HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
      
SONDAGGIO
Moratti lascia l'Inter, giusto o sbagliato?
  E' giusto così, non aveva più un ruolo primario
  Sbagliato, era una figura storica e importante
  Indifferente, cambia poco per la società

Serie B

ESCLUSIVA TMW - Zanchi: "Salvo il Vicenza e gioco ancora"

Marco Zanchi, difensore classe '77, veste la maglia del Vicenza, di cui è capitano. Nel suo curriculum ricordiamo le esperienze con Atalanta, Bari, Udinese, Juventus, Verona, Bologna e Messina.
28.04.2012 08.10 di Claudio Sottile  articolo letto 5419 volte
© foto di Federico De Luca

Nonostante i freschi cattivi esempi, un autentico capitano non abbandona mai la nave che rischia di affondare. Marco Zanchi (35) è lì che non molla un centimetro per il suo Vicenza, nonostante l'acqua avversaria che sembra entrare senza soluzione di continuità e lo scoglio retrocessione che si fa sempre più minaccioso all'orizzonte.
"Nei momenti difficili devi avere la forza di non cadere alle prime difficoltà che incontri -così esordisce in ESCLUSIVA per TMW, ad una manciata di ore dalla sfida salvezza contro la Nocerina- è un periodo in cui non bisogna abbattersi, nonostante le pressioni siano tante. Problemi tecnici ce ne sono, altrimenti non si sarebbero alternati tre tecnici, ma non cerchiamo alibi, la squadra ha fatto una presa di coscienza per venirne fuori".

Hai un altro anno di contratto, lo rispetterai a prescindere dalla categoria?
"Dovesse andar male, tocco mille volte ferro, non si sa cosa potrebbe succedere a livello economico. Tutte le società di Serie B, tutte, quando falliscono i propri obiettivi, nel nostro caso la salvezza, sono a rischio. Bisognerà vedere come andrà a finire".

O Vicenza o niente.
"Ho si voglia di continuare, finché il fisico me lo permetterà, però solo in biancorosso. Sono in un'età che non ho più molta voglia di spostarmi, le priorità sono altre, in soldoni la famiglia. Non traslocherei più con moglie e figli, perciò con la salvezza in tasca sarebbe automatico rispettare il contratto".

I recenti drammatici fatti di cronaca hanno posto l'accento sui controlli medici dei calciatori. Tu, che dal 2003 giochi con due placche di titanio all'altezza della nuca dopo aver sconfitto un angioma, e che più volte in partita hai subito dei traumi nella stessa zona del corpo, sei tranquillo quando scendi in campo?
"Sono infortuni che mi rispecchiano, nel senso che non mi sono mai fermato, entrando sempre deciso corro questi rischi. Non ho paura perché il male mi scivola sempre addosso, non mi faccio mai condizionare. Con il Grosseto nello scorso campionato sono anche svenuto in campo, dopo un contatto col mio portiere Frison (24), idem nel 2005 quando giocavo nel Messina e affrontai la Reggina. Io però sono sempre stato volitivo per sopperire alle mancanze tecniche, fin quando so che sono a posto con la salute non ho paura di giocarmela".

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
Dimenticare la batosta subìta contro il Bayern Monaco e ripartire. La Roma prova a mettersi alle spalle il pesante ko di Champions League. E...
Le dimissioni di Moratti e la crisi Inter visti da Fulvio Collovati in esclusiva ai microfoni di Calcissimo.com. Fulvio, che idea ti sei fatto...
Il momento-chiave arriva al 13' della ripresa, quando Amauri, dopo 158 giorni di digiuno "pannelliano", urla la sua gioia rabbiosa davanti alla...
Lady D'Alessandro, compagna del calciatore dell'Atalanta parla della loro storia d'amore in esclusiva per la nostra rubrica. "Io e Marco siamo...
Italia-Inghilterra, molte andate, molti ritorni; forse uno in più. Questa la storia di Fabio Borini, che seppur ancora giovane (è un classe 1991),...
IN TEMPO REALE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DELLE ULTIME DAI CAMPI DELL' 8^ GIORNATA                   ULTIMO AGGIORNAMENTO ORE...
Per salire alla ribalta ha dovuto aspettare anni e cambiare ruolo: è il caso di Cosmin Moti, impalpabile presenza a Siena ed eroe in Bulgaria, per...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 25 ottobre 2014.
 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.