HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
      
SONDAGGIO
Chi ha impressionato di più in questo avvio di stagione?
  Tevez
  Osvaldo
  Menez
  Cassano
  Di Natale
  Djordjevic
  Callejon
  Vazquez
  Honda
  Icardi

Serie A

Mazzarani tra Udinese e Pescara: "Ma io sogno la Champions"

24.05.2012 18.01 di Riccardo Mancini  articolo letto 7150 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

La Champions League è sempre un richiamo di prim'ordine. Lo sa bene Andrea Mazzarani, trequartista di proprietà dell'Udinese, in prestito al Novara nel corso della stagione appena trascorsa. Una stagione che ha visto il giocatore nato a Roma retrocedere con la squadra piemontese ma in cui il giovanotto, al primo anno nella massima serie, è riuscito comunque a farsi notare. La soddisfazione personale, però, mitiga solo parzialmente, la delusione maturata qualche settimana fa: "A livello personale, sono abbastanza soddisfatto - ha confidato ai microfoni di Centro Suono Sport, durante la trasmissione 'Un derby lungo un anno', il fantasista romano -: 20 presenze ed un gol (al Palermo n.d.r.) sono un buon risultato. Rimane, però, il rammarico della retrocessione con la squadra".

Il suo futuro, terminata l'annata in Piemonte, è tutt'altro che definito: "Dopo le vacanze, quasi sicuramente tornerò ad Udine. Un incontro tra Novara e Udinese chiarirà il mio futuro. L'ultima parola spetterà comunque all'Udinese, che deciderà se mandarmi in prestito anche la prossima stagione o tenermi in casa. Ora come ora vorrei tornare ad Udine, alla mia squadra di appartenenza. L'Udinese farà la Champions League ed è logico che vorrei andare in ritiro con loro e giocarmi le mie carte li. Se questo non dovrebbe accadere farò le mie valutazioni".

Su di lui, da qualche giorno, si starebbe muovendo il Pescara "valorizza giovani" di Zeman. "Di voci di mercato ora ce ne saranno molte. Io mi aspetto di rimanere in serie A con l'Udinese, che è la mia squadra. Poi, se sarà il Pescara di Zeman, questo non lo so. Posso solo dire che il calcio espresso dal Pescara quest'anno è forse il migliore offerto dalla serie B e questo proprio grazie a mister Zeman, allenatore esperto, che fa del bel gioco la sua priorità. Quindi, se dovessi andare a Pescara, sarei assolutamente contento: apprendere gli insegnamenti di Zeman sarebbe sicuramente un'esperienza entusiasmante e formativa".

Al primo anno di A, Mazzarani ha avuto modo di confrontarsi con alcuni tra i più grandi calciatori di tutta Europa. "I giocatori che mi hanno impressionato maggiormente sono stati Pirlo, De Rossi, Jovetic e Ibrahimovic. Pirlo più degli altri, per la tranquillità che trasmette e le capacità tecniche sopra la norma. Il mio idolo comunque, quello a cui mi ispiro, è Francesco Totti. Continua ad essere uno dei più forti giocatori italiani di sempre; e poi, è romano come me: non potrei avere altro idolo se non lui".

Calcisticamente Mazzarani è cresciuto nella Lodigiani e alla Cisco Roma ha avuto Di Canio come allenatore, uno degli italiani vincenti in questa stagione all'estero..."A quei tempi, Di Canio era allenatore e giocatore. Mi ha insegnato molte cose a livello tecnico, ma anche umano. Gli devo molto e sono contento per la promozione ottenuta dal suo Swindon. Gli auguro di proseguire al meglio la sua carriera di allenatore".

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
Osvaldo: A lui i gol facili non piacciono, o con tuffo carpiato o nulla. C'è da dire che la difesa dell'Atalanta lo lascia troppo solo, ma lui...
Le pagelle di Carlo Nesti alle big del campionato nella quinta giornata di serie A. SQUADRE MIGLIORI E PEGGIORI JUVE 8 LAZIO 8 ROMA 7,5...
Il portiere dell'Empoli Luigi Sepe e sua moglie Anna Laura si sono conosciuti nel 2009 durante il giorno del suo compleanno, come ci racconta Lady...
Roberto Soriano è figlio della generazione d'emigranti d'Italia. Una famiglia in cerca d'autore e di fortuna, di una nuova partenza, di un destino...
Aggiornato 30/09/14 h. 23:40       Atalanta: in recupero:  in dubbio: Spinazzola out: Rosseti squalificati: diffidati:    ...
L'estate del 1997 segna una svolta epocale per la Sampdoria. Dopo 15 anni la bandiera Roberto Mancini lascia e segue il tecnico Sven-Goran Eriksson...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 30 settembre 2014.
 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510