HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus agli ottavi: ora può arrivare fino in fondo in Europa?
  Sì, la squadra ha le possibilità di tornare a giocarsi la Champions
  No, è presto per fare certi giudizi e servirà un mercato invernale importante
  Sì, col rientro progressivo degli infortunati la squadra è da titolo
  No, troppa la differenza con le big spagnole, inglesi e tedesche

TMW Mob
Serie A

Inter, in EL troppo brutta per essere vera. Pioli dovrà cercare la credibilità

25.11.2016 08.30 di Francesco Fontana  articolo letto 8308 volte
Fonte: Be'er Sheva (Israele) - Dall'inviato di FcInterNews allo 'Yaakov Turner Toto Stadium'
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Un primo tempo alla grande, una ripresa da 'mannequin challenge' (tanto per dar spazio alla moda del momento). Difficile riassumere in modo diverso quanto visto ieri sera in Israele. La partita dell'Inter nel caldo, caldissimo 'Turner Stadium' ha mostrato in soli 90' tutti quei limiti che hanno caratterizzato questa prima parte di stagione così negativa, tanto a livello di risultati quanto di prestazioni.

Nella conferenza stampa post-match Stefano Pioli è stato chiaro, chiarissimo: "Siamo stati presuntuosi, e questo non possiamo permettercelo". E in effetti, dall'esterno, è sembrato proprio questo il messaggio che indirettamente i nerazzurri hanno mandato all'avversario. Una sorta di superiorità mostrata al netto del doppio vantaggio acquisito, ma nel modo negativo. Un atteggiamento che ha fatto scattare quella 'molla' negli uomini di Bakhar, che nella ripresa hanno dominato in lungo e in largo, riuscendo a ribaltare in modo clamoroso un risultato che sembrava segnato a fine primo tempo.

Certo, l'espulsione di Handanovic ha fatto la differenza, ma questo episodio, per quanto significativo possa essere, non può giustificare la totale assenza dell'Inter nei secondi 45', e al contempo rendere meno importante la prova dell'Hapoel Be'er Sheva. Lo stesso coach interista, oltre a bacchettare i suoi, ha sottolineato che il problema principale non è la condizione fisica, nemmeno la tecnica ("Abbiamo un grande potenziale e grandi giocatori"), bensì la testa. Ed è vero, nessuno può dargli torto. Poca concentrazione, tanta fragilità nei momenti decisivi e talvolta approccio sbagliato.

Avrà tanto, tantissimo da lavorare l'ex allenatore della Lazio, che per diventare 'potenziatore' dovrà prima di tutto vestire i panni dello 'psicologo'. Questa Inter che esce con le ossa rotta da un'Europa League troppo brutta per essere vera deve obbligatoriamente migliorare in questo. Prima di tutto. Nell'aspetto che nel calcio fa la differenza, ancor di più dei piedi: la testa. Solo in quel momento questa squadra potrà acquisire quella credibilità oggi perduta e tornare a pensare, realmente, al traguardo Champions League. Perché quella vista finora, soprattutto in Europa, non può far paura.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - I Collovoti: "Wallace superficiale, Mandzukic l'alfiere, 3 a Lulic" Fulvio Collovati, opinionista, ex calciatore di Milan e Inter, ha parlato oggi a TMW Radio per dare i suoi voti all'ultima...
La Juve si riaccende, ritrova lo spirito e spegne l'Atalanta, anche se non potrà mai essere il Leicester italiano, rimane...
Il Milan e il closing, ci siamo. Da Tassotti a Lentini, le mie esperienze con Berlusconi Sembra quasi impossibile ma ormai, a un passo dal cosiddetto closing, Berlusconi è sul punto di lasciare il Milan. La...
In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente...
L'altra met� di ...Fabio Cannavaro Daniela Arenoso, moglie di Fabio Cannavaro, attuale tecnico del Tianjin Quanjian, ex giocatore di Juve, Napoli e Inter,...
 Un talento al giorno , Vaclav Cerny: l'Ajax si conferma fabbrica di fenomeni Già legato all'Ajax da un contratto fino a giugno 2020, Vaclav Cerny è considerato una delle giovani stelle più promettenti...
FANTACALCIO, INFORTUNATI & SQUALIFICATI 16^ GIORNATA Aggiornato 7/12/16  h 10:00 Atalanta: in recupero:   in dubbio: Cabezas, Konko, Paloschi out: Berisha, Suagher squalificati: diffidati:...
7 dicembre 1975, i gol di Graziani e Pulici regalano il derby al Torino Il 7 dicembre 1975 il Torino vince 2-0 il derby contro la Juve. In uno stadio Comunale gremitissimo (oltre 50 mila persone) la...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  07 dicembre 2016

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 07 dicembre 2016.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.