VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi vincerà la classifica cannonieri?
  Edin Dzeko
  Ciro Immobile
  Paulo Dybala
  Dries Mertens
  Mauro Icardi
  Cyril Thereau
  Fabio Quagliarella
  Andrea Belotti
  José Callejon
  Luis Alberto
  Adem Ljajic
  Alejandro Gomez
  Lorenzo Insigne
  André Silva
  Nikola Kalinic
  Duvan Zapata
  Leonardo Pavoletti
  Gonzalo Higuain
  Altro

TMW Mob
A tu per tu

...con Lucchesi

"Pisa, che stagione! Petroni vuole lasciare, ora parlano i legali. Lores top, bravi Crescenzi e Verna. Trattiamo Moras. E Gattuso resta con noi, se va via me ne vado anch'io"
18.06.2016 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 23408 volte
© foto di Federico De Luca

I gol e le prodezze di Lores Varela in campo, la grinta e l'esperienza di Gattuso e la capacità di programmare di Fabrizio Lucchesi. Il giusto mix per un Pisa vincente, che si gode la promozione in serie B e sorride, per il futuro, ancora con Lucchesi e Gattuso. Perché Petroni, mai amato dal popolo pisano, va verso l'addio. Impossibile andare avanti insieme se non c'è feeling con la piazza. Presto quindi Petroni ed il Pisa si separeranno. "Abbiamo fatto un cammino straordinariamente positivo, non tanto per il risultato sportivo che era il massimo a cui potessimo pensare ma più per quanto fatto fuori dal campo", dice a TuttoMercatoWeb il dg nerazzurro, Fabrizio Lucchesi. "Avendo ottenuto la promozione - continua Lucchesi - c'è grande soddisfazione, anche per aver portato la società al punto in cui è visto che quando siamo arrivati, ad agosto, la situazione era drammatica. Abbiamo rimesso a posto la società, riportato entusiasmo e partecipazione di una città che ha grande storia e tradizione e da anni non viveva momenti così belli".

Il clima però non è mai stato dei migliori. Petroni spesso non ha aiutato lei e Gattuso.
"Questa società è stata fatta nel momento del bisogno, il precedente presidente non rispondeva ad impegni contrattuali assunti e così si sono materializzati debiti che non dovevano essere a carico del nostro gruppo. Così è intervenuto un altro gruppo, sulla carta funzionava tutto. Ma abbiamo fatto un matrimonio senza fidanzarci. Quando ci siamo conosciuti e confrontati ci sono state un po' di frizioni che hanno evidenziato che queste due metà non fanno una mela intera. Da qui l'onestà intellettuale di dire «riflettiamo su quello che abbiamo fatto». Ritenevo fosse utile parlarne prima della finale dei playoff e della promozione in serie B. Nonostante ripetuti incontri non c'è mai stata la volontà di sedersi per fare delle valutazioni. Siamo arrivati ad oggi, con alle porte le giornate per l'iscrizione e l'adeguamento alle normative delle B".

Lucchesi-Gattuso o Petroni, chi andrà via da Pisa?
"Molto semplice: abbiamo sempre detto che vorremmo rimanere in società e andare avanti dando continuità al progetto sportivo. Petroni non era d'accordo, avrebbe voluto portare avanti un progetto alternativo con un nuovo allenatore. Negli ultimi giorni la posizione di Petroni è cambiata, è disponibile a vendere: vuole uscire, ma ancora dopo due giorni non siamo riusciti a farci fare un prezzo di mercato. I legali hanno cominciato un dialogo volto a trovare una soluzione che vede Petroni venditore e il nostro gruppo compratore. Se ci saranno le condizioni, ovviamente. Perché non possiamo fare le cose tanto per farle".

Lores Varela e Mannini le sue scommesse vinte. L'uruguaiano la punta di diamante della squadra: come vi comporterete sul mercato?
"Ragazzi eccezionali. Ma citerei anche Crescenzi e Verna. Per merito di Gattuso questi ragazzi si sono valorizzati, oggi la nostra idea è di andare avanti, mantenendo questo gruppo e inserendo cinque-sei giocatori, uno-due per reparto così da dare spessore adeguato alla categoria. Loro, così come altri, hanno richieste da Serie A e B. Vogliamo ripartire da Varela e anche dagli altri ragazzi che sono stati eccezionali, però di incedibili non ne esistono: se la Juventus può vendere Pogba, il Pisa può vendere Varela. Ma vorremmo tenere gran parte di questo gruppo per fare una buona squadra e affrontare un campionato facendo la nostra parte, ma senza troppi proclami".

Direttore, se le dico Moras?
"È un profilo che potrebbe fare al caso nostro. Umanamente si avvicina alle caratteristiche che cerchiamo, per noi l'analisi umana è più importante di quella sportiva. Ha esperienza, fisicità, caratteristiche che ci piacciono. Ne abbiamo parlato, ma mi sono dovuto fermare perché prima bisogna risolvere la questione societaria".

Comunque si riparte da Gattuso.
"Certo. Se va via lui, vado via anche io. Ormai siamo una coppia legatissima".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Marchetti 20.10 - Una partita da dimenticare. Anche se “brucia ancora”, ammette a TuttoMercatoWeb il ds del Cittadella a proposito della sconfitta contro la Cremonese. E stasera il Bari... “Noi andiamo a Bari consapevoli di affrontare una squadra tra le più forti del campionato, ma abbiamo tanta...
Telegram

A tu per tu

...con Salerno 19.10 - Il Cagliari riabbraccia Diego Lopez. Capitano e anima della squadra per anni, poi allenatore. E ora Diego torna a casa. “Conosce l’ambiente, è stato capitano e allenatore del Cagliari. Può fare bene”, dice a TuttoMercatoWeb il ds che in Sardegna ha conquistato risultati importanti...

A tu per tu

...con Bojinov 18.10 - Obiettivo dimenticare la Lazio. La Juve all’esame Sporting Lisbona. “Ho giocato da entrambe le parti, il cuore mi dice di tifare per il pareggio”, dice il doppio ex Valeri Bojinov a TuttoMercatoWeb. Diplomazia a parte, per chi tifa? “Non posso sputare nel piatto dove ho mangiato,...

A tu per tu

...con Ursino 17.10 - Momento felice per il Crotone di Davide Nicola, costruito in maniera attenta e lungimirante dal ds Giuseppe Ursino. “Il merito è di tutti, della squadra e dell’allenatore. Quando la squadra ha acquisito la stessa mentalità del girone di ritorno dello scorso anno ha cominciato a girare....

A tu per tu

...con Martorelli 16.10 - Verona-Benevento, chi perde può cambiare allenatore. “Mi auguro sempre che le società mantengano ciò che avevano prefissato. Non sono per i cambi dopo poche partite però mi rendo conto guardando la realtà che se vengono a mancare certi risultati magari qualcosa diventa necessario...

A tu per tu

...con Sforza 15.10 - La settimana delle panchine bollenti. E del derby di Milano. “Io di derby non ne ho perso neanche uno”, ricorda a TuttoMercatoWeb orgoglioso l’ex centrocampista dell’Inter - che oggi fa l’allenatore - Ciriaco Sforza. E stasera come la vede? “Il derby è derby, nessuno vuole perderlo....

A tu per tu

...con Perinetti 14.10 - Una nuova sfida professionale per Giorgio Perinetti. Il Direttore dopo aver fatto grande il Venezia riparte dal Genoa a stagione in corso. E parla a TuttoMercatoWeb. Perinetti, come è nata la trattativa? “Attraverso una telefonata di Preziosi, mi ha chiesto la disponibilità e...

A tu per tu

...con Acquafresca 13.10 - “È una buona esperienza, ero partito bene poi un infortunio mi ha frenato un po’. Ma sono in via di ripresa”. A TuttoMercatoWeb parole firmate Robert Acquafresca, ex attaccante di - tra le altre - Cagliari e Bologna, oggi al Sion. Perché la Svizzera? “Avevo voglia di riprovare...

A tu per tu

...con Rinaudo 12.10 - Il Venezia coltiva i suoi talenti. L'ultimo in ordine di tempo è Leandro Rinaudo. Un periodo di apprendistato all'ombra di Giorgio Perinetti, ora che il maestroè tornato in serie A, al Genoa, per l'allievouna grande occasione: la poltrona del Venezia. Sarà infatti Rinaudo ad occuparsi...

A tu per tu

...con Vigorito 11.10 - "Abbiamo recuperato gran parte della rosa e sulle ali della buona prestazione contro l'Inter siamo convinti che la nostra scalata comincerà contro il Verona". Parla cosi a TuttoMercatoWeb il presidente del Benevento, Oreste Vigorito, che carica l'ambiente in vista della prossima partita...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.