VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi vincerà la classifica cannonieri?
  Edin Dzeko
  Ciro Immobile
  Paulo Dybala
  Dries Mertens
  Mauro Icardi
  Cyril Thereau
  Fabio Quagliarella
  Andrea Belotti
  José Callejon
  Luis Alberto
  Adem Ljajic
  Alejandro Gomez
  Lorenzo Insigne
  André Silva
  Nikola Kalinic
  Duvan Zapata
  Leonardo Pavoletti
  Gonzalo Higuain
  Altro

TMW Mob
A tu per tu

...con Faggiano

"Felici dei tifosi. Quelli che ci guardano dal balcone? Spero tifino sempre. Nadarevic via? Dovevano telefonarmi prima. Palermo, volevo Lores: a Vicenza farà bene. Malele ci ha detto no per il Sud! Mancosu, lavoriamo al rinnovo"
13.09.2014 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 14528 volte
© foto di Andrea Zalamena - Tuttolegapro

Lo stadio vicino ai tifosi, l'entusiasmo contagioso. Trapani vuole continuare a sorridere, un anno dopo aver conquistato la serie B. E a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo granata, Daniele Faggiano, traccia un bilancio del mercato che si è concluso qualche settimana fa. Con un occhio al presente.

Faggiano, con le modifiche allo stadio a Trapani c'è sempre più partecipazione.
"Siamo orgogliosi di quelli che vengono allo stadio. Ogni domenica ci stanno vicini, facendo tanti sacrifici. Con la nuova curva gli abbiamo fatto un grande regalo".

Peccato per quei tifosi che guardano le partite dal balcone...
"Speriamo che tifino per noi anche quando le cose vanno male. Non posso farci niente. Ma non è bello vedere duecento portoghesi".

Mercato: va bene così o poteva fare di più?
"Si può sempre fare di più. Ma una prerogativa mia e del mister era quella di partire con l'80-90% della squadra, il grosso lo avevamo già fatto prima. Poi con il reintegro di Terlizzi abbiamo sistemato le cose. Gli ultimi giorni se ci fosse stata qualche possibilità l'avremmo sfruttata. Ma non c'è stata l'opportunità, perché dobbiamo stare attenti al budget".

È rimasto Nadarevic, che l'ultimo giorno di mercato appreso che doveva rimanere non è sembrato molto contento...
"È un giocatore del Trapani, se qualche squadra lo voleva doveva telefonare. E non l'ultimo giorno di mercato. È contento di rimanere, non c'è nessun problema. Qualcuno creava disturbo, ma poteva prenderlo prima che lo prendessimo noi. Se mi avessero chiamato in tempi giusti per il mercato ne avremmo parlato. Non avrei mai tenuto un giocatore scontento".

Avete tentato anche un asse di mercato con il Palermo. Quali erano i giocatori nel mirino?
"Embalo. Poi anche Malele, ma il suo procuratore mi ha detto che non voleva giocare al Sud: il ragazzo giustamente essendo della Norvegia ha fatto altre scelte! E volevo Lores, mi è dispiaciuto non prenderlo, ci poteva fare comodo. Lo avremmo preso, sarebbe stata una prima scelta: avevo parlato con i dirigenti del Palermo, è stato uno dei primi nomi già in estate ma all'inizio la dirigenza rosanero non ci ha voluto aiutare con l'ingaggio. So che il ragazzo sarebbe venuto volentieri, sono contento che lo abbia preso il Vicenza soprattutto dopo che i biancorossi hanno già giocato contro di noi (sorride, ndr)".

Un rimpianto di mercato?
"Sforzini. Ne avevamo parlato, il lunedì con il Latina era quasi saltato. Ma noi non potevamo competere con le cifre".

Mancosu?
"Stiamo lavorando. A breve faremo il rinnovo. Ma Matteo prima di essere un giocatore è un uomo serio, si è sempre allenato con impegno. Volevamo trovare il tempo giusto, ma si può ragionare sempre. E con il suo rinnovo facciamo un grosso sacrificio".

Intanto Antonio Conte ha già conquistato tutti: l'Italia va.
"Ad Antonio mi lega un'amicizia che va oltre il calcio. I fatti parlano per lui. C'è un'aria diversa nell'ambiente, Antonio è un trascinatore. Non si ferma mai".

E ha tirato fuori Zaza, a sorpresa.
"A Bari ha tirato fuori Caputo, a Siena ha fatto giocare tanti giovani. Immobile lui e Perinetti a Siena non lo avrebbero mai dato, infatti Antonio non era contento quando è andato via. Prova ne sia che adesso gioca in Nazionale. Ci credeva, ma all'epoca c'erano Calaiò, Reginaldo, Mastronunzio. Conte mi diceva «seguilo», ci ha sempre creduto. Davvero. E ancora oggi non sappiamo niente di quella trattativa che ha portato Immobile al Grosseto".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Salerno 19.10 - Il Cagliari riabbraccia Diego Lopez. Capitano e anima della squadra per anni, poi allenatore. E ora Diego torna a casa. “Conosce l’ambiente, è stato capitano e allenatore del Cagliari. Può fare bene”, dice a TuttoMercatoWeb il ds che in Sardegna ha conquistato risultati importanti...
Telegram

A tu per tu

...con Bojinov 18.10 - Obiettivo dimenticare la Lazio. La Juve all’esame Sporting Lisbona. “Ho giocato da entrambe le parti, il cuore mi dice di tifare per il pareggio”, dice il doppio ex Valeri Bojinov a TuttoMercatoWeb. Diplomazia a parte, per chi tifa? “Non posso sputare nel piatto dove ho mangiato,...

A tu per tu

...con Ursino 17.10 - Momento felice per il Crotone di Davide Nicola, costruito in maniera attenta e lungimirante dal ds Giuseppe Ursino. “Il merito è di tutti, della squadra e dell’allenatore. Quando la squadra ha acquisito la stessa mentalità del girone di ritorno dello scorso anno ha cominciato a girare....

A tu per tu

...con Martorelli 16.10 - Verona-Benevento, chi perde può cambiare allenatore. “Mi auguro sempre che le società mantengano ciò che avevano prefissato. Non sono per i cambi dopo poche partite però mi rendo conto guardando la realtà che se vengono a mancare certi risultati magari qualcosa diventa necessario...

A tu per tu

...con Sforza 15.10 - La settimana delle panchine bollenti. E del derby di Milano. “Io di derby non ne ho perso neanche uno”, ricorda a TuttoMercatoWeb orgoglioso l’ex centrocampista dell’Inter - che oggi fa l’allenatore - Ciriaco Sforza. E stasera come la vede? “Il derby è derby, nessuno vuole perderlo....

A tu per tu

...con Perinetti 14.10 - Una nuova sfida professionale per Giorgio Perinetti. Il Direttore dopo aver fatto grande il Venezia riparte dal Genoa a stagione in corso. E parla a TuttoMercatoWeb. Perinetti, come è nata la trattativa? “Attraverso una telefonata di Preziosi, mi ha chiesto la disponibilità e...

A tu per tu

...con Acquafresca 13.10 - “È una buona esperienza, ero partito bene poi un infortunio mi ha frenato un po’. Ma sono in via di ripresa”. A TuttoMercatoWeb parole firmate Robert Acquafresca, ex attaccante di - tra le altre - Cagliari e Bologna, oggi al Sion. Perché la Svizzera? “Avevo voglia di riprovare...

A tu per tu

...con Rinaudo 12.10 - Il Venezia coltiva i suoi talenti. L'ultimo in ordine di tempo è Leandro Rinaudo. Un periodo di apprendistato all'ombra di Giorgio Perinetti, ora che il maestroè tornato in serie A, al Genoa, per l'allievouna grande occasione: la poltrona del Venezia. Sarà infatti Rinaudo ad occuparsi...

A tu per tu

...con Vigorito 11.10 - "Abbiamo recuperato gran parte della rosa e sulle ali della buona prestazione contro l'Inter siamo convinti che la nostra scalata comincerà contro il Verona". Parla cosi a TuttoMercatoWeb il presidente del Benevento, Oreste Vigorito, che carica l'ambiente in vista della prossima partita...

A tu per tu

...con Diego Lopez 10.10 - "Il Napoli è affiatato e può dire la sua fino in fondo. Ma mi e piaciuta molto anche la Sampdoria al di là dello scivolone dell'altra volta. Giampaolo è davvero bravo". Cosi a TuttoMercatoWeb l'ex allenatore di - tra le altre - Bologna, Cagliari e Palermo, Diego Lopez, fotografa il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.