VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi sarà il prossimo allenatore dell'Inter?
  Stefano Pioli
  Antonio Conte
  Diego Pablo Simeone
  Mauricio Pochettino
  Leonardo Jardim
  Marco Silva
  Luciano Spalletti
  Unai Emery

TMW Mob
Serie A

TMW RADIO - Jonathan: "Inter, ecco i motivi dell'addio. Ora troppi stranieri"

01.12.2016 14.15 di Francesco Fontana   articolo letto 15298 volte
Fonte: TuttoMercatoWeb Radio
TMW RADIO - Jonathan: "Inter, ecco i motivi dell'addio. Ora troppi stranieri"

Intervistato in esclusiva durante 'InterLine', rubrica di approfondimento dedicata all'Inter in onda su TuttoMercatoWeb Radio, l'ex terzino di Inter e Parma Jonathan Cícero Moreira ha parlato e considerato vari argomenti, partendo dal Fluminense, sua attuale squadra, passando per l'esperienza italiana, per poi concludere con un giudizio sull'Inter attuale. Non può mancare, però, una chiosa dedicata alla tragedia aerea che ha colpito la squadra brasiliana del Chapecoense.

FLUMINENSE - "Qui si sta per concludere il campionato, ma siamo tutti profondamente colpiti da questa tragedia. Per quanto mi riguarda, sto bene fisicamente. Posso comunque svelare che non resterò qui. Con la società abbiamo deciso di non prolungare, pur continuando ad allenarmi con i miei compagni. Ora cercherò una soluzione per il futuro, insieme a mio fratello che cura i miei interessi".

TRAGEDIA - "Tutti siamo scossi e molto, molto tristi. La Chapecoense era una squadra che stava crescendo tantissimo, pronta per giocare una finale di un torneo internazionale. Siamo in lutto, ieri nessuno ha voluto fare allenamento. Ora tutti i club si stanno mobilitando per aiutare questa società, nessuno vuole che sparisca. Infatti potrebbero andare tanti giocatori in prestito gratuito. Quello che è successo è bruttissimo, ora dobbiamo solo pregare".

FUTURO - "Un ritorno in Europa? Sto valutando tutto, ma è difficile esprimersi ora. Bisogna vedere se arriveranno delle proposte, certamente mi piacerebbe giocarci di nuovo. Tornerò sicuramente, anche per salutare i tanti amici che ho. Per giocare, invece, credo sia più difficile. Le società puntano tanto sui giovani che, rispetto a me, hanno uno stipendio inferiore. Per adesso penso solo ad allenarmi per essere pronto per la prossima avventura. Ringrazio tantissimo il Fluminense, che mi ha aiutato in un momento difficile della mia carriera".

MANCATO RINNOVO - "Per via di motivi politici, ma non solo. Ci sono state delle discussioni, qui stanno cambiando tantissime cose. Ora c'è un po' di casino nel club, manca sia l'allenatore che il direttore sportivo. Tutto è in fase di cambiamento".

ITALIA - "La mia seconda casa, senza dubbio. Ho vissuto momenti belli e brutti vestendo le maglie di Inter e Parma. Ho la cittadinanza, l'Italia è nel mio cuore".

PARMA - "Ho saputo delle difficoltà che ha incontrato in questi ultimi anni. Non dimenticherò mai quella esperienza, ci sono tanti momenti belli che porto con me. Quella di Parma è stata un'avventura che mi ha permesso di conoscere il calcio italiano. Lì ho dimostrato il mio valore, per questo poi sono tornato all'Inter".

RAMMARICO INTER - "Il mancato prolungamento. Non mi sarei mai aspettato di restare fermo così tanto dopo il mio infortunio. Stavamo parlando del rinnovo di contratto, i dottori mi dicevano che non avevo nulla di grave, ma avevo sempre tanto dolore. L'operazione è arrivata in ritardo, e questo si è rivelato un grande problema per me. Mi sono giocato la chance di restare all'Inter o di andare altrove. C'erano società che mi volevano, ma poi hanno mollato proprio per il mio infortunio. Ma ormai tutto questo fa parte del passato, non piango più. Detto questo, l'Inter ha fatto tanto per me. Ho ancora tanti amici a Milano. Di recente ho sentito Ausilio, gli ho detto che mi piacerebbe tornare in futuro".

MOMENTO COMPLICATO - "L'Inter attuale avrebbe avuto bisogno di più tempo per lavorare. Inoltre ci sono troppi stranieri e pochissimi italiani. Questo è un problema, ed era lo stesso quando c'ero io. Bisognerebbe essere sempre uniti, non per forza amici, ma uniti certamente. Il resto funziona, la società, la dirigenza e i vari staff, ma la squadra no. Proprio per il numero elevato di stranieri".

SOGNO - "Non ne ho uno in particolare, voglio solo stare bene fisicamente. Chiedo solo questo a Dio: non voglio più subire infortuni gravi".


Rubrica di approfondimento sull'Inter a cura della redazione di FCInternews.it
ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
24 aprile 2013, Lewandowski record: 1° poker in una semifinale di Champions Il 24 aprile 2013 Robert Lewandowski si prende la scena nella notte di Champions, stabilendo un nuovo record nel torneo. L'attaccante...
TMW RADIO - I Collovoti: "Inter senz'anima, Insigne merita il rinnovo" TOP Falcinelli meriterebbero tutti 8 quelli del Crotone, ma diamo merito a lui e alla sua doppietta. Convocato nello...
TMW RADIO - Scanner: "Gli agenti dei calciatori, una figura discussa" In questa puntata di Scanner andata in onda su TMWRadio, l'avvocato Giulio Dini ha parlato degli agenti dei calciatori...
Juventus portabandiera e la leggenda del calcio spettacolo: Allegri ha creato un gruppo super, per un gioco semplice È' innegabile che se dobbiamo parlare di una squadra italiana che rappresenti al meglio in Europa la nostra bandiera in questo momento...
NESTI-PENSIERO – Volete sapere cosa ha in mente Tavecchio, con l'aria che tira? In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sull'attualità calcistica, in dimensione-diario, in ordine decrescente, dalla più...
L'altra metà di ...Leonardo Perez Federica, la compagna di Leonardo Perez, attaccante dell'Ascoli, è intevenuta ai microfoni di TMWRadio nella rubrica...
Fantacalcio, Infortunati e squalificati 34^ giornata Aggiornato 24/04/17 h 22:50   ATALANTA in recupero:  in dubbio: Kessiè,...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 25 aprile 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi martedì 25 aprile 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.