VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

A tu per tu

...con Iachini

"Serie A, campionato combattuto. Inter senza coppe favorita. Dybala da Juve, bravi i bianconeri ad investire. Hellas Verona, campionato ancora aperto. Genoa, Rigoni è ok. Futuro, studierò Guardiola e Ranieri... non ripartirò dalla B"
24.12.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 20754 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport

Terminata l'esperienza al Palermo, Giuseppe Iachini studia in attesa di ripartire nella prossima stagione, con un nuovo progetto. Ma visto da fuori, com'è il campionato di serie A? "Un campionato sicuramente combattuto, bello. Mai come quest'anno ci sono in lotta almeno cinque squadre per il campionato, squadre competitive e che potranno dire la loro fino in fondo. Rispetto agli altri anni non ci sarà una vera dominatrice, ma la lotta sarà viva fino alla fine", dice l'ex tecnico rosanero a TuttoMercatoWeb.

Intanto è tornata su la Juventus.
"Bravo Allegri a riprendere la strada maestra. S'è affidato al 3-5-2 che per la Juve ha voluto dire tanto a livello di certezze e punti fatti, così la squadra è tornata ad essere un rullo compressore. E intanto sono cresciuti ragazzi come Dybala e Mandzukic, che dovevamo ambientarsi e trovare il loro completo inserimento. E poi Paulo ha avuto un impatto molto importante nel contesto bianconero, s'è saputo inserire velocemente in una squadra come la Juventus. Bravi Marotta e Paratici che hanno individuato tutte queste caratteristiche in un giocatore che - considerata l'età rispetto a Tevez - s'è dimostrato importante anche in prospettiva".

Scudetto: lotta a tre Inter-Juventus-Napoli?
"Beh, attenzione anche alla Roma. Se riprende il giusto percorso è una squadra importante che ha la possibilità di vincere il campionato. Potrà fare la differenza la mancanza di altri impegni in Europa, penso quindi all'Inter. Le competizioni europee qualcosa toglieranno, così i nerazzurri possono preparare le partite al pieno delle proprie potenzialità e dedicandosi solo al campionato".

In basso invece delude l'Hellas Verona.
"Il campionato è ancora aperto. Aspetterei a parlare di delusioni, sicuramente l'Hellas Verona avrebbe potuto avere qualche punto in più, ma sono mancati elementi importanti come Pazzini e Toni. E quando ti mancano i gol di Toni, che hanno fatto la differenza in questi anni, qualcosa può complicarsi. Ora la squadra è tornata a fare qualche risultato. Al momento non parlerei di eccessive delusioni. Ci sarà un abbassamento della quota salvezza, quando più squadre lottano per le posizioni di vertice la lotta per la retrocessione prevede un abbassamento della media. La quota salvezza sarà 33-34 punti".

Il Genoa intanto pensa a Luca Rigoni per il centrocampo.
"Un ottimo giocatore, farebbe comodo a qualsiasi squadra e anche allo stesso Palermo. Ma al di là di questo il Genoa ha lo stesso allenatore da più anni e conoscendo il lavoro che fa ogni anno nel mercato estivo e anche invernale è destinato a fare un girone di ritorno con più punti. A gennaio la società consegnerà i giusti innesti a Gasperini. E poi anche il Genoa ha avuto qualche defezione. Penso che, strada facendo, il cammino sarà più equilibrato".

E lei mister?
"Andrò a fare un giro per l'Europa. Da Ranieri in Inghilterra e da Pep Guardiola in Germania per accrescere conoscenze e metodologie di lavoro. È sempre un arricchimento, per me e per il nostro staff. Ora sono sotto contratto con il Palermo, poi a giugno vedremo cosa accadrà. C'è la consapevolezza di aver fatto un ottimo lavoro con tante soddisfazioni e una media punti importanti. Sicuramente è stata una bella pagina della mia carriera da allenatore, mi auguro di poterne vivere altre altrettanto positivo".

Sarebbe potuto tornare alla Samp.
"C'erano stati degli interessamenti. Poi alla fine sono rimasto al Palermo, in virtù di un lavoro e un progetto con Zamparini, nel segno della continuità. L'interessamento di alcune squadre mi ha fatto piacere".

La certezza comunque, è una: non ripartirà più dalla B.
"La gavetta è stata fatta... mi auguro di ripartire dalla serie A".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Perinetti 22.01 - Momento positivo per il Genoa. Dal cambio di guida tecnica, in casa rossoblù, è tornato il sorriso. “Per Ballardini parlano le statistiche... ora abbiamo un impegno insidioso contro la Juventus, una partita che viene dopo la sosta ma i bianconeri non saranno distratti”, dice a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Mandorlini 21.01 - “L’Inter è partita bene salvo inciampare nelle ultime gare. Magari c’è stato un calo fisico, generale. E per la Roma vale lo stesso: era partita bene. La sosta però è servita a ricaricare le batterie”. Così a TuttoMercatoWeb Andrea Mandorlini fa le carte a Inter-Roma che si giocherà...

A tu per tu

...con Gasparin 20.01 - Avanti con il curatore fallimentare. Poi si vedrà. Il Vicenza è fallito. "Al Vicenza sono legato, ho vissuto dalla serie C fino alla semifinale di Coppa contro il Chelsea. Risiedo a Vicenza, sono tifoso così come lo è mio figlio. Vedere che il lavoro fatto in precedenza è stato depauperato...

A tu per tu

...con Bjelica 19.01 - “Ho preso la squadra al dodicesimo posto, siamo arrivati terzi. In questo secondo campionato abbiamo cambiato tanto la squadra, sono partiti giocatori importanti ma siamo competitivi. Oggi siamo secondi, possiamo vincere il campionato e abbiamo tutto per riuscirci”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Stellone 18.01 - “La scelta di Verdi può essere giusta perché a Bologna è protagonista, mentre a Napoli avrebbe rischiato di giocare poco perché ci sono Insigne, Mertens e Callejón. Il no deve essere visto sotto questo aspetto”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore del Frosinone, Roberto Stellone. E...

A tu per tu

...con Stramaccioni 17.01 - Programmazione. Parola d’ordine in casa Sparta Praga. E a guidare il nuovo progetto ceco è Andrea Stramaccioni. “È una grandissima sfida e una grandissima esperienza essere il primo allenatore straniero della storia di un club così titolato a livello internazionale. Siamo a quattro...

A tu per tu

...con Legrottaglie 16.01 - “Da qui alla fine Napoli e Juve si daranno battaglia, i bianconeri comunque rimangono favoriti per rosa ed esperienza. Sarà una lotta degna del nostro campionato”. Così a TuttoMercatoWeb Nicola Legrottaglie fotografa il campionato di serie A che riprenderà questa settimana. Il...

A tu per tu

...con Berti 15.01 - “In estate ci sarà un valzer di portieri, se Perin continua così andrà in una grande squadra. E poi occhio a Donnarumma, che potrebbe andare via dal Milan”. Così a TuttoMercatoWeb sul possibile valzer di portieri che si verificherà in estate, l’ex portiere Gianluca Berti, oggi dirigente...

A tu per tu

...con Tedesco 14.01 - “Inter e Napoli devono puntellare il proprio organico, non perché abbiano difficoltà ma per provare a raggiungere gli obiettivi prefissati. Se il Napoli vuole competere per la vittoria del campionato deve aggiungere qualche tassello. Così come l’Inter per arrivare tra le prime quattro”....

A tu per tu

...con Damiani 13.01 - "Per adesso non ci sono stati movimenti significativi. C'è stata qualche uscita, le grandi invece hanno fatto poco: si può far qualcosa per allungare la rosa. L'unico vero acquisto potrebbe essere Verdi al Napoli, con un esborso economico anche importante". Così a TuttoMercatoWeb...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.