HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Serie A

Le pagelle dell'Inter - Sufficiente la prova di Ranocchia, Icardi mette il punto

Inter - Fiorentina 4-2
28.11.2016 23.15 di Dimitri Conti   articolo letto 30613 volte
© foto di www.imagephotoagency.it

Handanovic 5,5 - Bene nel primo tempo, dove blinda la porta con uscite avventurose, capitombolando solo a tu per tu con Kalinic. Ma è imbarazzante il suo intervento sulla seconda rete viola, gol che poteva riaprire, soprattutto mentalmente, ogni discorso.

D'Ambrosio 6,5 - Diligente nel seguire i movimenti degli esterni viola, perde Bernardeschi solo raramente. Sembra molto più sicuro del solito, soprattutto nella gestione del pallone. Anche se è in ritardo nel gol di Kalinic. Sul secondo, la colpa è principalmente di Handanovic.

Ranocchia 6 - Il suo ritorno da titolare è una partita fatta di attenzione, e di nessuna traccia degli svarioni ai quali purtroppo aveva abituato. Un po' in ritardo sulla rete di Kalinic, ma confeziona una prova da sufficienza piena.

Miranda 5,5 - L'esperto centrale brasiliano alterna chiusure importanti a buchi difensivi al limite dell'inspiegabile. Lo specchio esatto del suo momento psicologico è probabilmente nell'evitabilissima manata che rifila a Ilicic, su un pallone che stava uscendo.

Ansaldi 6,5 - Molto meglio delle uscite recenti, è dal suo piede che parte l'azione del primo gol della serata. Le sue continue sovrapposizioni lungo la corsia mancina hanno messo in evidente imbarazzo il duo di destra dei gigliati, Salcedo e Tello.

Brozovic 7 - Uno dei migliori in campo. Nel primo tempo è padrone assoluto del cerchio di centrocampo, e si toglie lo sfizio di aprire le danze con un fantastico destro che bacia la traversa. Nella ripresa cala, e anche l'Inter risente della sua parziale timidezza.

Kondogbia 6 - Il francese, tornato stabilmente in alto nelle gerarchie nerazzurre, non toglie mai la gamba, concedendo diverse punizioni, ma recuperando anche palla in qualche circostanza. Poi un mezzo acciacco, e Pioli lo chiama fuori. (dal 45' Joao Mario 5,5 - Tanta corsa, che significa inserimenti e percussioni palla al piede. Ma anche un errore davvero grossolano a tu per tu con Tatarusanu. Poteva chiudere prima la sfida)

Candreva 7 - Il suo destro potente è una risorsa alla quale Pioli attinge spesso nella costruzione delle manovre offensive. Tira, crossa, va avanti e ripiega, coprendo al meglio la fascia destra, non solo in attacco. Sul gol è più pronto di Milic a ribadire in rete. Esce con qualche sbuffo. (dal 79' Eder s.v.)

Banega 6 - È dotato di grande classe, e di un tocco vellutato che gli permette di far girare bene palla. Ma più vanno avanti i minuti, più gli si appanna la vista, ed anche la qualità delle sue giocate ne risente. Esce in un momento di difficoltà. (dal 69' Melo 6 - Fuori Banega, lui al suo posto significa cambio di modulo e spazio al brasiliano davanti alla difesa. Una sola topica, quando esagera con l'aggressività sull'involato Chiesa.)

Perisic 6,5 - Contribuisce al gioco nerazzurro con i suoi strappi, che mandano in affanno Salcedo, quasi mai in grado di contrastarlo. Gli manca casomai un po' di cattiveria sotto porta, ma la sua continuità è stata preziosa per la compagine nerazzurra.

Icardi 7,5 - Il capitano risolve ogni problema, mettendo a segno il terzo gol con uno slalom gigante, che manda al bar Gonzalo Rodriguez ed elude l'intervento di Astori. Puntuale anche nel tap-in che mette il punto finale sul risultato per la sua squadra.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
25 marzo 1992, l'ultima partita della Jugoslavia. Addio al "Brasile d'Europa" La chiamavano "Brasile d'Europa" per l'immenso tasso tecnico a disposizione: è la Jugoslavia, selezione calcistica di un Paese già...
TMW RADIO - Collovoti: "Atalanta trascinata da Gomez, Pjaca non incide" Il campione del mondo dell'82 Fulvio Collovati, è intervenuto su TMW Radio per dare i suoi personalissimi "Collovoti"...
La corsa alla costruzione di nuovi stadi di proprietà. Il peso del botteghino nella colonna dei ricavi delle squadre proprietarie dello stadio Nel corso di Scanner di ieri si è parlato del tema degli stadi di proprietà, un argomento particolarmente attuale. "E' in effetti interessante...
NESTI-PENSIERO – Da 20 anni, Juve trattata non come società, ma come “cavia” In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ... Cristiano Lombardi Carlotta, compagna dell'attaccante della Lazio Cristiano Lombardi è inervenuta ai microfoni di TMWRadio nella rubrica...
Fantacalcio, I FANTAZZURRI Tra le tante cose che un fantallenatore non sopporta c'è lei, la pausa nazionale. In cuor tuo speri che quella settimana di tristezza e sconforto senza...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 marzo 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 26 marzo 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.