VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Sedici squadre si giocano la Champions League: chi è la favorita?
  Barcellona
  Basilea
  Bayern Monaco
  Besiktas
  Chelsea
  Juventus
  Liverpool
  Manchester City
  Manchester United
  Paris Saint-Germain
  Porto
  Real Madrid
  Roma
  Siviglia
  Shakhtar Donetsk
  Tottenham

A tu per tu

...con Marino

"Caso Donnarumma, il Milan doveva pensarci prima. Non è colpa dell'agente. Di Campli il nuovo Raiola, Verratti va al Barça. Di Maria e i due Costa i colpi del mercato. E il mio futuro..."
17.06.2017 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 16724 volte
© foto di Federico De Luca

Caso Donnarumma al Milan. Nessuna voglia di rinnovare, un futuro tutto da scrivere. "Me l'aspettavo, il proprietario del cartellino è Donnarumma mica il Milan: quando arrivi ad un anno della scadenza, che poi sono sei mesi perché a gennaio puoi firmare per un'altra squadra, sei praticamente in prestito", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dg del Napoli, Pierpaolo Marino.

Qualcuno attacca Raiola. In realtà a scegliere è sempre il giocatore...
"Non è colpa di Raiola. Raiola fa bene il suo mestiere. Il problema è: perché Donnarumma è arrivato a scadenza? Un po' colpa del closing e un po' della precedente dirigenza. Ma esistono dei procedimenti legali per vincolare un giocatore che a causa dell'età può firmare per tre anni. Basta far firmare un impegno al procuratore. Ricordate Pirlo a Brescia? La regola italiana all'epoca era che si poteva fare il contratto di cinque anni anche agli under 18. Poi Tullio Tinti chiarì che se fosse andato all'Uefa avrebbe potuto ridurre il contratto a tre anni. Si possono studiare formule per ottenere un vincolo per altri due anni dopo i tre".

Via quest'anno o a zero. Il Milan è con le spalle al muro.
"Durante il periodo della lunghezza del closing bisognava chiudere anziché tenere congelata la situazione. Questo ha giocato a favore di Raiola e Donnarumma. Oggi l'interlocutore meno avvantaggiato è il Milan. Il Real o chi lo prenderà pensa: 'Donnarumma vale almeno cinquanta-sessanta milioni, se do venti come valore del cartellino e cinque-sei a lui comunque ho risparmiato'. Il Real Madrid si avvicina a Donnarumma come un giocatore a parametro zero e può dare più soldi del Milan. In più il cartellino non costa".

Mercato: la squadra protagonista è comunque il Milan. E il resto?
"La Juventus ha preso i giovani a gennaio, ha giocato d'anticipo. Mi aspetto un mercato importante, il più bello degli ultimi dieci anni. La Champions allargata al quarto posto mette in condizione: una tra Roma, Juventus, Napoli, Milan e Inter andrebbe fuori e questo sarebbe problematico. Quindi serve rinforzarsi sul mercato".

Verratti idea per le italiane? Il futuro sembra scritto, direzione Barcellona.
"Va al Barcellona. È già fatta da un mese. Non è un'operazione per nessuna squadra italiana. E poi le sue caratteristiche e il gioco del Barça sono un binomio perfetto. È un'operazione tecnica ed economica, va a giocare dove si diverte: l'agente di Verratti, Donati Di Campli è il Raiola italiano, merita elogi".

Direttore, va al Benevento?
"Vigorito è un amico, Di Somma è un mio allievo ma non mi hanno chiamato. Il problema non si pone, non c'è niente. Faccio i complimenti al Benevento e in bocca al lupo per il futuro".

Il colpo dell'estate?
"Potrebbe essere Di Maria. E poi Douglas e Diego Costa. Due Costa in Italia e un interrogativo: quanto costa, Costa? Una battuta che fa capire le grandi risorse che verranno spese".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Cornacini 16.12 - “Peccato, davvero peccato. È il portiere del futuro, speriamo che tutto si risolva nel migliore dei modi”. Cosi a proposito del caso Donnarumma-Milan l’operatore mercato brasiliano Leonardo Cornacini. E ora? “Ora si mette a rischio la carriera del ragazzo. Serve chiarezza. Ma...

A tu per tu

...con Poyet 15.12 - “Il Tottenham può battere chiunque, soprattutto dopo quanto ha fatto contro il Real Madrid”. A TuttoMercatoWeb parla così l’ex allenatore di - tra le altre - Sunderland e Shanghai Shenhua, Gustavo Poyet a proposito del sorteggio di Champions League secondo cui la Juventus sfiderà...

A tu per tu

...con Bonato 14.12 - “Sembrava che fosse tutto definito e invece pare che ci siano dei particolari di non poco conto. Il ragazzo è un patrimonio del calcio italiano, è giusto che possa giocare con tranquillità senza essere condizionato dagli aspetti contrattuali”. Così a TuttoMercatoWeb sul nuovo possibile...

A tu per tu

...con Gerolin 13.12 - “Due partite difficili contro Crotone e Benevento, sei punti. Siamo contenti, a Milano andremo con serenità. Anche se l’Inter non ha mai perso e quindi siamo consapevoli delle difficoltà che troveremo. Andremo a giocarcela con voglia e determinazione”. Parla così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Lovisa 12.12 - Il sogno del Pordenone passa da San Siro. Un momento storico, importante. Al di là di come andrà a finire. “È qualcosa di bello, ovviamente. Speriamo che in futuro ci capiti più spesso, ma oggi fa sicuramente un bell’effetto”, dice a TuttoMercatoWeb il giovane dirigente e uomo mercato...

A tu per tu

...con Bergodi 11.12 - “La Lazio mi sembra una squadra quadrata, che gioca un buon calcio. Ma deve sfruttare la partita di oggi per continuare il cammino”. Così a TuttoMercatoWeb Cristiano Bergodi fa le carte alla partita di questa sera tra Lazio e Torino. Per la Lazio una grande chance. “Deve sfruttare...

A tu per tu

...con Salerno 10.12 - Nicola Salerno torna in pista. Dopo l’esperienza turbolenta di Palermo, il dirigente di Matera riparte da Brescia. Il curriculum degli ultimi anni racconta di Serie A e Inghilterra. Ma quando arriva la chiamata di Cellino è impossibile dire di no. “Con il presidente c’eravamo già...

A tu per tu

...con Bergomi 09.12 - “L’Inter è una squadra consapevole, non dovesse perdere darebbe un segnale importante. Anche perché nel girone di ritorno le partite contro le altre squadre importanti saranno tutte a Milano. A Torino l’Inter se la gioca”. Così a TuttoMercatoWeb Giuseppe Bergomi fa le carte alla partita...

A tu per tu

...con Carli 08.12 - “Il Napoli? Hanno tenuto in vita un sogno, ma quando hanno capito che dall’altra parte stavano 2-0 la testa non ce l’ha fatta. Era un’impresa, purtroppo la sconfitta in Ucraina ha pesato. Ma il Napoli è stato sfortunato anche con il sorteggio”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex dg dell’Empoli,...

A tu per tu

...con Budan 07.12 - “Il Milan con Gattuso, che conosco dai tempi di Palermo, avrà voglia di fare la prima vittoria. Che sia campionato o coppa, dopo il pareggio particolare di domenica scorsa, il Milan deve vincere. Il nuovo Milan ha bisogno di un grande lavorare da parte del suo allenatore e qualsiasi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.