HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
      
SONDAGGIO
Chi è il flop della prima parte di stagione?
  Torres
  Vidic
  Mario Gomez
  Hamsik
  Cole
  Evra

Serie B

Castrovilli: il Bari si coccola il suo gioiellino

04.07.2012 14.30 di Alessio Calfapietra  articolo letto 9622 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com

Il Bari si sta interrogando sul suo futuro. La situazione societaria è incerta e mancano i fondi per costruire una squadra all'altezza delle legittime aspettative dei tifosi.
L'ultima stagione è stata tutto sommato positiva, anche grazie all'apporto dei ragazzi della fertile zona pugliese, come Galano e Bellomo. E' soprattutto dal vivaio locale che il Bari deve attingere per potersi garantire un avvenire di qualità e sostanza, nella speranza che escano ancora giocatori come Ventola e Cassano.
I Galletti potrebbero avere già l'asso in mano. Gioca nei giovanissimi nazionali, è originario di Minervino Murge ed ha una classe incredibile. Si chiama Gaetano Castrovilli e la sua professione è far divertire con il pallone tra i piedi. Lo scorso febbraio ha compiuto 15 anni ma nonostante il suo elevato tasso tecnico, Gaetano ha imparato a giocare al servizio della squadra e a rendersi utile nell'ultimo passaggio.

I numeri parlano per lui: nell'ultima stagione Castrovilli ha realizzato 13 goal, gli stessi messi a segno dal centravanti, ma con la metà delle partite a disposizione. Ed il 50% degli assist per la prima punta sono opera dello stesso Castrovilli.
Un esempio per tutti: nella gara di ritorno delle fasi finali contro il Napoli, il ragazzo si è reso protagonista di una prestazione eccezionale, riuscendo praticamente da solo a ribaltare il risultato con un goal di pregevolissima fattura ed un assist per Ciotta.
Castrovilli è il classico numero 10, una specie in via di estinzione, gioca come esterno d'attacco ma tende ad accentrarsi e mandare l'attaccante in porta. Sa allargare il gioco e dargli profondità: il bagaglio tecnico è di prim'ordine e non fa distinzione tra destro e sinistro. Gaetano e' alto 1.66 m, non un gigante ma, considerando l'età, lo sviluppo fisico dovrebbe portarlo ad avere una corporatura nella norma. E nel frattempo, per non scontentare nessuno, segna anche di testa.

Castrovilli può essere il futuro del Bari e, perchè no, anche del calcio italiano. Dopo quattro anni al Bari, quando è arrivato dalla squadra del Minervino Murge ed è stato ingaggiato dopo un provino durato dieci minuti, è tempo per Gaetano di alzare il tiro. Il prossimo step sarà la promozione negli Allievi, resta da stabilire se quelli nazionali o quelli regionali. Ogni anno per lui è stata una progressiva consacrazione, adesso però la società pugliese deve venire incontro al ragazzo e risolvere i problemi logistici di spostamento da casa (abita fuori città) al campo di allenamento. Castrovilli vorrebbe dimorare a Bari ed evitarsi ore ed ore di viaggi che comprometterebbero anche il regolare corso di studi. Se non si dovesse trovare una soluzione, i destini potrebbero separarsi. Ci sono già squadre della massima serie che stanno chiedendo informazioni, ma al momento è una prospettiva remota, visto che Gaetano intende rimanere al Bari. Il talento è dalla sua parte, così come il tempo. Un campioncino che vuole diventare grande. Sempre di piu'.

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
"Sono legato al calcio perché lo seguo, ma non c'entro molto. Lavoro a Londra con una compagnia: ho fatto degli investimenti con gente importante a...
Menez. Se gioca così il Milan è a posto. Quella contro il Napoli è la sua migliore partita finora, quando ha la possibilità di giocare il suo...
PAGELLE – FIORENTINA DA 7,5 – BONAVENTURA E GABBIADINI: NONSOLOCLASSE – LA FRAGILITA' DEL NAPOLI SQUADRE: MIGLIORI E PEGGIORI (PRIME 10 + INTER...
Il portiere dell'Atalanta Marco Sportiello e la sua bella fidanzata Sara si sono conosciuti ad una festa grazie ad alcuni amici in comune proprio...
"Besiktas? No, grazie. Preferisco l'Italia". Juventus e Atalanta hanno recepito il messaggio e subito si sono messe sulle tracce di Deniz Hümmet,...
Non fosse stato per Zlatan Ibrahimovic, di Oguchi Onyewu in Italia difficilmente qualcuno avrebbe ancora memoria nonostante abbia vestito, o...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 18 dicembre 2014.
 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.