VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

A tu per tu

...con Bjelica

"Crisi Spezia, l'aria è cambiata: caviale e champagne e poco sacrificio, in società gente che non conosce il calcio. Tornerò ad allenare in Italia. Kalinic, che sorpresa! Un piacere vedere la Fiorentina. Juve, risalirai"
28.11.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 21479 volte
...con Bjelica

Spezia ancora sconfitto, la crisi prosegue. Cambia l'allenatore, non i risultati. Da Bjelica a Di Carlo, risultati negativi che proseguono. "Quando un allenatore non vince sette partite ci può stare che in Italia venga esonerato", commenta il tecnico croato a TuttoMercatoWeb. "Quando meritavamo di vincere - continua Bjelica - pareggiavamo e quando meritavamo di pareggiare arrivavano le sconfitte. Non siamo riusciti a risolvere il problema. Ma allo Spezia rispetto all'anno scorso è cambiato tanto".

Cosa è cambiato?
"Già dall'1 luglio in società non si respirava aria di lavoro, umiltà e sacrificio. Purtroppo eravamo diventati troppo champagne e caviale e poco lavoro e sacrificio".

A cosa si riferisce?
"Sono arrivate persone che non conoscono il calcio. Diciamo che l'aria non era positiva. Era un progetto buono, sano. Poi questo progetto è cambiato. E siamo entrati in un tunnel nel quale i ragazzi avevano perso fiducia. Anche a me, per quello che è successo in società, è mancata un po' di energia e i ragazzi forse si sono sentiti soli, come mi sentivo io".

Però rimane il buon mercato, quello condotto da Budan.
"Beh, lui c'era anche l'anno scorso. E l'anno scorso, tutti insieme, abbiamo fatto un grande lavoro. Igor ha costruito una grande squadra, con lui siamo riusciti a risparmiare tanti soldi dando via alcuni ragazzi che non facevano parte del progetto. Budan sì, ha lavorato bene".

E pensare che lei sarebbe potuto diventare l'allenatore della Croazia. Rimpianti?
"No. Nessun rimpianto. La Croazia ha preso un allenatore che già ha vinto due partite. Significa che la Nazionale ha fatto un'ottima scelta. Sono stato tra i candidati, che si sia fatto il mio nome è motivo di orgoglio. Sono giovane, voglio lavorare ogni giorno al campo. Ma se arriva la Nazionale come si fa a dire di no? Comunque sono felice di aver lavorato allo Spezia".

E adesso, mister?
"Sono a casa, in Austria. Ma continuo a seguire il calcio italiano, è normale che abbia interesse".

Magari per tornare, il prossimo anno.
"Certo. Mi piacerebbe, davvero. In Italia mi sono sentito amato, come mai era successo prima. Mi hanno rispettato tutti. Anzi, ne approfitto per ringraziare i tifosi. A giugno vorrei tornare ad allenare in serie A. Intanto lavoro, ascolterò le proposte che arriveranno".

Occhi sulla serie A: che sorpresa, Kalinic.
"Dico la verità: ha sorpreso anche me. Noi croati siamo orgogliosi di ciò che sta facendo. Ma quando funziona una squadra funzionano i singoli. Kalinic, nel gioco della Fiorentina, può sfruttare gli spazi che ha a disposizione".

La Fiorentina, una delle rivelazioni.
"Gioca con un 3-4-3 offensivo, propositivo e fatto molto bene. Veder giocare questa squadra mi piace. Quando posso guardo i viola. Guardare le partite della Fiorentina è un piacere, si vede la mano di Paulo Sousa".

E la Juve?
"Sta passando un periodo difficile, ma tornerà a lottare per la vittoria del campionato. Sono arrivati tanti giocatori nuovi, devono adattarsi e non è facile. Ma questa Juve risalirà, ne sono sicuro".

Stasera c'è Milan-Sampdoria.
"Una partita interessante, per il passato di Mihajlovic e anche perché la Sampdoria ha cambiato allenatore. Mihajlovic e Montella sono due allenatori completamente diversi, ma altrettanto bravi. A Montella serve tempo, riuscirà ad inculcare la sua filosofia di gioco. E la Samp tornerà ad essere una squadra importante".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Mandorlini 21.01 - “L’Inter è partita bene salvo inciampare nelle ultime gare. Magari c’è stato un calo fisico, generale. E per la Roma vale lo stesso: era partita bene. La sosta però è servita a ricaricare le batterie”. Così a TuttoMercatoWeb Andrea Mandorlini fa le carte a Inter-Roma che si giocherà...

A tu per tu

...con Gasparin 20.01 - Avanti con il curatore fallimentare. Poi si vedrà. Il Vicenza è fallito. "Al Vicenza sono legato, ho vissuto dalla serie C fino alla semifinale di Coppa contro il Chelsea. Risiedo a Vicenza, sono tifoso così come lo è mio figlio. Vedere che il lavoro fatto in precedenza è stato depauperato...

A tu per tu

...con Bjelica 19.01 - “Ho preso la squadra al dodicesimo posto, siamo arrivati terzi. In questo secondo campionato abbiamo cambiato tanto la squadra, sono partiti giocatori importanti ma siamo competitivi. Oggi siamo secondi, possiamo vincere il campionato e abbiamo tutto per riuscirci”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Stellone 18.01 - “La scelta di Verdi può essere giusta perché a Bologna è protagonista, mentre a Napoli avrebbe rischiato di giocare poco perché ci sono Insigne, Mertens e Callejón. Il no deve essere visto sotto questo aspetto”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore del Frosinone, Roberto Stellone. E...

A tu per tu

...con Stramaccioni 17.01 - Programmazione. Parola d’ordine in casa Sparta Praga. E a guidare il nuovo progetto ceco è Andrea Stramaccioni. “È una grandissima sfida e una grandissima esperienza essere il primo allenatore straniero della storia di un club così titolato a livello internazionale. Siamo a quattro...

A tu per tu

...con Legrottaglie 16.01 - “Da qui alla fine Napoli e Juve si daranno battaglia, i bianconeri comunque rimangono favoriti per rosa ed esperienza. Sarà una lotta degna del nostro campionato”. Così a TuttoMercatoWeb Nicola Legrottaglie fotografa il campionato di serie A che riprenderà questa settimana. Il...

A tu per tu

...con Berti 15.01 - “In estate ci sarà un valzer di portieri, se Perin continua così andrà in una grande squadra. E poi occhio a Donnarumma, che potrebbe andare via dal Milan”. Così a TuttoMercatoWeb sul possibile valzer di portieri che si verificherà in estate, l’ex portiere Gianluca Berti, oggi dirigente...

A tu per tu

...con Tedesco 14.01 - “Inter e Napoli devono puntellare il proprio organico, non perché abbiano difficoltà ma per provare a raggiungere gli obiettivi prefissati. Se il Napoli vuole competere per la vittoria del campionato deve aggiungere qualche tassello. Così come l’Inter per arrivare tra le prime quattro”....

A tu per tu

...con Damiani 13.01 - "Per adesso non ci sono stati movimenti significativi. C'è stata qualche uscita, le grandi invece hanno fatto poco: si può far qualcosa per allungare la rosa. L'unico vero acquisto potrebbe essere Verdi al Napoli, con un esborso economico anche importante". Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Joao Santos 12.01 - Due primati. In serie A e in serie B, sorridono Jorginho e Igor Coronado con Napoli e Palermo. E sorride anche Joao Santos, agente dei due calciatori. “Un risultato frutto del lavoro delle due squadre che puntano a vincere i rispettivi campionati. E il mercato non influenzerà la...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.