HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Niente Premier per Dybala: dove andrà adesso la Joya?
  Resterà alla Juventus con Sarri
  Andrà all'Inter in coppia con Lukaku
  Al PSG per l'eredità di Neymar
  A una grande di Spagna, Real o Barcellona
  Al Bayern Monaco in Bundesliga

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Iachini

"Il mio viaggio nella casa del Manchester City, che bravo Pep! Udinese, mi serviva tempo... Felice che la difesa a quattro funzioni. Palermo, salvati. Io pronto a ricominciare. E presto andrò a vedere il Chelsea..."
16.02.2017 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 12641 volte

Valigia, check in e... via. La scorsa settimana Beppe Iachini è volato in Inghilterra, a caccia dei segreti di Pep Guardiola. Nella casa del Manchester City. Qualche giorno fianco a fianco con Pep, per studiarlo e per aggiornarsi. "Tra noi c'è un bel rapporto professionale, era venuto anche a Brescia quando allenavo le Rondinelle", ricorda Iachini a TuttoMercatoWeb. "Con Pep - prosegue il tecnico marchigiano - siamo rimasti in buoni rapporti, ho avuto l'opportunità e sono andato a trovarlo per un aggiornamento professionale per capire le dinamiche e le differenze che ha trovato nei vari campionati. Abbiamo fatto una bella chiacchierata, è stato un bell'incontro. Pep è un ragazzo umile, ha riconosciuto l'esperienza in Italia anche perché abbiamo avuto lo stesso allenatore: Mazzone. Ci rivedremo in estate".

Da cosa è rimasto impressionato in particolare?
"Dalla grande organizzazione. Hanno un centro sportivo importante, delle strutture fantastiche. Sono entrato nella casa del Manchester City, un luogo fantastico. Si può lavorare davvero bene. E poi c'è grande voglia di vittoria. Il lavoro di Pep sta funzionando, i risultati arrivano. Sono convinto che con il tempo il Manchester City darà del filo da torcere da tutti".

La sua filosofia di gioco è differente rispetto a quella di Guardiola...
"No. I moduli li fanno le caratteristiche dei giocatori. Al Piacenza e al Chievo ho usato il 4-3-3. Quando un allenatore può scegliere il modulo allora porta in campo le sue idee. Io il 4-3-3 l'ho fatto in più occasioni, poi però se le caratteristiche non te lo permettono allora devi cambiare. Bravo Pep ad impostare le sue squadre con il suo schieramento di punta, condividiamo molto l'idea del possesso palla, del palleggio e della verticalizzazione".

Serie A: le sue impressioni?
"Juve, Roma e Napoli si stanno confermando. Stanno dando continuità al lavoro dell'anno scorso. Bene anche l'Inter, da quando è arrivato Pioli. Ma la vera sorpresa è stata, fin qui, l'Atalanta: una partenza non brillantissima, con un allenatore nuovo. Serviva del tempo e l'Atalanta è stata brava a dare fiducia e tempo a Gasperini".

Tempo e fiducia che invece l'Udinese non le ha dato...
"Beh, avevamo anche più punti dell'Atalanta. Avevamo cambiato modulo alla seconda giornata, valutate anche le caratteristiche dei giocatori pensavamo che non si potesse andare avanti con la difesa a tre. Così ci siamo schierati a quattro dietro. Era la strada giusta, infatti abbiamo vinto contro Empoli e Milan. Poi gli infortuni non ci hanno permesso di proseguire il cambiamento che stavamo portando avanti. Peccato, ero convinto che si potesse fare un campionato giusto".

E infatti, adesso, l'Udinese gioca a quattro.
"Era il modulo su cui stavamo lavorando noi. Ci voleva un po' di pazienza. Attraverso il lavoro si poteva far crescere la squadra con il nuovo modulo, che ora ha portato avanti Delneri facendo bene. Mi fa piacere: ci avevamo visto giusto".

Sorpreso che Heurtaux non trovi spazio? Con lei giocava sempre...
"Ha qualità, a me piace. Quando è stato impiegato ha fatto bene. Non so le dinamiche attuali. Ma rimane un buon giocatore".

Il suo ex Palermo si salverà?
"Situazione difficile, però c'è lo scontro diretto all'ultima giornata in casa. In teoria, oggi, il Palermo è la squadra che deve recuperare meno punti: cinque dall'Empoli. Non è semplice, in serie A niente è facile. Ci vorranno delle vittorie consecutive. Non me ne vogliano gli altri ma tra le squadre in lotta, per affetto, per quello che ho vissuto, chiaramente tifo Palermo".

Mister, il prossimo viaggio?
"Andrò a trovare Antonio (Conte, ndr) per vedere gli allenamenti del Chelsea. Sono esperienze che arrichiscono dal punto di vista professionale".

E poi in estate pronto a ricominciare...
"Direi di sì. Per ora vedo partite, studio, mi aggiorno".

Valuterebbe un'esperienza all'estero?
"Valuto tutte le opportunità. Nessuna preclusione. Ma l'Italia è l'Italia...".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Bentancur 20.08 - Pablo Bentancur è stato uno dei protagonisti di questa sessione di mercato. Nahitan Nandez al Cagliari, una trattativa durata mesi. Alla fine è arrivata la fumata bianca. Lucas Torreira un’idea del Milan, un pallino di Marco Giampaolo, una possibilità accarezzata per poco tempo salvo...

A tu per tu

...con Lupo 19.08 - “Abbiamo un gruppo motivato, un mix di gente che ha voglia di fare bene. Per quanto riguarda altri movimenti, vedremo negli ultimi giorni di mercato se ci sarà la possibilità di migliorare l’organico”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Venezia, Fabio Lupo. Dove interverrete? “Faremo...

A tu per tu

...con Di Carlo 18.08 - “Il Vicenza è un gruppo nuovo, abbiamo costruito una squadra con calciatori come Padella e Marotta per dare una mano e una mentalità a chi era rimasto. Alla base si sono aggiunti giocatori di spessore affinché il Vicenza possa disputare un campionato da protagonista”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Moggi 17.08 - “Dybala non è un problema, la Juve potrebbe tranquillamente tenere sia lui che Higuain”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex dg della Juventus, Luciano Moggi. Sarri ha parlato di esuberi a causa della lista Champions. “Che ci siano degli esuberi è fuori di dubbio. Ma la lista Champions...

A tu per tu

...con Sebastiani 16.08 - “Sarà un Pescara che come tutti gli anni cercherà di fare bene. Ci sono cinque-sei squadre più attrezzate di noi: Cremonese, Perugia e Spezia sono avversarie forti ma vogliamo fare un buon campionato”. Così a TuttoMercatoWeb il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani. Mercato:...

A tu per tu

...con Giaretta 15.08 - “Siamo in corsa per accedere ai gironi di Europa League, sarebbe importante entrare. Sia da un punto di vista sportivo che economico”. Così a TuttoMercatoWeb Cristiano Giaretta, dirigente del CSKA Sofia. Guarderà al mercato italiano? “Abbiamo preso Fabbrini. Per il resto siamo...

A tu per tu

...con Tissone 14.08 - “Al Nacional dal punto di vista personale è stata una bella esperienza, non lo è stata per quanto riguarda il collettivo perché la squadra è retrocessa. Ora mi guardo intorno, mi piacerebbe tornare in Italia”. Cosi a TuttoMercatoWeb l’ex centrocampista di Sampdoria e Atalanta, Fernando...

A tu per tu

...con Necul 13.08 - Studia e apprezza Dybala, non ama molto rilasciare dichiarazioni. Un po’ timido, ma estroverso col pallone tra i piedi. Lucas Necul è il nuovo talento d’Argentina. Classe cristallina che gli è valsa un ruolo in prima fila con la Nazionale Under 23 e l’attenzione da parte di alcune...

A tu per tu

...con Sansone 12.08 - “Al Neftchi Baku per me è stata un’esperienza più che calcistica di vita, un momento di confronto con un’altra cultura. È stato difficile abituarsi, ma è stata un’esperienza da provare”. Cosi a TuttoMercatoWeb l’ex attaccante di - tra le altre - Sampdoria, Bologna e Neftchi Baku,...

A tu per tu

...con Novellino 11.08 - “Sarà un campionato molto interessante, meno noioso dell’anno scorso. La Juventus sta facendo molto bene sul mercato, sono curioso di vedere Giampaolo al Milan dove credo possa fare grandi cose. E poi c’è il Napoli che è è diventato di grande qualità”. Così a TuttoMercatoWeb Walter...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510