VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
A tu per tu

...con Giampaolo

"Empoli, che divertimento allenare qui... futuro? Qui i contratti non contano, più importanti i rapporti. BigMac come il buon vino, più invecchia e più diventa forte. Big? L'Empoli è il mio punto di arrivo"
23.12.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 18314 volte
© foto di Federico De Luca

Ritorno in Serie A per Marco Giampaolo, da protagonista. Bel gioco, idee precise e... settimo posto in classifica. Mica male per uno l'anno scorso è dovuto ripartire dalla Lega Pro. "Ho ritrovato la serie A competitiva, come sempre. Forse con qualche fuoriclasse in meno. Ma il livello di preparazione e fisico tecnico-tattico è sempre di livello. C'è qualche campione in meno, probabilmente per un regime fiscale diverso rispetto all'Inghilterra, Spagna, Francia e Germania", dice l'allenatore dell'Empoli a TuttoMercatoWeb.

Mister, per lei un ritorno in A in grande stile.
"Mi diverto ad allenare un gruppo di calciatori di qualità, in una società che sa fare le cose e che dà la priorità al lavoro e alla programmazione. Per quanto riguarda, mi ritengo fortunato ad allenare l'Empoli"

E lei, mister? È dovuto ripartire dalla Lega Pro.
"Fa parte del gioco. Io penso che il nostro lavoro non finisca mai, i problemi non li risolvi mai. Non basta una vittoria. Devi dare continuità, questo fa la differenza. Se perdessimo tre partite consecutive sarebbe un problema. C'è poco da alzare la testa. I giudizi, nel bene e nel male, devono essere valutati fino in fondo. Non bisogna mai fermarsi. Poi qui ho trovato un presidente e un direttore sportivo che sono competenti e fanno calcio. Palo dentro e palo fuori non è figlio di un giudizio sull'andamento della squadra. Ma oggetto del giudizio è il lavoro di tutti i giorni".

Empoli sempre più nel segno di Maccarone.
"È come il buon vino, più invecchia e più diventa buono. L'ho allenato a trent'anni e oggi è più forte di sei-sette anni fa. Merito delle sue capacità, ha interpretato il lavoro con professionalità e la cura di se stesso. Sacrifici che richiede lo sport ad alti livelli".

A proposito, rinnova?
"Quando trova il tempo di fare ciò può passare in sede a firmare il contratto. Un attestato di stima importante, non c'è nessun problema".

Per lei, invece, segnali di apprezzamento dalla sua società. I suoi dirigenti dichiarano pubblicamente che è da big. Un treno che può ripassare...
"Ho un'ottima squadra ad Empoli, la mia soddisfazione è allenare questo gruppo di calciatori che riescono a trasformare le idee in qualcosa di concreto e tangibile. Un valore che difficilmente riesci a riscontrare segni tangibili sul campo".

Cosa le è rimasto dell'esperienza in Lega Pro, alla Cremonese?
"Occhio, la Lega Pro è sempre dietro l'angolo: mai fermarsi e pensare a ciò che è stato fatto. Della Cremonese mi rimane l'immagine di un gruppo straordinario, con i quali abbiamo fatto un ottimo campionato che mi ha ridato la voglia di andare in campo ed allenare. Ogni anno è una storia a se, che si porta dietro delle motivazioni diverse. Mai fermarsi alla superficie".

Il suo obiettivo, per il futuro?
"Riuscire a lavorare, attraverso le mie condizioni e le mie caratteristiche. Trovare situazioni che mi permettono di fare le cose come credo debbano essere fatte. Oggi il mio punto d'arrivo è l'Empoli".

Si aspetta regali dal mercato?
"No. Questo è un gruppo forte così. E quando parlo di gruppo intendo ventitré giocatori, non undici. Sono contento di averli tutti già dal 28 quando riprendiamo e fino alla fine del campionato. Questo è il più grande recupero. Poi recuperano Mchedlidze e Croce".

E intanto vi tenete stretti Tonelli e gli altri big. A gennaio non parte nessuno, giusto?
"A gennaio nessuna partenza eccellente. A fine anno andrà via chi avrà delle richieste. Ma questo dipende molto da che tipo di campionato riusciremo a fare e che espressione di gioco riusciremo ad offrire. A giugno può succedere di tutto".

Torna a risplendere anche Saponara, che al Milan non ha brillato.

"Uno dei più grandi talenti del calcio italiano. Non conosco le situazioni che ha vissuto al Milan, però allenandolo posso dire che è il talento italiano con più qualità oltre quelli già noti. Da giugno sarà prontissimo".

E lei, mister?
"Vivo alla giornata, alleno e mi diverto. Poi quando sarà il momento vedremo. Ma io sono riconoscente, grato a chi mi ha ripescato dalla Lega Pro. Il mio futuro è nelle mani dell'Empoli, un posto dove contano prima i rapporti e poi i contratti".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Planes 22.11 - “Juventus Barcellona? Una bella partita, davvero. Il Barcellona è in un grande momento, sta ottenendo grandi risultati. Ma la Juventus in casa è una squadra davvero forte. Sarà comunque una partita molto diversa rispetto a quella di andata. Non pensate al match d’andata...”. Così...

A tu per tu

...con Battistini 21.11 - “Credo che sia stata una vergogna non aver assistito alle dimissioni immediate di Tavecchio e Ventura. Davvero, una cosa vergognosa. Tavecchio non si è presentato davanti agli organi di informazione dopo la partita, è scappato... E Ventura poi si sentiva in colpa soltanto per il risultato...

A tu per tu

...con Marchetti 20.11 - “Abbiamo tanta voglia di riscatto. Veniamo da una partita non positiva, dobbiamo mettere in campo le qualità di questi anni: grinta, cattiveria e tensione”. Parla così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Cittadella, Stefano Marchetti in vista della partita di questa sera contro...

A tu per tu

...con Martorelli 19.11 - “Il flop Italia? Le cose non avvengono per caso. È un malessere che ci portiamo dietro dal 2010, non si è mai voluto che la situazione cambiasse. Ci sono tanti aspetti da migliorare nel nostro sistema calcio, ma nessuno ha voglia di applicarsi questo senso”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Antonini 18.11 - Verso Napoli-Milan. Gli azzurri per continuare la marcia verso lo Scudetto, i rossoneri per cercare di risalire la china. “Sulla carta il Napoli è favorito”, dice a TuttoMercatoWeb l’ex difensore rossonero Luca Antonini. “Per convinzione, gioco, tutto, il Napoli parte in vantaggio....

A tu per tu

...con Accardi 17.11 - “Che l’Italia fosse a rischio di non qualificarsi al Mondiale era una certezza”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Belle Accardi. Sul banco degli imputati l’ex ct, Ventura. “Il problema è uno: oggi tutti crocifiggono Ventura, ma è stata sbagliata la scelta di avergli...

A tu per tu

...con Di Somma 16.11 - “È stato un fallimento totale da parte di tutti. Da parte della squadra, dell’allenatore, di tutti. Forse il rapporto tra il gruppo e il tecnico non era dei migliori, probabilmente non è mai decollato”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds del Benevento, Salvatore Di Somma. Ventura alla...

A tu per tu

...con Moggi 15.11 - Un flop annunciato. L'Italia saluta mestamente anzitempo il Mondiale. “Mi è dispiaciuto vedere la faccia di Ventura in conferenza e le lacrime dei giocatori", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dg della Juventus, Luciano Moggi. L'epilogo era scritto. "Si. E per questo trovo ingeneroso...

A tu per tu

...con Tavano 14.11 - L’Italia non va al Mondiale. Il doppio confronto con la Svezia non ha dato i frutti sperati. Niente Russia. “Incredibile”, commenta a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Diego Tavano. “Dispiace troppo, siamo una nazione - prosegue Tavano - con una potenzialità enorme ma che non...

A tu per tu

...con Stellone 13.11 - “La serie B?!È un campionato più concentrato rispetto agli altri anni. Potrebbero esserci due sorprese come Cremonese e Venezia ma è già successo che altre squadre neopromosse abbiamo fatto bene subito”. Così a TuttoMercatoWeb Roberto Stellone fa le carte al campionato di serie B....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.