VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Caso Donnarumma: come finirà?
  Dirà addio al Milan per il Real Madrid
  Rinnoverà separandosi da Raiola
  Rinnoverà restando con Raiola
  Dirà addio al Milan per la Juventus
  Dirà addio al Milan con altra destinazione

TMW Mob
A tu per tu

...con Diego Lopez

"Palermo, ho dato il massimo. Zamparini mi chiamava Thiago... colpa della mia mail. Crotone, grande impresa. Io pronto a ripartire"
01.06.2017 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 13469 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

"Pronto, Thiago?", "No, veramente mi chiamo Diego". Sarà stato più o meno così uno dei dialoghi tra Maurizio Zamparini e Diego Lopez durante il periodo rosanero del tecnico uruguaiano. "Si - dice Lopez sorridendo in esclusiva a TuttoMercatoWeb -, nella mia mail ho il nome di mio figlio e tante volte con il presidente comunicavamo via email. Non gli dicevo 'pres, sono Diego'. All'inizio ero sorpreso, poi ho capito che tutto era legato alla mia mail. Con lui sempre avuto un buon rapporto", prosegue Lopez.

Perdoni la curiosità, cosa le scriveva Zamparini nelle mail?
"No, questo preferisco tenerlo per me. Ma è un presidente che vuole sapere tutto, come Cellino".

Il Palermo e la retrocessione: che è successo?
"Li c'è stato un insieme di cose. Voglio ringraziare il presidente per avermi fatto tornare in serie A".

Quale presidente?
"Zamparini, ovviamente. Dico grazie a lui e Nicola Salerno per l'opportunità. Ho dato il massimo, ma purtroppo non è andata bene".

I rimpianti?
"Contro la Sampdoria abbiamo fatto una grande partita, poi ci hanno fatto gol alla fine. Sono le annate che nascono così. In alcune partite siamo stati sfortunati, per esempio contro il Torino ci sono stati degli errori individuali e quando hai un gruppo giovane perdi delle certezze".

Che impresa il Crotone...
"L'avevo immaginata, anche se li abbiamo affrontati vincendo si sono dimostrati un gruppo senza alcuna intenzione di mollare. Sono stato abituato da allenatore e da giocatore a lottare per la salvezza e per arrivare all'obiettivo devi avere un gruppo forte. Sono contento per il mister Nicola".

Il Palermo deve fare i conti, intanto, con il cambio di proprietà.
"Ricordo l'esperienza di Bologna: siamo partiti con una società in difficoltà, prima del cambio eravamo primi. Poi hanno mandato via Fusco e sono cambiate le dinamiche. Per quanto riguarda il Palermo, penso che Zamparini sia ancora dietro tutto. Anche perché il closing non è stato fatto".

Campionato serie A: come lo ha visto?
"Monotono... perché ha vinto ancora la Juve. I bianconeri hanno meritato. A Roma e Napoli manca qualcosa per arrivare ai livelli della Juventus che ha fatto qualcosa di incredibile".

E lei, pronto a ricominciare?
"Si. Chiaro. Mi piacerebbe partire dall'inizio e magari avere tempo, cosa che non c'è da nessuna parte. Non guardo la categoria, voglio dimostrare cosa posso fare. Come a Cagliari e Bologna dove tra le difficoltà insieme al Direttore Fusco abbiamo costruito una bella squadra".

La rivelazione: l'Atalanta.
"Un campionato incredibile. Gasperini ha rischiato, poi è stato bravo a mettere in pratica le sue idee. Mi piace molto la sua filosofia di gioco, secondo me ha trovato il giusto mix giovani-esperti e i calciatori sono stati bravi ad ascoltarlo".

Torniamo al Palermo: come ripartire?
"Andelkovic, Chochev e Goldaniga sono bravi così come Ruggiero che l'avevo visto in alcuni allenamenti e così l'ho voluto con me. Gazzi ha ancora tanto da dare, così come Nestorovski. Così come Pezzella".

È la sua prima intervista dopo l'addio al Palermo: un messaggio ai tifosi?
"Non ho parlato prima per non disturbare: quando uno va via deve cercare di non creare problemi. Ho fatto lo stesso a Bologna. A Palermo ho trovato una piazza importante, magari depressa ma che voleva accompagnare la squadra. Il Palermo ripartirà, con voglia ed entusiasmo. Ho dato il massimo, a volte le cose vanno bene e altre volte meno".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Falcinelli 28.06 - "Abbiamo fatto una stagione importante, bellissima. Nessuno credeva nella nostra salvezza. E invece, ce l'abbiamo fatta". Ripercorre così a TuttoMercatoWeb le tappe della salvezza del Crotone l'attaccante Diego Falcinelli, che dal 1 luglio farà ritorno al Sassuolo. Quando è...
Telegram

A tu per tu

...con Canovi 27.06 - "Donnarumma? Si capisce poco, credo di aver visto il rinnovo peggio gestito e non solo per colpa di Raiola". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Dario Canovi. Di chi le colpe principali? "Un po' di tutti. Anche del Milan, che doveva capire di avere di fronte Raiola...

A tu per tu

...con Martorelli 26.06 - "Ho visto un Milan molto attivo, l'unica società che si è mossa in maniera importante. Mi aspetto tanto dall'Inter, che è abbastanza ferma sul mercato e credo farà tante operazioni. Servirà capire cosa farà la Juventus, soltanto il Milan ha fatto qualcosa di diverso e importante....

A tu per tu

...con Gasparin 25.06 - Gigio Donnarumma e il Milan, trattativa in corso per il rinnovo. "Sono dalla parte del Milan, anche se ci sono delle situazioni delicate e difficili. Il potere contrattuale del calciatore è molto forte, poi c'è Mino Raiola che è un ostacolo di quelli difficili da scalare. Gigio Donnarumma...

A tu per tu

...con Salvatori 24.06 - "Sarà un mercato in cui si metteranno tutte in competizione per contrastare la corazzata Juventus, Roma e Napoli saranno competitive. Chi ha più da lavorare sono le milanesi". Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo Fabrizio Salvatori, ex tra le altre di Trapani, Bologna e Torino....

A tu per tu

...con Tami 23.06 - Un'eredità pesante - quella di Tramezzani - e il mercato che si accende. Il Lugano riparte da Pier Tami. "La squadra ha smesso da poco, la pausa è stata breve. Stiamo lavorando per completare la rosa, il tempo stringe e quindi dobbiamo fare in fretta", dice il nuovo allenatore della...

A tu per tu

...con Sannino 22.06 - "Donnarumma e il mancato rinnovo con il Milan?Un ragazzo cresciuto nel Milan, di diciotto anni, non doveva neanche pensarci. Doveva restare e basta. Ma nessuno crede più al cuore e alla maglia, avendo un agente importante come Raiola è normale che lo stesso procuratore faccia gli...

A tu per tu

...con Novellino 21.06 - "La società si sta muovendo bene, ma siamo ancora sulle verifiche. Sicuramente c'è la volontà di fare bene". Così a TuttoMercatoWeb l'allenatore dell'Avellino, Walter Novellino. Obiettivi per il prossimo anno? "Vogliamo soffrire meno dell'anno scorso. Poi strada facendo...

A tu per tu

...con Capozucca 20.06 - "Fin qui è stato protagonista il Milan, in maniera inaspettata. Mirabelli si è ben districato. Il problema Donnarumma fa passare in secondo piano tutto quello che è stato fatto, ma se valutiamo tutto il Milan ha fatto un ottimo mercato". Così a TuttoMercatoWeb l'ex ds del Cagliari,...

A tu per tu

...con Colomba 19.06 - "Donnarumma e il caso scoppiato al Milan? Secondo me l'errore è stato commesso in passato: quando si ha un legno grezzo non bisogna arrivare all'ultimo. Si sa benissimo come vanno le cose al giorno d'oggi, le bandiere non esistono più. La festa di Totti è la prova che la gente ha...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.