HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Eder e Vazquez in azzurro: ritenete giuste queste convocazioni?
  Convocazione giuste, hanno dimostrato il loro valore durante la stagione
  Giocatori meritevoli, ma sono stranieri: perché far loro vestire la maglia azzurra?
  Ci sono calciatori italiani più meritevoli, scelte sbagliate
  Germania e Francia hanno vinto Mondiali con gli oriundi, è giusto puntarci

TMW Mob
Serie A

Pescara in festa: dopo 20 anni è Serie A!

Il Pescara passeggia sulla Samp e festeggia con una giornata di anticipo la matematica promozione
20.05.2012 19.52 di Simone Lorini  articolo letto 4734 volte
© foto di www.imagephotoagency.it

Dopo 20 anni il Delfino si rituffa nel mare della Serie A. Grazie alla vittoria colta stasera al Marassi di Genova infatti i ragazzi di Zeman sono matematicamente promossi in massima serie grazie ad un cammino incredibile che non ha lasciato scampo neanche alla Sampdoria, comunque aritmeticamente qualificata ai playoff promozione. Si conclude oggi una cavalcata straordinaria quanto esaltante, fatta del "solito" 4-3-3 zemaniano tutto spettacolo e corsa, che ha fruttato al Delfino 89 reti in 41 partite e permesso al Pescara di esaltare i giovani talenti portati in squadra dal club e che l'anno prossimo protanno dire la loro in massima serie, se la società riuscirà a confermarli nonostante le fortissime sirene del mercato.

Parte fortissimo la Samp, vicina al vantaggio per due volte nel primo quarto d'ora grazie al proprio riferimento offensivo Nicola Pozzi. Il centravanti mostra in entrambi i casi il pezzo forte del suo repertorio, il colpo di testa, ma prima trova l'opposizione prima di sulla linea e poi quella di Anania a negargli la rete del vantaggio. Nel momento migliore dei padroni di casa, passa il Pescara, con un contropiede fulmineo confezionato dal baby fenomeno Verratti: il numero 10 supera Obiang e prima di essere steso da Gastadello serve a Caprari la palla del vantaggio ospite. L'ex Roma conclude forte ma centrale e l'indecisione di Romero è decisiva per far finire la palla in rete. La Samp sembra riaversi quasi subito ma Icardi si divora il vantaggio a porta vuota, dopo aver superato abilmente Anania, ma in posizione defilata. Gol sbagliato, gol subito per la Samp e stavolta la colpa è interamente di Romero, che si attarda a rinviare su un retropassaggio di Gastaldello e calcia sul piede di Immobile arrivato in pressing: palla che rotola prima sul palo e poi in rete. Stavolta i genovesi ci mettono un po' a riprendersi dal rocambolesco raddoppio avversario, ma al 45' hanno la chance di accorciare le distanze grazie ad un dubbio (a dir poco) rigore fischiato a Pozzi per un presunto fallo di Anania in uscita. Dal dischetto di presenta lo stesso numero 9 che calcia forte ed angolato, ma troppo, dato che il pallone si infrange sul palo e termina sul fondo. Con tanti rimpianti da parte doriana, termina il primo tempo al Marassi di Genova.

Anche nella ripresa l'inizio di frazione è di marca blucerchiata, con la squadra di Iachini che si guadagna ben quattro corner nei primi tre minuti. Su uno di questi di rende pericoloso ancora Pozzi, ma ancora una volta Verratti gli nega la rete con un salvataggio sulla linea. Ci prova anche Gastaldello ma il suo destro è debole e diventa preda facile di Anania. Sulla ripartenza Insigne va vicinissimo al tris, con un colpo di testa preciso sul quale è stavolta bravissimo Romero. Si deve ancora ripetere il portiere argentino quattro minuto dopo, quando Insigne si incunea in area, fa fuori due avversari e conclude di sinistro, trovando però la respinta dell'estremo difensore argentino. Il tris però è maturo ed arriva all'ora di gioco con un'altro gioiello dei giovani talenti a disposizione di Zeman e del Pescara: Caprari riceve palla tra le linee, fa fuori Costa e Gastaldello ed insacca nonostante l'uscita disperata di Romero. L'ultima mezz'ora di partita serve agli allenatori per utilizzare i sei cambi a disposizione e per vedere uno di questi siglare la rete dell'1-3. La realizza l'argentino Juan Antonio, andando a concludere a tu per tu con Anania dopo caparbia azione di sfondamento in area di rigore da parte dell'uruguaiano Fornaroli. Al termine dei 90' può esplodere la gioia dei numerosi tifosi abruzzesi giunti in Liguria: dopo 20 anni di attesa, il Pescara torna in A.

Sampdoria-Pescara 1-3
(18', 60' Caprari, 29' Immobile. 83' Juan Antonio)

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
I Collovoti - Tevez infinito, Mancini non ci capisce più nulla... Mancini: Ogni volta che la sua Inter perde, e ormai succede troppo spesso, meriterebbe addirittura di vincere. Delle due l'una,...
Caso Muller, sentenza folle: la signora giudice non ama il calcio. E meno male che questa volta non è la giustizia italiana... Heinz Muller, il calcio e un contratto a tempo determinato. In Germania, dove c'è una legge secondo la quale dopo ventiquattro...
Nesti: "Ora gli oriundi chiedono che gli italiani, non siano più convocati!" Sintesi dei miei commenti su Radio Sportiva - Vogliamo metterla sul ridere? Dopo lo splendido gol di Eder, ora sono gli oriundi...
L'altra metà di ...Diego Armando Maradona Junior Diego Armando Maradona Junior e la sua futura moglie Nunzia si sono conosciuti su un social network e dopo il loro primo...
Ianis Hagi, il figlio d'arte sulle orme di Adrian Mutu Ai ben informati Gheorghe Hagi, giocatore rumeno considerato in patria il più forte di sempre, ha confidato che il figlio Ianis...
Le minacce degli ultrà. E Ferrier non divenne il primo  colored  del Verona 18 presenze in due anni, due maglie indossate più una soltanto virtualmente. Maickel Ferrier non verrà certamente ricordato...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  30 marzo 2015

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 30 marzo 2015.

 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.