HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Serie D

Piacenza, Cerri: "Promozione meritata. Io e Franzini avanti assieme"

22.03.2016 23.27 di Tommaso Maschio   articolo letto 3443 volte
Fonte: TuttoLegaPro.com
© foto di Federico Gaetano/TuttoLegaPro.com

Intervistato da TuttoLegaPro.com il direttore sportivo del Piacenza Massimo Cerri ha parlato della promozione in Lega Pro arrivata con ampio margine: "Al termine del girone d'andata, quando abbiam battuto in casa il Lecco nello scontro diretto, abbiam capito che saremmo arrivati primi. Non solo per il risultato positivo e per gli oltre dieci punti di vantaggio, ma per l'atteggiamento che i miei avevano avuto in campo, vincendo una partita sofferta e neutralizzando un rigore ai lombardi. Lì ho visto veramente la voglia di soffrire e di remare tutti insieme verso un solo obiettivo. E domenica è arrivata la conferma".

83 punti a metà marzo, una sola sconfitta, la seconda distante 19 lunghezze. Merito vostro o demerito altrui?
"Direi la prima e motivo la scelta. Il Lecco ha disputato un gran campionato, attualmente ha più punti di quattro capoliste della Serie D, sebbene abbia disputato diverse gare in più. Però noi siamo stati eccellenti, con 26 vittorie in 32 gare: una media incredibile che non ha eguali in categoria. E dire che ai nastri di partenza nessuno si aspettava questo exploit: a inizio campionato partecipai a una trasmissione televisiva locale. Tutti erano convinti che ci saremmo giocati la vittoria, fino all'ultimo respiro, contro il Lecco, il Monza e il Seregno. E invece il cammino è stato netto e senza problemi".

Adesso vi aspettano due mesi di festa
"Sugli spalti si, in campo no. La società deciderà la riconferma di alcuni elementi anche in base alla prestazione delle ultime giornate di campionato: insomma, molti giocatori si giocheranno la Lega Pro nei prossimi due mesi. Per questo credo che le prestazioni, sul terreno di gioco, non cambieranno".

A proposito di riconferme: il suo futuro?
"Insieme a questi colori. Sono nato in questa città, cresciuto in questa società: per 15 anni ho guidato le giovanili piacentine mentre la prima squadra disputava campionati di Serie A e B, mi sono seduto sulla panchina dei grandi sia da mister che da viceallenatore in annate molto difficili, coincise con la retrocessione dalla Serie B. E da quest'anno è iniziata la mia avventura da direttore sportivo, la prima in assoluto. Diciamo che sono riuscito a riscattare il passato. La società ha confermato sia me che mister Franzini e questo è un grande motivo d'orgoglio".

E i giocatori?
"Siamo intenzionati a confermare lo zoccolo duro e non stravolgere una squadra che ha saputo fare così bene. Naturalmente bisognerà considerare la ripartizione dei contributi della Lega in base all'utilizzo dei giovani nella prossima stagione prima di poter avere la certezza sulla composizione di tutta la rosa".

Il prossimo anno potrebbe aver luogo un inedito derby con il Pro Piacenza, club col quale avete tentato la fusione e dal quale avete prelevato diversi elementi
"Sarebbe veramente interessante come sfida, speriamo che i nostri "cugini" riescano a mantenere la categoria. La fusione, invece, era difficilmente concretizzabile: le due squadre hanno una storia diversa, percorsi diversi: il Piacenza è la squadra della città, seguita da migliaia di tifosi e che ha disputato svariati campionati di Serie A e B. Il Pro Piacenza, invece, si è affacciato al professionismo dopo esser cresciuta nel tempo e aver cambiato diverse denominazioni. Si tratta, insomma, di due realtà quasi opposte. Riguardo il mercato, alcuni elementi sono arrivati dalla loro squadra mentre per altri si è trattato di un ritorno. Silva e Matteassi sono cresciuti nelle giovanili piacentine, ad esempio. Mister Franzini, invece, era seguito da tanti anni. Il mio augurio, comunque, è che riescano a rimanere in Lega Pro".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie D
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
22 gennaio 1997, Cesare Maldini debutta da ct della Nazionale contro l'Irlanda del Nord Il 22 gennaio 1997 Cesare Maldini debutta da ct sulla panchina della Nazionale. La partita era quella amichevole contro l'Irlanda del...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Mariano Izco Emanuela Zappalà, compagna del centrocampista argentino del Chievo Mariano Izco, è stata ospite della trasmissione di...
FANTACALCIO, INDISPONIBILI dopo la 21^ giornata...IN AGGIORNAMENTO Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di recupero,...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 gennaio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 22 gennaio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.