HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Serie A

Il Milan non si ferma più: secondo posto a vista d'occhio!

08.03.2013 22.42 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 8629 volte
© foto di ALBERTO LINGRIA/PHOTOVIEWS

Sette vittorie e tre pareggi. E' un Milan modello carrarmato quello che, anche questa sera ha Marassi, ha confermato la straordinaria marcia in campionato in questo 2013. La squadra di Allegri passa a Genova con un gol per tempo e, in attesa di sapere come finirà domenica la sfida tra Chievo Verona e Napoli, si porta a due punti dal secondo posto.
Seconda sconfitta del Genoa nella gestione Ballardini che ha di che recriminare per le decisioni arbitrali: un rigore sacrosanto negato per un fallo di mano di Niang e un altro - questa volta meno netto - per una spinta di Muntari su Granqvist.

Pensando anche alla sfida contro il Barcellona Massimiliano Allegri decide di far riposare Abate, Ambrosini e Boateng. In campo dal 1' sia Pazzini che Niang, con Costant che torna ad agire sulla corsia sinistra dopo uno stop di circa tre settimane. Al Ferraris il clima è teso fin dai primi minuti. Portanova entra duro su Pazzini che subito chiama la panchina per chiedere la sostituzione. In attesa, però, che Balotelli finisca il riscaldamento il Pazzo - praticamente da fermo - ha la possibilità di mettere la sua firma sulla gara. De Sciglio arriva sul fondo sulla corsia destra e fornisce un cross che viene deviato senza troppa attenzione da Portanov. Il pallone finisce sui piedi di Pazzini che lascia partire una conclusione letale prima di abbandonare il campo.

Il Milan è in vantaggio, il Genoa prova a reagire e nei minuti successivi si getta in avanti. E' il momento degli episodi sospetti, dei rigori non concessi che mandano su tutte le furie i calciatori del Genoa. Dall'altro lato il Milan riesce a difendere il vantaggio, ma non riesce a offendere con continuità visto il grande pressing che operano i calciatori rossoblù. Corre tanto la squadra di Ballardini nel primo tempo, a differenza di quanto accade a inizio ripresa. I padroni di casa, infatti, hanno il demerito di allungarsi troppo in mezzo al campo concedendo maggiori spazi agli ospiti. E' così che Flamini sfiora il gol con una conclusione in diagonale respinta in angolo da Frey. Poi Balotelli - fino a quel momento autore di una prestazione irritante - firma il 2-0 dopo lo spettacolare suggerimento di Zapata.

La partita sembra chiusa, ma l'espulsione di Constant - arrivata dopo una incredibile reazione sul fallo di Bovo - rimette di fatto in gioco il Genoa. E' il momento più importante della partita, è il momento di Christian Abbiati che con interventi a raffica manda in fumo le speranze di rimonta dei padroni di casa.
Per il Milan 15esimo successo in campionato. Ora i rossoneri sono attesi dalla sfida più attesa, dall'impegno al Camp Nou contro il Barcellona. Il Genoa, invece, con queste due sconfitte rischia di far riaprire una lotta salvezza che rischiava di chiudersi ancor prima di iniziare.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
19 gennaio 1991, muore Dino Viola il presidente del secondo scudetto della Roma Il 19 gennaio 1991 muore Dino Viola, negli anni Ottanta presidente della Roma. Laureato in ingegneria, aveva aperto in Veneto nel dopoguerra...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Emanuele Giaccherini Per la rubrica L'altra metà di... in onda su TMW Radio, Barbara Carere ha intervistato, Dania Gazzani, moglie...
FANTACALCIO, FARAGÒ AL CAGLIARI: cosa cambia fantacalcisticamente Nome: Paolo Faragò Ruolo: Centrocampista Presenze stagione 2016/17: 20 Gol stagione 2016/17: 4 Assist stagione...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 19 gennaio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi giovedì 19 gennaio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.