HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
      
SONDAGGIO
Chi ha impressionato di più in questo avvio di stagione?
  Tevez
  Osvaldo
  Menez
  Cassano
  Di Natale
  Djordjevic
  Callejon
  Vazquez
  Honda
  Icardi

Serie B

Nocerina, Auteri: "Abbiamo meritato al vittoria"

10.03.2012 19.30 di Luca Esposito  articolo letto 1564 volte
Fonte: TuttoNocerina.com
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com

Per Gaetano Auteri e per la sua Nocerina una vittoria corroborante: l'autostima della squadra potrebbe aumentare in vista del rush finale. "Ci prendiamo i tre punti, ma non ho tanta voglia di sorridere. È stata una sofferenza, perché l'avversario ha sfruttato mezzo tiro in porta e stava ottenendo il massimo possibile. Noi invece ci abbiamo messo tutto quello che potevamo, anche nonostante un metro di valutazione abbastanza particolare del signor Irrati: secondo me Raggio Garibaldi andava espulso, invece è stato solo ammonito per l'ennesimo fallo, e io ne ho contati cinque consecutivi solo nel secondo tempo. Mi sono francamente un po' stancato: bisogna stare più attenti. Dobbiamo fare grandi sacrifici, ma pretendiamo rispetto: la regola dice che quando un giocatore allontana la palla deve essere ammonito, e non si può fare finta di niente".

Auteri un po' nervoso anche perché la sua compagine ha finito la partita con alcuni acciacchi. "Credo che i tre punti siano meritati per noi, anche se abbiamo finito la partita con tanti problemi. Rea è stato ammonito e sarà squalificato perché era diffidato; Negro probabilmente si è fatto male nella situazione in cui aveva provato a calciare e non ci era riuscito bene; Castaldo ha preso una botta, Pagano aveva preso una botta, Mingazzini è rientrato dopo tanto tempo e poi è dovuto uscire. Negro non so cosa si sia fatto: la mia impressione è che sia un problema muscolare, comunque vedremo nei prossimi giorni".

La Nocerina è tornata a vincere dopo cinque mesi di digiuno, grazie al gran gol di Merino al 94'. "Non so se il vento stia cambiando - dice Auteri - ma sicuramente mi auguro che questa vittoria sia una svolta per noi. Prima del 2-1 avevamo prodotto alcune palle gol importanti, facendo una grande pressione, e abbiamo giocato anche con ordine. Anche sul piano del gioco, nonostante il vento abbia disturbato lo svolgimento e la partita, e nonostante avevamo di fronte una squadra come il Gubbio, abituata a verticalizzare. La partita l'abbiamo vinta con merito, e avrei detto le stesse cose anche sull'1-1. I tre punti sono comunque importanti perché ci danno serenità e convinzione, e soprattutto ci danno la possibilità di rientrare magari in gioco: la classifica si è accorciata. Stiamo tornando a essere una squadra: magari abbiamo una faccia diversa rispetto a prima, ma abbiamo ricostruito un gruppo". Ha funzionato la scelta di Auteri di far cambiare continuamente di posto i tre trequartisti. "Abbiamo giocatori con una grande duttilità: Merino può giocare a destra, può giocare da prima punta, è motivato, ma anche Gigi Castaldo ha fatto bene, come pure Pagano e Negro. Mi auguro che Maikol non debba fermarsi di nuovo".

Il 4-2-3-1 è diventato ora il modulo base. "Questa è una considerazione che lascio ai giornalisti - dice Auteri - Al di là dell'assetto tattico, direi che siamo anche più spregiudicati rispetto a prima. Dobbiamo inseguire un progetto di squadra ed essere concreti: non c'è tanto tempo di fare altre cose. Noi di volta in volta ci adatteremo all'avversario, ma ci adattavamo anche prima". Sabato la Nocerina sarà a Modena, e prima di allora Auteri valuterà la disponibilità di tutti. "Qualcuno non ha finito bene - ripete l'allenatore - soprattutto Mingazzini, Pagano e Castaldo, e anche Negro è rimasto in campo nonostante quel fastidio, ma nel frattempo rientrerà qualche altro giocatore come Giuliatto e come Farias", Sul gol di Merino Auteri si è sfogato, ma lui spiega perché. "Lo volete sapere il motivo? Non ho esultato: io me la sono presa con l'arbitro perché secondo me aveva in qualche modo influenzato il risultato. Quando pareggiammo a Cosenza la scorsa stagione ho fatto i complimenti al signor Irrati di Pistoia, e gli dissi che avrebbe meritato il salto di categoria, oggi gli ho stretto la mano ma i complimenti non glieli ho fatti".

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
Osvaldo: A lui i gol facili non piacciono, o con tuffo carpiato o nulla. C'è da dire che la difesa dell'Atalanta lo lascia troppo solo, ma lui...
Le pagelle di Carlo Nesti alle big del campionato nella quinta giornata di serie A. SQUADRE MIGLIORI E PEGGIORI JUVE 8 LAZIO 8 ROMA 7,5...
Il portiere dell'Empoli Luigi Sepe e sua moglie Anna Laura si sono conosciuti nel 2009 durante il giorno del suo compleanno, come ci racconta Lady...
Roberto Soriano è figlio della generazione d'emigranti d'Italia. Una famiglia in cerca d'autore e di fortuna, di una nuova partenza, di un destino...
Aggiornato 30/09/14 h. 15:00       Atalanta: in recupero:  in dubbio: Spinazzola out: Rosseti squalificati: diffidati:    ...
L'estate del 1997 segna una svolta epocale per la Sampdoria. Dopo 15 anni la bandiera Roberto Mancini lascia e segue il tecnico Sven-Goran Eriksson...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 30 settembre 2014.
 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510