 2015

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 27 marzo 2015.

 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.