VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
A tu per tu

...con Lazaar

"Newcastle un sogno realizzato, qui per andare oltre i limiti. Fiorentina? Sì, ma ho scelto l'Inghilterra. Palermo, troppi cambi e tanta confusione: pagano i giocatori. Promozione e campionato di A, i miei ricordi in rosanero. E il futuro..."
14.09.2016 00.00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 22419 volte

"Giocare in Inghilterra è sempre stato il mio sogno nel cassetto, è il campionato giusto per me". Parole firmate Achraf Lazaar in esclusiva a TuttoMercatoWeb. Gavetta importante a Varese, poi il Palermo dove Lazaar è diventato grande. In Sicilia troppi cambi, tante situazioni. E così la chiamata di Benitez, il Newcastle. Un'occasione irrinunciabile. "Avevamo delle offerte importanti, ma ricevere la chiamata di un allenatore importante come Benitez che mi ha parlato in maniera davvero umile è stato qualcosa di inaspettato e importante. Ha vinto tanto, è uno dei più forti al mondo. Non potevo che dire «sì, mister. Io ci sono»", continua Lazaar.

L'Inghilterra un altro mondo rispetto all'Italia.
"Ho visto le strutture, l'ambiente: è tutto diverso dall'Italia. C'è un'organizzazione incredibile, uno stadio bellissimo, i tifosi fantastici. Qui in serie B ci sono cinquantaduemila abbonati, una realtà fantastica. Mi hanno trattato benissimo fin dal primo giorno, qui ti senti giocatore al cento per cento. Qui si può crescere, se hai voglia cresci e arrivi dove neanche puoi immaginare. Niente limiti".

Poteva andare alla Fiorentina.
"Dovevo scegliere tra Fiorentina e Newcastle. La Fiorentina è un grande club, ma la mia testa e la mia famiglia mi hanno detto «Vai al Newcastle». L'Inghilterra è sempre stato il mio sogno, poi il Newcastle andrà in Premier League e ha tutto per diventare grande".

Palermo la sua palestra per diventare grande.
"La piazza è importante, il Palermo mi ha dato tanto e anche tolto. Mi ha dato grandissimi tifosi, persone straordinarie. Mi sono sentito davvero a casa, mi hanno amato e fatto crescere come giocatore. Però nell'ultimo periodo non mi sono sentito più Lazaar...".

In che senso scusi?
"C'era troppa confusione, tanti cambi di allenatore non fanno mai bene. Quando cambi tanti allenatori e tanti moduli ci rimettono i giocatori che poi devono ricominciare da capo e magari sono spaesati. L'anno scorso abbiamo dovuto assimilare nove idee differenti, non è stato facile. I tifosi erano delusi, noi che abbiamo vinto la B ci sentivamo male. A parte Dybala la squadra era sempre la stessa, non riuscivamo a darci una spiegazione su cosa stava succedendo. L'anno scorso la salvezza è stata un vero miracolo e di questo sono felice per la piazza. Palermo come piazza merita di stare tra le prime sette".

Quest'anno per la sua ex squadra si preannuncia un campionato di sofferenza.
"Mi auguro che non sia un campionato di sofferenza. Non voglio dire niente, anche per non portare sfortuna. Seguirò il campionato del Palermo, ho lasciato tanti amici come Morganella, Andelkovic, Aleesaami con cui abbiamo parlato, poi Bouy che ho convinto ad andare a Palermo e gli altri ragazzi".

Il momento più bello in rosanero?
"La promozione in serie A, ma anche il campionato dopo la promozione perché l'anno del ritorno in A ho avvertito tanto entusiasmo e sono stato amato: ho fatto gol, un grande campionato".

Ok, si è innamorato dell'Inghilterra. Ma non la rivedremo più in Italia?
"Costruisco il mio futuro pensando al presente, non si sa cosa può succedere. Magari finirò la carriera al Newcastle o da un'altra parte. Oggi voglio dare tutto me stesso per il Newcastle, che ha creduto in me e me lo sta dimostrando, con i fatti e non con le parole".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Giuffredi 29.04 - "È stato un campionato dai risultati previsti fin dal principio con la vittoria della Juventus. Poi ci sono state le varie lotte per le zone alte, Roma e Napoli per la Champions e poi l'Atalanta e non solo per l'Europa League. Mentre in chiave retrocessione, tutto previsto tranne...
Telegram

A tu per tu

...con Caniggia 28.04 - "Manco dall'Italia da un po', ogni volta che vengo mi sento come a casa. Tornerò presto...". Così a TuttoMercatoWeb Claudio Paul Caniggia, ex attaccante di - tra le altre - Atalanta e Roma. Sta seguendo il campionato? Che spettacolo la sua ex Atalanta... "Si, davvero....

A tu per tu

..con Galli 27.04 - "Il campionato? Ci sono stati due tronconi: quelli che puntano a vincere e qualcosa ancora è aperto, mentre altre hanno avuto poco da chiedere e alcune non hanno neanche partecipato come il Pescara. A livello di retrocessone è stato tutto definito. Meno male che il Crotone ha dato...

A tu per tu

...con Martorelli 26.04 - Un nuovo corso per la Roma. Da Walter Sabatini, con l'Interregno Massara, a Monchi. "Non conosco le direttive di Monchi, è la prima volta che viene a lavorare in Italia. La Roma però, con tutto il rispetto, non è il Siviglia", dice a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Giocondo...

A tu per tu

...con Pagni 25.04 - Rinati, a caccia dell'impresa. La Ternana ci crede e ha voglia di rincorrere la salvezza. "Positività al massimo, entusiasmo ma anche consapevolezza dei nostri mezzi. Silenzio e avanti tutta...", dice a TuttoMercatoWeb il ds delle Fere, Danilo Pagni. Liverani il segreto della...

A tu per tu

...con Leone 24.04 - "Vogliamo giocarci tutte le nostre possibilità fino in fondo. Le vittorie dell'Empoli hanno guastato tutti i piani, però finché la matematica non ci condanna è giusto provarci". Il Pescara prova a cullare ancora qualche speranza per la salvezza. Difficile, ma finché i numeri lo consentono...

A tu per tu

...con Antonini 23.04 - "Sorteggio fortunato per la Juventus? Io mi preoccuperei del Monaco, l'ho visto nelle ultime partite e ci sono ragazzi giovani che vogliono emergere. Sia Atletico che Real erano da evitare, è stato un sorteggio fortunato ma che nasconde tante insidie". Così a TuttoMercatoWeb Luca...

A tu per tu

...con Frey 22.04 - La partita delle emozioni. Da una parte il primo amore, dall'altra un amore sbocciato piano piano. Inter-Fiorentina, la partita di Sebastien Frey. "Quando giocavo nella Fiorentina era sempre considerata una grande partita, a livello di qualità l'Inter era superiore. Tutte le volte...

A tu per tu

...con Di Somma 21.04 - Un ritiro per riordinare le idee. E per tornare a sorridere. "Siamo tranquilli, l'aria è serena. Qualche risultato sta venendo meno, ma siamo stati penalizzati dai risultati perché le prestazioni sono buone. Poi anche alcune decisioni arbitrali non ci hanno aiutato", dice il dg del...

A tu per tu

...con Joao Santos 20.04 - "Se in Milan e Inter sono entrati grandi capitali allora è giusto aspettarsi un grande mercato, molto caldo. Pensando però che Juve e Napoli hanno già una struttura pronta e non dovranno spendere chissà quanto". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Joao Santos in vista della...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.