HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Serie A

Inter, in EL troppo brutta per essere vera. Pioli dovrà cercare la credibilità

25.11.2016 08.30 di Francesco Fontana   articolo letto 8324 volte
Fonte: Be'er Sheva (Israele) - Dall'inviato di FcInterNews allo 'Yaakov Turner Toto Stadium'
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Un primo tempo alla grande, una ripresa da 'mannequin challenge' (tanto per dar spazio alla moda del momento). Difficile riassumere in modo diverso quanto visto ieri sera in Israele. La partita dell'Inter nel caldo, caldissimo 'Turner Stadium' ha mostrato in soli 90' tutti quei limiti che hanno caratterizzato questa prima parte di stagione così negativa, tanto a livello di risultati quanto di prestazioni.

Nella conferenza stampa post-match Stefano Pioli è stato chiaro, chiarissimo: "Siamo stati presuntuosi, e questo non possiamo permettercelo". E in effetti, dall'esterno, è sembrato proprio questo il messaggio che indirettamente i nerazzurri hanno mandato all'avversario. Una sorta di superiorità mostrata al netto del doppio vantaggio acquisito, ma nel modo negativo. Un atteggiamento che ha fatto scattare quella 'molla' negli uomini di Bakhar, che nella ripresa hanno dominato in lungo e in largo, riuscendo a ribaltare in modo clamoroso un risultato che sembrava segnato a fine primo tempo.

Certo, l'espulsione di Handanovic ha fatto la differenza, ma questo episodio, per quanto significativo possa essere, non può giustificare la totale assenza dell'Inter nei secondi 45', e al contempo rendere meno importante la prova dell'Hapoel Be'er Sheva. Lo stesso coach interista, oltre a bacchettare i suoi, ha sottolineato che il problema principale non è la condizione fisica, nemmeno la tecnica ("Abbiamo un grande potenziale e grandi giocatori"), bensì la testa. Ed è vero, nessuno può dargli torto. Poca concentrazione, tanta fragilità nei momenti decisivi e talvolta approccio sbagliato.

Avrà tanto, tantissimo da lavorare l'ex allenatore della Lazio, che per diventare 'potenziatore' dovrà prima di tutto vestire i panni dello 'psicologo'. Questa Inter che esce con le ossa rotta da un'Europa League troppo brutta per essere vera deve obbligatoriamente migliorare in questo. Prima di tutto. Nell'aspetto che nel calcio fa la differenza, ancor di più dei piedi: la testa. Solo in quel momento questa squadra potrà acquisire quella credibilità oggi perduta e tornare a pensare, realmente, al traguardo Champions League. Perché quella vista finora, soprattutto in Europa, non può far paura.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
20 gennaio 1983, muore Manè Garrincha: fu l'Angelo dalle gambe storte Il 20 gennaio 1983 muore a Rio de Janeiro Manoel Francisco dos Santos, per tutti semplicemente Manè Garrincha. Ala destra dalla enormi...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Emanuele Giaccherini Per la rubrica L'altra metà di... in onda su TMW Radio, Barbara Carere ha intervistato, Dania Gazzani, moglie...
Fantacalcio, Le Fantasfide della 21^ Giornata L'obiettivo di questa rubrica è presentare ai nostri lettori fantallenatori le più intriganti Fantasfide di giornata. Vi presentiamo le varie sfide in...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 20 gennaio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi venerdì 20 gennaio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.