HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Qual è il vostro miglior acquisto dopo il primo trimestre?
  Muriel (Atalanta)
  Nainggolan (Cagliari)
  Ribery (Fiorentina)
  Lukaku (Inter)
  De Ligt (Juventus)
  Hernandez (Milan)
  Kulusevski (Parma)
  Lozano (Napoli)
  Smalling (Roma)
  Caputo (Sassuolo)

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Biagianti

"Con Atzori tanta sfortuna"
30.12.2009 00:00 di Andrea Lolli   articolo letto 9208 volte
Fonte: Intervista realizzata da Raffaella Bon
© foto di Federico De Luca

Marco Biagianti è una delle certezze in un Catania che non sta attraversando la miglior annata nella massima serie. Di questo e della sua vita ci parla in questa intervista il giovane centrocampista.

Raccontaci il momento che stai vivendo con il Catania
"Attualmente stiamo vivendo un periodo difficile, ma l'ultima vittoria ci ha dato morale".

Una vittoria che da tifoso fiorentino ha un sapore particolare?
"Sì, è stata una vittoria molto importante per il Catania e anche per me, come tifoso, ha avuto un sapore particolare".

Hai visto una Juventus in crisi come molti dicono?
"Sicuramente non è stata la Juventus di inizio anno, questo lo hanno visto tutti. Ci sono grandi campioni che stanno attraversando un momento difficile, la sosta può averli aiutati e nel nuovo anno possono diventare di nuovo una grande squadra".

Parliamo di te, come ti sei avvicinato al calcio?
"Ho iniziato vicino a casa, mi portava mio padre e ancora non c'erano tante squadre. Giocavo con i più grandi, nell'Olimpia Firenze, poi nello Sporting Arno. A dieci anni mi ha preso la Fiorentina e ho fatto tutto il settore giovanile fino ai tempi in cui la squadra era in c2. Da lì mi hanno dato in prestito e poi è finito il contratto".

Hai qualche rammarico per non aver esordito nella Fiorentina?
"Alla fine mi è andata abbastanza bene e devo ringraziare il Catania di avermi dato l'opportunità di giocare in A. Non ho nessun rimpianto, ma magari un piccolo sogno era quello appunto di giocare a Firenze o continuare la mia carriera lì".

Voci di mercato ti avvicinano comunque sempre alla Fiorentina
"Da diverso tempo ci sono queste voci, ma sono chiacchiere da bar. Probabilmente escono perché sono di Firenze".

Cosa pensi di questa stagione dei viola?
"La qualificazione agli ottavi di Champions è stata una bella sorpresa per tutti. Da tanti anni la squadra sta facendo bene, anche in campo europeo, e sono felice per loro".

In estate, poi, non era data nemmeno tra le favorite
"La campagna acquisti è stata un po' differente dal solito, hanno ceduto Felipe Melo, ma hanno dimostrato che non servono i grandi nomi per fare bene. Il gruppo, poi, è già buono da diversi anni e ha dimostrato il proprio valore".

Chi ti ha dato di più e di meno fra i tuoi allenatori?
"Il primo che ho avuto alla Fiorentina mi ha fatto crescere a livello calcistico, poi ora che sono in A ognuno ha avuto il suo merito, da Marino che mi ha fatto esordire a Baldini che mi ha dato la possibilità di giocare. Zenga mi ha dato la fiducia l'anno scorso e lo stesso Atzori, che già conoscevo, mi ha dato tanto anche a livello umano. Adesso c'è Mihajlovic e vedremo come andrà".

Quindi per Atzori ti è dispiaciuto?
"Quando una squadra va male ci rimette l'allenatore, ma mi dispiace perché era uno molto preparato e inoltre abbiamo avuto tanta sfortuna".

Come ricordi il tuo esordio?
"Era un periodo particolare per noi, giocavamo sempre fuori casa dopo quanto successo con Raciti e contro la Roma ebbi l'opportunità di scendere in campo due minuti. Rispetto alla partita con il Chievo, che giocai poi per intero, le gambe tremarono comunque molto. E' stata un'emozione particolare e un giorno speciale".

Il tuo periodo più bello e più brutto?
"Il più brutto sicuramente questo che sto passando adesso. Ci ritroviamo in fondo alla classifica e stanno arrivando cattivi risultati. Il più bello lo scorso anno, con la salvezza e la convocazione in Nazionale".

Credi nei Mondiali?
"Non ci penso. E' stato un bel momento, ma ora devo pensare a star bene fisicamente".

Qual è la tua condizione?
"Ora buona, mi sono riposato con la famiglia e ho ricaricato le pile per la partita del sei dove dovremo ottenere più punti possibili".

Dal 2010 cosa ti aspetti?
"In questo momento di uscire da questa situazione complicata e di star bene fisicamente".

Un regalo per i tifosi?
"La salvezza. In questo momento i tifosi stanno soffrendo e so che per loro, come per noi e per la città, è importante rimanere in A".

In ogni sessione di mercato si parla di te, quale sarà il tuo futuro?
"Non penso a queste voci, anche quest'estate ci sono state, ma voglio allenarmi meglio possibile e concentrarmi sul Catania".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Cecere 06.12 - “Radu? Il percorso di crescita è in linea con le aspettative di tutti, dopo questa stagione tornerà all’Inter e si giocherà il suo posto con Handanovic“. Così a TuttoMercatoWeb l’agente del portiere del Genoa, Crescenzo Cecere. Al Genoa è cresciuto e si è imposto come uno dei portieri...

A tu per tu

...con Legrottaglie 05.12 - “Sono contento dell’esperienza, qualche risultato in più ci avrebbe fatto comodo. Ma stiamo conoscendo il campionato e cresciamo. Da qui alla fine diremo la nostra”. Così a TuttoMercatoWeb Nicola Legrottaglie, allenatore della Primavera del Pescara. Mercato: il Milan pensa a Ibra,...

A tu per tu

...con Lucchesi 04.12 - Fabrizio Lucchesi non ci sta ad essere trattato come uno dei responsabili del fallimento del Palermo. Mesi di lavoro, anche per lui, andati in fumo per una fideiussione mai presentata da Tuttolomondo in Lega e le cui colpe sono ancora tutte da accertare. Dopo mesi l’ex direttore generale...

A tu per tu

...con Accardi 03.12 - “Il Napoli? Che si fosse rotto il giocattolo era chiaro. Quando viene a mancare la coesione tra tutte le componenti succede quello che sta succedendo al Napoli”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Beppe Accardi. Dai segnali di ripresa contro il Liverpool alla sconfitta...

A tu per tu

...con Martorelli 02.12 - “Ibra al Milan? Quando si ha la volontà di chiudere una trattativa i tempi dovrebbero essere più veloci. Mi sembra che la cosa si stia prolungando troppo”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Giocondo Martorelli. L’arrivo di Ibra bocciatura per Piatek? “Cambiare strategia...

A tu per tu

...con Budan 01.12 - “Ibra al Milan? Il club rossonero ritroverebbe un calciatore con qualche anno in più, che ovunque sia andato ha sempre fatto bene. Potrebbe portare al Milan tanta personalità che per adesso è mancata”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex attaccante di - tra le altre - Parma, Atalanta e Palermo,...

A tu per tu

...con Meluso 30.11 - “Al di là della squadra che affrontiamo, che è sempre stata tra le prime in Italia e con la nuova proprietà conserva delle ambizioni di crescita, mi viene spontaneo mettere in risalto che oggi il Lecce se la gioca contro tutti e ha fatto si che ciò avvenisse attraverso il suo modo...

A tu per tu

...con Angelozzi 29.11 - “La classifica non è quella che ci aspettavamo, avremmo potuto avere qualche punto in più ma il bilancio è ottimo. Anche se possiamo fare di più”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore generale dello Spezia, Guido Angelozzi. Quali sono state le difficoltà? “Abbiamo ringiovanito...

A tu per tu

...con Colantuono 28.11 - “L’Atalanta ha fatto una grande partita, il risultato contro la Dinamo Zagabria sarebbe potuto essere più importante. La partita di andata è stata solo una serata negativa”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex tecnico della Dea, Stefano Colantuono. In campionato però la squadra va un po’...

A tu per tu

...con Capuano 27.11 - Una nuova sfida per Eziolino Capuano. Salvare l’Avellino la sua missione, per un progetto a lunga durata. “Quando sono andato conoscevo le problematiche che c’erano, sono contento delle risposte della squadra. Abbiamo fatto ottime prestazioni e oggi ci giochiamo i quarti di Coppa”,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510