HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Serie A

La solita (pazza) Inter: ok avanti, fragile dietro. Ma il bicchiere è mezzo pieno

Risultato finale: INTER-FIORENTINA 4-2
29.11.2016 07.15 di Francesco Fontana   articolo letto 8126 volte
Fonte: Milano - Dall'inviato allo stadio 'Giuseppe Meazza'
© foto di www.imagephotoagency.it

Serviva una grande, netta reazione dopo la figuraccia di Be'er Sheva. E reazione è stata, almeno in parte. Già un successo di questi tempi. Contro la Fiorentina l'Inter garantisce una prestazione positiva, che nella prima parte di match ha rievocato quella offerta contro la Juventus, quando l'allora squadra di Frank de Boer vinse in rimonta una gara elettrizzante e dai ritmi altissimi, con grande rabbia. Soprattutto. Proprio quella mostrata, seppur a tratti, ieri sera nel gelo del 'Meazza', davanti a un pubblico che pretendeva una risposta vera dopo una stagione decisamente negativa fino a questo momento.

Chiuso il capitolo europeo (con una delle eliminazioni più tristi della storia nerazzurra), la squadra di Stefano Pioli si è rituffata in clima campionato nel modo giusto. Concreta in attacco e con idee di gioco non indifferenti, anche se pur sempre 'zoppicante' in fase difensiva (il leitmotiv è sempre lo stesso). In ogni caso, l'Inter è scesa in campo obbligata al bottino pieno. D'altronde la classifica parla chiaro. Il tempo passa e le altre non stanno certamente a guardare. I bonus sono finiti e serviva assolutamente iniziare a correre per non uscire anzitempo anche dalla corsa per la Champions League. Un traguardo che resta comunque lontano, ma non già archiviato.

Positive le scelte del neo tecnico interista, che non ha rischiato Joao Mario (diffidato) in vista della trasferta (decisiva?) di Napoli, rilanciando al contempo Andrea Ranocchia a discapito di Jeison Murillo. Contro la Viola è stata confermata la consueta pericolosità offensiva (eccezion fatta per Ever Banega, deludente), mentre in fase di non possesso sono ancora troppe le lacune di una squadra che, nonostante i passi in avanti rispetto alle recenti uscite, dimostra ancora di avere dei palesi limiti psicologici.

Rimane infatti incomprensibile come i viola siano riusciti a rientrare in gioco in una partita già abbondantemente chiusa nella prima frazione, con il rischio 'beffa-pareggio' a un certo punto molto vicino. Ancora su questo, sempre di più, dovrà concentrarsi Pioli. Probabilmente l'ostacolo più grande da superare. Un Pioli che nel frattempo può comunque considerare il 'bicchiere mezzo pieno', guardando alla trasferta del 'San Paolo' con cauto, lieve, leggero ottimismo. Contro una gruppo, quello di Maurizio Sarri, chiamato per indole al possesso-palla e al dominio del gioco. E proprio per questo, chissà, la carta del contropiede potrebbe rivelarsi anche decisiva.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
19 gennaio 1991, muore Dino Viola il presidente del secondo scudetto della Roma Il 19 gennaio 1991 muore Dino Viola, negli anni Ottanta presidente della Roma. Laureato in ingegneria, aveva aperto in Veneto nel dopoguerra...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Emanuele Giaccherini Per la rubrica L'altra metà di... in onda su TMW Radio, Barbara Carere ha intervistato, Dania Gazzani, moglie...
Fantacalcio, Surprise Up & Down 21°giornata Ecco a voi la nostra rubrica che vi dirà quali possono essere le sorprese di questo turno e i giocatori più o meno in forma! Buona lettura! CHIEVO - FIORENTINA Chievo...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 19 January 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi Thursday 19 January 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.