VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
A tu per tu

...con Caliandro

"Pinilla? Meglio pensare al gol. E non era fallo. Palermo ed Empoli le sorprese. Migliaccio e il rinnovo, vedremo. Luperto e Dezi, il punto sul futuro. Nadarevic e Perea..."
26.03.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 15617 volte
© foto di Alessio Alaimo

Un caso più mediatico che reale. Mauricio Pinilla, attaccante dell'Atalanta, nella scorsa giornata di campionato, ha messo a segno un gol importante. Contro il Napoli. E apriti cielo, tante polemiche per un presunto fallo sul poco attento Henrique. "Io mi concentrerei più sul gol, con questa situazione è stato tolto spazio ai protagonisti in campo. Quindi a Mauricio, che ha fatto gol e portato inizialmente in vantaggio l'Atalanta. Si è spostata l'attenzione su altri argomenti. L'importante è che Pinilla abbia fatto gol, creando un clima diverso all'interno dell'Atalanta. Mauricio si è reso protagonista di un gesto non di poco conto", commenta a TuttoMercatoWeb l'agente dell'attaccante cileno, Francesco Caliandro.

Ok, ma era fallo o no?
"Per me no".

Per l'Atalanta una stagione con qualche problema di troppo.
"Gli argomenti vanno approfonditi dal girone d'andata. Non si può azzerare tutto con il mercato. Sicuramente è una stagione sportiva a sè, portarla a termine vuol dire caricarsi le questoni e le problematiche che l'hanno caratterizzata".

Che campionato è fin qui?
"Nel complesso attraversiamo un momento non facile di operatività. Ci troviamo ad affrontare problemi non solo economici ma anche di natura tecnica. Ci trasportiamo addosso il fardello di una serie di mercati precedenti. Ogni squadra ha trovato delle problematiche importanti nel corso del proprio cammino. Tant'è che le squadre che stanno dando maggior risalto al loro campionato sono l'Empoli e il Palermo. Le due neopromosse che sanno di dover affrontare il campionato in un certo modo e puntano a valorizzare il proprio patrimonio".

A proposito di patrimonio, il Palermo punta sul baby Alastra, che gravita attorno alla prima squadra.
"I nostri ragazzi, in un progetto comune, devono essere messi nelle condizioni che quello che vivono come un sogno diventi una prospettiva, il loro progetto di vita. Una volta che si esce dal settore giovanile ci si trova in una realtà completamente diversa che comprende la stampa, i tifosi e tanto altro. Cambia tutto velocemente. I ragazzi devono essere messi nelle condizioni di capire le responsabilità nella gestione del proprio futuro. E Alastra sia di insegnamento per questi concetti".

Perea intanto prova a prendersi la Lazio.
"È rientrato dal Perugia nel mercato di gennaio. Ha avuto un periodo non facile. Si trascinava i postumi di un infortunio precedente. Ora è in un contesto importante, che lotta per posizioni di vertice. La sua stagione sportiva alla Lazio è iniziata il 28 gennaio e si è inserito. L'obiettivo, in questo momento, è cercare continuità. Non è il caso, per ora, di pensare al prossimo anno".

E il prossimo anno, Migliaccio, rimarrà all'Atalanta? È in scadenza di contratto...
"Ora c'è da salvare l'ATalanta. Per il resto si vedrà. L'importante è che Giulio si sia ripreso in mano l'Atalanta".

Nadarevic?
"Il Trapani ha avuto una burrascosa caduta nella sua classifica e così ha dovuto cambiare allenatore. Nadarevic sta avendo continuità, le sue capacità sono sotto gli occhi di tutti. C'è unità d'intenti per portare il Trapani in una zona sicura di classifica".

Giovani del domani: Luperto e Dezi?
"Ci sono stati interessi di mercato a gennaio. Per quanto riguarda Dezi, il Crotone si è ripreso, lo si vede anche dalla classifica. Hanno voluto tenere Jacopo a gennaio. E il ragazzo è rimasto con il piglio giusto. Ci siamo dovuti proteggere con i denti e parlano i risultati. Per quanto riguarda Luperto, anche lui a metà del Napoli (altra metà del Lecce, ndr), aveva avuto una richiesta importante dalla serie B, dal Varese. Ma convinti del percorso che sta facendo, abbiamo deciso di mantenere la nostra linea. A fine anno vedremo come si risolverà la comproprietà. Luperto come Dezi ha il contratto con il Napoli fino al 2016".

Fatica il Catania di Mazzotta.
"Ha solo bisogno di serenità. Non è una questione tecnica o manageriale, il Catania ha bisogno di tranquillità".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Marchetti 20.11 - “Abbiamo tanta voglia di riscatto. Veniamo da una partita non positiva, dobbiamo mettere in campo le qualità di questi anni: grinta, cattiveria e tensione”. Parla così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Cittadella, Stefano Marchetti in vista della partita di questa sera contro...

A tu per tu

...con Martorelli 19.11 - “Il flop Italia? Le cose non avvengono per caso. È un malessere che ci portiamo dietro dal 2010, non si è mai voluto che la situazione cambiasse. Ci sono tanti aspetti da migliorare nel nostro sistema calcio, ma nessuno ha voglia di applicarsi questo senso”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Antonini 18.11 - Verso Napoli-Milan. Gli azzurri per continuare la marcia verso lo Scudetto, i rossoneri per cercare di risalire la china. “Sulla carta il Napoli è favorito”, dice a TuttoMercatoWeb l’ex difensore rossonero Luca Antonini. “Per convinzione, gioco, tutto, il Napoli parte in vantaggio....

A tu per tu

...con Accardi 17.11 - “Che l’Italia fosse a rischio di non qualificarsi al Mondiale era una certezza”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Belle Accardi. Sul banco degli imputati l’ex ct, Ventura. “Il problema è uno: oggi tutti crocifiggono Ventura, ma è stata sbagliata la scelta di avergli...

A tu per tu

...con Di Somma 16.11 - “È stato un fallimento totale da parte di tutti. Da parte della squadra, dell’allenatore, di tutti. Forse il rapporto tra il gruppo e il tecnico non era dei migliori, probabilmente non è mai decollato”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds del Benevento, Salvatore Di Somma. Ventura alla...

A tu per tu

...con Moggi 15.11 - Un flop annunciato. L'Italia saluta mestamente anzitempo il Mondiale. “Mi è dispiaciuto vedere la faccia di Ventura in conferenza e le lacrime dei giocatori", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dg della Juventus, Luciano Moggi. L'epilogo era scritto. "Si. E per questo trovo ingeneroso...

A tu per tu

...con Tavano 14.11 - L’Italia non va al Mondiale. Il doppio confronto con la Svezia non ha dato i frutti sperati. Niente Russia. “Incredibile”, commenta a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Diego Tavano. “Dispiace troppo, siamo una nazione - prosegue Tavano - con una potenzialità enorme ma che non...

A tu per tu

...con Stellone 13.11 - “La serie B?!È un campionato più concentrato rispetto agli altri anni. Potrebbero esserci due sorprese come Cremonese e Venezia ma è già successo che altre squadre neopromosse abbiamo fatto bene subito”. Così a TuttoMercatoWeb Roberto Stellone fa le carte al campionato di serie B....

A tu per tu

...con Colantuono 12.11 - “La sorpresa? La Lazio, ma non più di tanto. Sulla scia di quanto fatto l’anno scorso comunque mi aspettavo una squadra del genere. Chi costruisce la squadra - Tare e Lotito - difficilmente sbaglia. Guardate cosa hanno fatto i biancocelesti l’anno scorso...”. Parla così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Quaison 11.11 - Un’avventura positiva, tutta da continuare a vivere. Robin Quaison a gennaio dell’anno scorso ha sfiorato la Juventus. “Ma a queste cose non penso, se ne occupa il mio agente”, dice l’ex Palermo - oggi al Mainz - a TuttoMercatoWeb. Come procede al Mainz? “Sto imparando la lingua...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.