HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Bentancur

“Hernandez cresciuto e maturato, Sabatini lo seguiva per l’Inter. Walter e l’addio ai nerazzurri: aveva ambizioni per vincere, non era contento. Polenta e l’Italia, in estate si può. Napoli-Torreira, chiesto tempo: se ce lo danno ok...”
17.04.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 10775 volte

Tanto mercato per Abel Hernandez e Lucas Torreira in estate. “Per Abel, che è un ragazzo maturato e cresciuto in fretta, abbiamo delle richieste dall’Inghilterra. Ma l’Italia il ragazzo l’ha nel cuore, infatti mi ha chiesto le squadre interessate”, dice a TuttoMercatoWeb l’agente Pablo Bentancur.

Richieste dall’Italia, fin qui?
“Hanno parlato con me tre squadre, ma i nomi preferisco non farli. Oggi Abel è un ragazzo cresciuto, maturato. Un calciatore importante”.

Provo io: Sabatini, se fosse rimasto, lo avrebbe voluto all’Inter?
“Tutti sanno che Walter lo ha sempre voluto e apprezzato. Ha sempre chiesto informazioni. Ma hanno chiesto informazioni anche altre squadre. La prossima settimana sarà importante, andrò in Inghilterra per parlare con alcune società”.

A propósito di Sabatini. Leí lo conosce bene: sorpreso dall’addio all’Inter?
“Se lo dico magari Walter si arrabbia. Ma lo dico lo stesso: lui è troppo passionale, ogni volta mette la sua vita in quello che fa. Mi sembra che avesse altre ambizioni per l’Inter, per vincere. Quando abbiamo parlato non l’ho visto contento. E se non sei contento del tuo lavoro...”.

Naithan Nandez e il mercato: che succederà? C’era la Fiorentina...
“Fiorentina e Genoa lo hanno seguito e apprezzato prima che andasse al Boca. Era tutto fatto con la Fiorentina, poi non ci siamo accordati con Corvino, che è un amico. Il prezzo era basso, ma per fortuna per noi non lo ha preso (sorride, ndr) e infatti è andato al Boca a cifre importanti. Oggi ha un valore molto alto, importante. Ma in Italia lo vedrei bene, se si presenterà una squadra dovrà essere al livello del Boca”.

Guillermo Varela?
“Dopo il diverbio con l’Eintracht Francoforte con il quale siamo andati in causa per un tatuaggio, abbiamo rischiato e siamo andati al Penarol. Il Manchester United ha mantenuto il 25% del cartellino e lo osserva, non ha voluto lasciarlo. Abbiamo ricevuto delle manifestazioni di interesse da Inter, Roma e Benfica. Del futuro se ne parlerà dopo il Mondiale”.

Un altro pezzo pregiato sarà, inevitabilmente, Lucas Torreira. Andrà al Napoli?
“Il Napoli ha fatto una richiesta ufficiale. Ma gli ho detto che dobbiamo aspettare. Lucas ha una clausola da 25 milioni, ma se la Sampdoria ha la possibilità di monetizzare di più e noi congiuntamente possiamo fare una scelta giusta allora faremo tutto insieme. Ferrero è un grande stratega, non è un pazzo. Abbiamo deciso di aspettare. Il ragazzo pensa solo alla Nazionale e alla Sampdoria. È un grandissimo professionista, ne ho seguiti tantissimi nella mia carriera e posso dire che il ragazzo vive per il calcio. Con il Napoli abbiamo parlato e la trattativa è aperta. Ho chiesto tempo, se non ce lo dovessero dare e prendessero qualcun altro, beh, pazienza. Il ragazzo deve trovare la giusta soluzione. Al di là della clausola. Conta trovare la squadra ideale per il percorso di crescita”.

E Polenta? Stava andando al Genoa a gennaio...
“Faccio una premessa: Ballardini è un grande allenatore, parlano i numeri. Voleva Polenta a gennaio, il Nacional non era intenzionato a cederlo. Poi quando il club si era convinto Diego non trovava il passaporto. In estate programmeremo bene il mercato e il giocatore avrà la possibilità di tornare in Italia”.

Nazionali a confronto: l’Uruguay è fucina di talenti, l’Italia delude. Perché?
“Il calcio in Italia è ormai uno show mediatico piuttosto che un vero sport. Questo è un problema. Al di là di ciò, la Nazionale Uruguaiana ha un allenatore rispettato da tutti perché ha saputo formare un grande gruppo. Quando ho vinto con il Lugano l’ho fatto perché si era formato un gruppo incredibile, li ho toccato con mano cosa si intende per gruppo. Tabarez è stato bravo a creare qualcosa di importante e un’unità di intenti importante coinvolgendo nel gruppo sempre ragazzi di talento. L’Italia dovrebbe ripartire dal settore giovanile facendo formare i ragazzi dai primi passi: girano troppi soldi, invece in Uruguay c’è fame e voglia di arrivare”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Soldati 20.10 - “Contro il Napoli mi auguro sia la partita del nostro rilancio, abbiamo bisogno di fare punti. Giocheremo contro una delle squadre più forti del campionato, ma Velázquez ha sempre schierato formazioni competitive: ce la giochiamo”. Così a TuttoMercatoWeb il presidente dell’Udinese,...

A tu per tu

...con Stam 19.10 - “Il derby? Vince il Milan, 2-1”. Jaap Stam, ex difensore rossonero e - tra le altre - del Manchester United, non ha dubbi sul derby di Milano in scena domenica. Stam, oggi manager e allenatore, parla in esclusiva a TuttoMercatoWeb dei suoi trascorsi italiani e non solo. Con uno sguardo...

A tu per tu

...con Ercolani 18.10 - Il nuovo che avanza, sognando un posto tra i grandi al Manchester United. Luca Ercolani, difensore classe 99 cresce sotto l’ala protettiva di Jose Mourinho, in attesa di ritagliarsi uno spazio in prima squadra tra i Red Devils, un sogno che può diventare realtà. “Sto bene, per il...

A tu per tu

...con Bonato 17.10 - “Inter e Milan arrivano al derby nelle migliori condizioni, entrambe vengono da buone prestazioni perché hanno trovato le giuste dinamiche di gioco”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds di Sassuolo e Udinese, Nereo Bonato, in vista del derby di Milano. La partita promette spettacolo. “Da...

A tu per tu

...con Paloschi 16.10 - “Fin qui ho cercato di sfruttare al meglio le occasioni che mi ha concesso il mister. Ma mi dispiace che i gol realizzati non abbiano portato ad un risultato positivo, perché ciò che conta è l’obiettivo di squadra”. Così a TuttoMercatoWeb l’attaccante della SPAL, Alberto Paloschi....

A tu per tu

...con Bergodi 15.10 - “Dalla Lazio ci si aspettava di più, anche se la classifica sorride le prestazioni non sono state all’altezza dello scorso campionato”. Cosi a TuttoMercatoWeb Cristiano Bergodi fa le carte al campionato di Serie A. Ci si aspettava di più da Milinkovic Savic. “Forse troppe pressioni....

A tu per tu

...con A.Marotta 14.10 - Cercasi successo. L’Italia all’esame Polonia, a caccia di una vittoria che darebbe linfa al morale e alla classifica. “È una partita da ultima spiaggia per entrambe, ammesso che questo torneo abbia un valore effettivo. Sia l’Italia che la Polonia cercheranno un successo, l’ambiente...

A tu per tu

...con Cosmi 13.10 - “La Nazionale? Vincere, amichevole e competizione dove ci sono punti in palio, da sempre fiducia. Poi la squadra è giovane, quindi un successo sarebbe un’iniezione di fiducia importante. Mi è sembrato che la Nazionale abbia giocato un buon calcio, si può essere fiduciosi”. Così a...

A tu per tu

...con Delneri 12.10 - “Con CR7 la Juventus ha acquisito forza non solo sul campo ma anche mentale. Cristiano Ronaldo è il fattore in più, questa Juve può essere protagonista non solo in campionato ma anche in Champions League”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore bianconero, Luigi Delneri. Intanto...

A tu per tu

...con Sannino 11.10 - “Tutti partono con un progetto, poi bastano due sconfitte e si cambia...”. Così a TuttoMercatoWeb Giuseppe Sannino a proposito dei cambi di allenatore da parte di Chievo Verona e Genoa. Il cambio in casa Chievo, comunque, era prevedibile. La classifica piange... “Un conto è entrare...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy