HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Eder

“Inter, sarai da Scudetto...come vuole Spalletti. Cina scelta ponderata, allo Jiangsu Suning non solo per i soldi. Nazionale, con Ventura brutta esperienza: giocavano sempre gli stessi. Mancini, tifo per te... e se vuoi ci sono”
04.09.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 10576 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Dall’Inter allo Jiangsu Suning. La nuova sfida di Citadin Martins Eder parla cinese. Una nuova avventura, da affrontare con tanta voglia ed entusiasmo. “Prima mi sono confrontato in famiglia, poi ho deciso che dopo tanti anni era il momento di provare una nuova esperienza fuori dai confini italiani. Lasciare l’Italia non è stato facile, ma sono contento, mi sono ambientato perché in Cina ho trovato un bell’ambiente e un’ottima organizzazione”, dice Eder in esclusiva a TuttoMercatoWeb.

Sa che avendo scelto la Cina rischia di perdere il treno della Nazionale?
“È normale, Mancini mi guarderà meno. Ma posso garantire che qui in Cina non è facile come tanta gente può pensare. Ritornare in Nazionale è difficile, anche se in questo mese ho fatto bene. E comunque faccio il tifo per chi veste azzurro”.

A proposito di Nazionale. Con Conte una grande avventura. Con Ventura non è andata bene...
“Ogni allenatore fa le sue scelte. Conte puntava su me e Graziano (Pellé, ndr) ma non eravamo titolari assoluti. Ventura invece puntava più su Immobile e Belotti e non importava se fossero in ottime condizioni oppure no, perché giocavano sempre gli stessi. È stata una brutta esperienza per tutti, anche per lui”.

Quanto è stato difficile lasciare l’Inter?
“Eravamo un gruppo. Un gruppo vero. Ok, l’anno scorso Mauro (Icardi, ndr) è stato decisivo in tante occasioni, ma siamo tornati in Champions League grazie all’unione della squadra. Si, lasciare l’Inter è stato difficile. Ma ho voluto provare questa nuova esperienza. Quando si è presentata la possibilità di andare in Cina, infatti, l’Inter mi ha detto: ‘o vai lì, o rimani qua. Non vai da nessun’altra parte’”.

Sta seguendo il campionato italiano?
“C’è il fuso orario.... è difficile. Sicuramente ho visto le immagini.... quando gli orari lo consentono guardo qualcosa. Ma non è facile”.

L’Inter ha battuto il Bologna. Ma che fatica nelle prime due giornate...
“Siamo all’inizio. La squadra è cambiata tanto. Sono stati fatti tanti acquisti. Alla lunga però sarà l’Inter che vuole Spalletti: una squadra in grado di giocarcela per lo Scudetto”.

Cosa risponde a chi le dice che ha scelto la Cina solo per i soldi?
“Quando vai in Cina c’è anche la parte economica. Ma se non ti diverti e stai male non è bello... invece abbiamo uno staff forte e tutte le condizioni per stare bene. Sono rimasto impressionato dal livello. Tanta gente può pensare che si va per i soldi, ma conta anche stare bene, giocare, divertirsi. Ho giocato contro Lavezzi e Pato. Quando rientrerò ritroverò Guarin. Ho parlato anche con Graziano (Pellé, ndr), è contento. Poi anche in tv in Brasile mio papà riesce a vedere le partite. Il calcio cinese sta crescendo. C’è grande organizzazione”.

Vuole fare un appello a Mancini?
“Mi conosce. Mi ha portato all’Inter. Ha convocato chi merita. Faccio il tifo per quelli che ci sono, l’Italia deve tornare a fare bene. Chiaro: se dovessi avere la possibilità di difendere nuovamente la maglia della Nazionale ovviamente darei il massimo”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Bonato 19.01 - “L’Inter ha avuto un inizio difficile, poi ha trovato la quadratura. Il terzo posto è abbastanza consolidato, rimane l’amarezza dell’eliminazione dalla Champions”. Cosi a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale del Sassuolo, Nereo Bonato. Per il Sassuolo una partenza importante,...

A tu per tu

...con Caravello 18.01 - “Higuain ormai vicino al Chelsea? Dopo sei mesi è una storia che non finirebbe bene lo stesso perché il rendimento non è stato positivo. Da quando Higuain è andato via da Napoli, il feeling con Sarri è rimasto intatto. È un’operazione che conviene a tutti: alla Juve, al Milan che...

A tu per tu

...con Ujkani 17.01 - Voglia di tornare protagonista. Samir Ujkani scalpita, in attesa di ritrovare la scena tra i pali. “Non sono contento, perché non sto giocando. E la situazione della squadra è negativa. Abbiamo bisogno di un miracolo per salvarci. A livello individuale non sta andando bene, ero arrivato...

A tu per tu

...con Amelia 16.01 - Supercoppa negli Emirati Arabi, a Gedda. In campo oggi Milan e Juventus. “Il fatto che all’estero il nostro calcio abbia ancora un appeal importante e ci siano nazioni interessate ad ospitare una finale tra due club blasonati della Serie A è positivo. Ma non si deve mai dimenticare...

A tu per tu

...con Nani 15.01 - “Ho visto giocare il Chelsea, si percepisce chiaramente come il mister abbia l’esigenza di avere un calciatore che sappia attaccare la profondità e faccia un po’ il suo gioco. Deduco che non sia soddisfatto delle opzioni attualmente a disposizione visto che gioca Hazard attaccante”....

A tu per tu

...con D’Amico 14.01 - “Chi non ha bisogno si muove per giugno, gli altri invece cercano di rinforzarsi per raggiungere gli obiettivi di riferimento”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Andrea D’Amico fotografa la sessione di calciomercato in corso. Tutti a lavoro per la prossima stagione. L’Inter prova...

A tu per tu

...con Gasparin 13.01 - “Gabbiadini è un giocatore di assolute qualità che ha espresso meno di quanto le sue capacità tecniche gli consentano. Per contenuti tecnici è un calciatore di altissimo livello, che non è mai riuscito ad esprimersi del tutto. Mi auguro che con Giampaolo riesca a trovare la maturazione...

A tu per tu

...con Gerolin 12.01 - “Paquetà è un ottimo giocatore ma non bisogna aspettarsi più di tanto, non è il Kakà o Van Basten della situazione. È forte, ha un buon sinistro ma non ha un gran cambio di passo e questo è un limite. Bisogna dargli molto tempo. Non è un fuoriclasse”. Cosi a TuttoMercatoWeb l’ex ds...

A tu per tu

...con Moggi 11.01 - .“Higuain rimarrà al Milan. Deve decidere la Juve, il giocatore è in prestito e penso che rimarrà in rossonero. Il Milan ne ha bisogno e gli servirebbe anche un altro attaccante,”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi. Chi l’altro attaccante...

A tu per tu

...con Materazzi 10.01 - “Il mercato di gennaio è sempre complicato, non mi aspetto grandissimi colpi anche se chi è un po’ più indietro farà qualcosa”. Cosi a TuttoMercatoWeb l’agente di - tra gli altri - Federico Marchetti, Matteo Materazzi. Marchetti lascerà il Genoa? “Non rientra nei piani della società,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->