VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi vincerà la classifica cannonieri?
  Edin Dzeko
  Ciro Immobile
  Paulo Dybala
  Dries Mertens
  Mauro Icardi
  Cyril Thereau
  Fabio Quagliarella
  Andrea Belotti
  José Callejon
  Luis Alberto
  Adem Ljajic
  Alejandro Gomez
  Lorenzo Insigne
  André Silva
  Nikola Kalinic
  Duvan Zapata
  Leonardo Pavoletti
  Gonzalo Higuain
  Altro

TMW Mob
A tu per tu

...con D'Amico

"Gennaio, che giro di punte! Cagliari, Borriello non si tira indietro: Marco non sia il capro espiatorio. Giovinco, perché non in Nazionale? Sebastian simbolo MLS. Udinese-Heurtaux, futuro da valutare. Maietta il Beckenbauer di Bologna"
23.11.2016 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 12979 volte

"Ci sarà il solito giro di punte, quelle che alzano il livello delle squadre. Mi aspetto un gennaio abbastanza movimentato...". Così a TuttoMercatoWeb Andrea D'Amico fotografa il mercato di gennaio, la finestra di riparazione che si avvicina sempre di più.

A proposito di punte, impossibile non citare Borriello. Aveva cominciato molto bene, qualcuno in Sardegna si chiede dove sia il vero Marco Borriello.
"Alt. Una precisazione doverosa: il vero Borriello non è mai andato via, è sempre lo stesso. Vive la professione in maniera maniacale. Ma ogni giocatore, per quanto grande sia, è chiaro che non può prescindere dal rendimento della squadra. Marco a Cagliari ha avuto un impatto importantissimo, per finalizzare deve anche essere messo nelle giuste condizioni di farlo: forse è un momento così, dovuto a determinati equilibri. Borriello non si tira mai indietro, ma non sia il capro espiatorio del momento negativo".

Milan cinese protagonista a gennaio?
"Aspettiamo il closing...".

Lei intanto si trova in Canada...
"Sono a Montreal per la prima finale di Eastern Conference, poi il 30 sarò a Toronto a vedere la finale di ritorno. Comunque andrà vedrò la finale (sorride, ndr), perché da una parte c'è Donadel e dall'altra Giovinco".

A proposito di MLS, Giovinco simbolo e leader. Ma la chiamata dalla Nazionale non arriva...
"È uno dei nostri talenti più importanti. Quando uno va a giocare distante perde quell'attenzione che oggi bisognerebbe dare indipendentemente da dove giocano, il calcio ha una diffusione tale che il selezionatore debba vedere tutti i calciatori. In Nazionale ci devono andare i migliori. E per me Giovinco, per quello che ha fatto in questi anni, merita di essere un patrimonio della Nazionale Italiana".

Giovinco e il mercato: che succederà?
"Il suo desiderio è rimanere in MLS. La mia sensazione è che non succeda nulla, è felice ed è una riflessione non opportuna in questo momento. Sebastian ha assunto per l'MLS quello che avevo delineato nel progetto iniziale: è un simbolo, l'ambasciatore nel mondo. La Lega è pronta per giocatori importanti, non è soltanto il cimitero degli elefanti. C'è una realtà bella per poter portare avanti qualcosa di importante che è destinato a crescere. Ero a cena con Marco Di Vaio ed Alessandro Nesta, evidenziavamo il fatto che per qualità di vita e capacità strutturali ed economiche il futuro dell'MLS sarà sempre più importante".

Gennaio: trasferimenti dall'Italia all'MLS?
"Può darsi. Dipende dal livello, dagli spazi che ci sono al di fuori del salary cup. Lunedì avrò un incontro con il New York City, l'MLS è una realtà che cresce sempre di più. Los Angeles, Miami sta cercando di fare lo stadio per essere pronto nel 2018. Qui lo sport è business. Sono convinto che se l'MLS aprisse il mercato e modificasse il salry cup ci sarebbe una crescita esponenziale dei diritti televisivi".

Sorride intanto anche Donadel...
"Ha dimostrato di essere un ottimo giocatore e un ragazzo eccezionale. Ha portato la sua esperienza e il suo acume tattico in MLS. Per me è una grande soddisfazione trovarlo in finale di fronte alla squadra di Giovinco".

Nei giorni scorsi è stato in Russia: quale futuro per Criscito e Bocchetti?
"Criscito ha un rapporto speciale con l'allenatore dello Zenit, lo vedremo a lungo a San Pietroburgo. Per quanto riguarda Bocchetti ha il contratto in scadenza nel 2017 con lo Spartak, stiamo parlando del rinnovo perché per loro è un giocatore importante ma ha ricevuto apprezzamenti da più parti. Finché le cose non si fanno...".

Giulio Donati e il Mainz, un connubio vincente.
"Sono davvero contento del suo rendimento. Potrebbe essere molto utile anche alla Nazionale Italiana. È andato via molto giovane, ha giocato in Champions. Merita di essere preso in considerazione. Vedo che tanti che vengono selezionati non giocano nei loro club, giusto che chi gioca venga considerato".

Terranova pronto a tornare protagonista con il Sassuolo dopo un lungo calvario.
"Sono contento della sua ripresa. È stato davvero sfortunato, s'è rotto il crociato per due anni consecutivi. È a scadenza nel 2017 con il Sassuolo, spero che possa avere le soddisfazioni che merita".

Sorpresa: Heurtaux da uomo mercato alla panchina, all'Udinese.
"Con Iachini era partito titolare indiscusso. Visto il suo valore per me è incredibile che non giochi titolare".

Fatica a trovare spazio, a gennaio vi guardate intorno?
"Certo. Non merita di vivere questa situazione. Valuteremo la soluzione migliore".

Rivelazione Serie A: che sorpresa l'Atalanta...
"Una proprietà eccezionale. Ricordo quando portai al Chelsea Luca Percassi, ritrovarlo presidente è un sogno: sia lui che i suoi fratelli e il padre sono persone eccezionali. L'inizio della squadra è stato zoppicante, ma aver dato fiducia a Gasperini li ha ripagati. Sono molto felice per la Famiglia Percassi che per le prestazioni dei nostri calciatori Dramé e Masiello che stanno facendo davvero bene".

Intanto Maietta rinnova con il Bologna.
"Sembra il Beckenbauer di Bologna. S'è dimostrato importantissimo. A volte i giocatori vengono giudicati a prescindere dagli allenatori, un calciatore invece può fare benissimo con un allenatore e poi non essere considerato da un altro. Non si può prescindere dalla gestione per giudicare il rendimento di un calciatore. Ecco, guardate Maietta, era un corpo estraneo nel Bologna di qualche anno fa e ora è fondamentale. E la stessa cosa si può dire per Litteri: alla Ternana in scadenza, va all'Entella gioca e non gioca, a Latina lo hanno fatto andare via e ora al Cittadella, nel contesto giusto, sta facendo grandi cose".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Bertotto 22.10 - “L’Udinese sta avendo un percorso un po’ difficoltoso, ma deve cercare di trovare gli stimoli giusti per sopperire alle difficoltà”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex capitano bianconero, Valerio Bertotto. Il mercato dell’Udinese non è stato brillantissimo... “Scelte societarie, che...
Telegram

A tu per tu

...con Fontana 21.10 - “Il Napoli è la squadra che gioca meglio in assoluto, un vero piacere vederlo giocare. Ma quando non giocherà così bene bisognerà vedere se riuscirà a reggere”. Così a TuttoMercatoWeb il doppio ex di Napoli e Inter, Alberto Fontana. E l’Inter? “Un’Inter tosta, che prende pochi...

A tu per tu

...con Marchetti 20.10 - Una partita da dimenticare. Anche se “brucia ancora”, ammette a TuttoMercatoWeb il ds del Cittadella a proposito della sconfitta contro la Cremonese. E stasera il Bari... “Noi andiamo a Bari consapevoli di affrontare una squadra tra le più forti del campionato, ma abbiamo tanta...

A tu per tu

...con Salerno 19.10 - Il Cagliari riabbraccia Diego Lopez. Capitano e anima della squadra per anni, poi allenatore. E ora Diego torna a casa. “Conosce l’ambiente, è stato capitano e allenatore del Cagliari. Può fare bene”, dice a TuttoMercatoWeb il ds che in Sardegna ha conquistato risultati importanti...

A tu per tu

...con Bojinov 18.10 - Obiettivo dimenticare la Lazio. La Juve all’esame Sporting Lisbona. “Ho giocato da entrambe le parti, il cuore mi dice di tifare per il pareggio”, dice il doppio ex Valeri Bojinov a TuttoMercatoWeb. Diplomazia a parte, per chi tifa? “Non posso sputare nel piatto dove ho mangiato,...

A tu per tu

...con Ursino 17.10 - Momento felice per il Crotone di Davide Nicola, costruito in maniera attenta e lungimirante dal ds Giuseppe Ursino. “Il merito è di tutti, della squadra e dell’allenatore. Quando la squadra ha acquisito la stessa mentalità del girone di ritorno dello scorso anno ha cominciato a girare....

A tu per tu

...con Martorelli 16.10 - Verona-Benevento, chi perde può cambiare allenatore. “Mi auguro sempre che le società mantengano ciò che avevano prefissato. Non sono per i cambi dopo poche partite però mi rendo conto guardando la realtà che se vengono a mancare certi risultati magari qualcosa diventa necessario...

A tu per tu

...con Sforza 15.10 - La settimana delle panchine bollenti. E del derby di Milano. “Io di derby non ne ho perso neanche uno”, ricorda a TuttoMercatoWeb orgoglioso l’ex centrocampista dell’Inter - che oggi fa l’allenatore - Ciriaco Sforza. E stasera come la vede? “Il derby è derby, nessuno vuole perderlo....

A tu per tu

...con Perinetti 14.10 - Una nuova sfida professionale per Giorgio Perinetti. Il Direttore dopo aver fatto grande il Venezia riparte dal Genoa a stagione in corso. E parla a TuttoMercatoWeb. Perinetti, come è nata la trattativa? “Attraverso una telefonata di Preziosi, mi ha chiesto la disponibilità e...

A tu per tu

...con Acquafresca 13.10 - “È una buona esperienza, ero partito bene poi un infortunio mi ha frenato un po’. Ma sono in via di ripresa”. A TuttoMercatoWeb parole firmate Robert Acquafresca, ex attaccante di - tra le altre - Cagliari e Bologna, oggi al Sion. Perché la Svizzera? “Avevo voglia di riprovare...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.