HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Floro Flores

“Al Chievo non ero gradito. Non mi hanno trattato bene, ma il mister voleva che restassi. Risoluzione perché non mi faccio prendere in giro da chi ha iniziato ora a fare calcio... Posso dare ancora tanto. Bari, che peccato...”
28.08.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 15605 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Antonio Floro Flores e il Chievo Verona, addio. L’attaccante qualche settimana fa ha risolto il suo contratto con la società gialloblù. Una reazione d’orgoglio, ma anche un segnale per far capire che è vivo e ha ancora tanto da dare al calcio italiano. Al di là di stipendi e contratti. Floro Flores rompe il silenzio. E lo fa in esclusiva per TuttoMercatoWeb.

Perché la risoluzione con il Chievo?
“Avevo capito che non ero più gradito”.

Può essere più chiaro?
“Non mi hanno trattato benissimo. L’allenatore voleva che restassi, la società meno e io non voglio essere un peso per nessuno. A trentacinque anni non posso farmi prendere in giro da chi ha iniziato a fare calcio ora. Ero anche disposto a spalmare l’ingaggio”.

La risoluzione è stata la naturale conseguenza di un rapporto non dei migliori...
“Dopo l’amichevole contro il Napoli non ho capito più niente. Poi uno mi raccontava una cosa e un altro un’altra ancora. La risoluzione è stata dettata dall’orgoglio. Non mi faccio trattare come uno stupido da nessuno. Comunque ringrazio il mister”.

E Il futuro?
“Mi sto allenando per tenermi in forma con una squadra di interregionale. Giusto per tenere il ritmo ed essere pronto quando arriverà la chiamata”.

Di richieste ne sono arrivate...
“Si. Ma preferisco aspettare. Non erano le richieste che volevo”.

Era stato accostato al Livorno. Mica male giocare con Diamanti...
“Mi farebbe piacere giocare con Diamanti e Dainelli, sono ragazzi che come me possono dare tanto. Voglio aspettare chi crede in me”

La sua squadra ideale?
“Posso dare ancora tanto come giocatore e come persona. Voglio andare dove non mi facciano pesare l’età. Ho trentacinque anni, so quanto posso dare al calcio. Tanto. Vorrei un progetto bello, serio. Mentre in C andrei solo all’Arezzo”.

Se il Bari non fosse fallito sarebbe rimasto, immagino. L’epilogo dei biancorossi è stato assai triste...
“Il presidente era venuto a parlarci e aveva detto che era tutto a posto e che i giornali esageravano. Invece i giornali avevano ragione. Ci hanno preso in giro, tutti. Il calcio italiano non può permettere queste cose. Questo fallimento mi è sembrato strano, perché ci hanno pagato quasi tutti gli stipendi. Il presidente doveva parlare chiaro, la sincerità è la cosa più bella che ci sia. Ma nel calcio non va di moda. Peccato, davvero”.

Senza il fallimento sarebbe ancora in biancorosso?
“Si. Assolutamente. La gente mi ha voluto bene. Bari la porto con me”.

Occhi sulla A: l’Inter non ha iniziato bene...
“Sono cambiate tante cose. L’allenatore dell’Inter è il migliore della Serie A. Sa come far giocare la squadra. Alla fine verrà fuori. Dopo quello che spendi la gente si aspetta tanto. A Milano i tifosi sono esigenti, è normale”.

Sorride, intanto, il Napoli...
“È una realtà consolidata. Ancelotti poi non è mica l’ultimo arrivato... se il Napoli lo ha preso un motivo c’è”.

Scudetto: ancora Juve?
“Oggi è un gradino sopra, anche due. Però mi auguro sempre possa essere l’anno buono per il Napoli”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Corini 13.11 - Bel gioco e risultati. Per il Brescia di Eugenio Corini è una settimana felice dopo il 4-2 all’Hellas Verona. “Era una prova importante contro una delle favorite per la vittoria del campionato. Aver vinto è stato un bel segnale, la squadra è stata costruita con dei valori e con i...

A tu per tu

...con Caliendo 12.11 - “CR7 è servito ad accendere quell’attenzione che si era spenta nei confronti del calcio italiano. Un’iniezione di grandissimo impatto mediatico, che ci ha riportato ai livelli del calcio mondiale”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Antonio Caliendo. Il calcio italiano,...

A tu per tu

...con Foschi 11.11 - Scontro al vertice in Serie B. Palermo-Pescara per la testa della classifica. “Siamo arrivati all’undicesima di campionato con una media punti incedibile. Ci piacerebbe continuare questa corsa nell’alta classifica. È una partita difficilissima, uno scontro diretto ma riferito a questo...

A tu per tu

...con Canovi 10.11 - “Juric si gioca la panchina? Una storia già vista”. Così a Tuttomercatoweb l’avvocato Dario Canovi sul momento del Genoa. La partita non è delle più abbordabili: i rossoblu sfidano il Napoli. “Temo che il Genoa non abbia molte speranze di fare risultato contro il Napoli. Incontrare...

A tu per tu

...con Spinelli 09.11 - “È finito, nessuna possibilità di ripensarci. Davvero, diciamo basta”. Così a TuttoMercatoWeb Aldo Spinelli si congeda da Livorno. Ultimo posto in classifica, situazione poco felice. Presidente, perché questa scelta? “Siamo stanchi. Molto stanchi. Abbiamo sprecato tante energie...

A tu per tu

...con Cinelli 08.11 - Antonio Cinelli e il Chievo Verona, è addio. Due giorni per il centrocampista la risoluzione del contratto, ora è tempo di una nuova avventura. “Nel Chievo non c’è mai stato un progetto su di me, non rinnego la scelta perché sono stato legato ad un club di serie A per tre anni. Ma...

A tu per tu

...con Moggi 07.11 - “Per la Juventus è una partita normale, per il Manchester United è fondamentale. La Juve non affronterà il match con la solita cattiveria, mentre il Manchester United dovrà impiegare anche con grandi motivazioni”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale della Juventus, Luciano...

A tu per tu

...con Di Campli 06.11 - “Inter-Barcellona? Per la classifica è insignificante, si qualificheranno entrambe. Un pareggio accontenterebbe tutti”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Donato Di Campli. Che mercato si aspetta dall’Inter a gennaio? “Qualche rinforzo soprattutto per quanto riguarda i rincalzi....

A tu per tu

...con Leone 05.11 - I passi falsi contro Cittadella e Cosenza? Il Cittadella è una delle squadre più organizzate del campionato, ho grossa stima della formazione veneta e sapevamo che ci avrebbe messo in difficoltà. Il Cosenza invece non ha avuto grosse occasioni da gol, potevamo sfruttare meglio alcune...

A tu per tu

...con Giaretta 04.11 - “Il Milan al di là delle difficoltà che possono esserci state ultimamente è unito con il suo allenatore, questo è importante quanto avere la squadra forte. All’esterno vedo tante ansie, ma all’interno mi sembra che ci sia qualche certezza in più”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds dell’Udinese,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy