VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

A tu per tu

...con Marroccu

"Cagliari, il ciclo era finito. Nainggolan importante per la Roma. Nessun rimpianto e con Cellino mi lascio bene. Beira Mar, in Portogallo con umiltà. Altri italiani? Vogliamo dare identità portoghese"
31.01.2014 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 20028 volte

Francesco Marroccu ricomincia dal Beira Mar. La seconda divisione portoghese. Un'opportunità nata per caso. Un contratto triennale per un dirigente che in Italia - al Cagliari - si è fatto apprezzare per il suo lavoro, senza troppe prime pagine. Marroccu parla della sua nuova avventura a TuttoMercatoWeb,

Direttore, perché il Beira Mar?
"Dopo la fine del contratto con il Cagliari ho fatto diversi viaggi in Inghilterra e ho frequentato diversi stadi e dirigenti. In una di queste missioni sono finito in Portogallo a vedere una partita, Braga-Beira Mar, dove ho conosciuto la proprietà e poi ho firmato per questa nuova società. Sono contento"

Avete preso Cocco. Prenderete altri italiani?
"L'idea è di prendere giocatori portoghesi e dare un'identità alla squadra".

Come se la immagina la nuova avventura?
"Molto stimolante, perché la proprietà mi ha dato grande fiducia. Per me è un calcio nuovo, proverò ad incidere con umiltà".

Perché ha lasciato Cagliari?
"Una delle qualità migliori di qualunque lavoratore è quella di capire quando il progetto è arrivato a termine, il mio ciclo a Cagliari era finito".

Lei lo ha preso al Cagliari, quest'anno il Cagliari lo ha venduto alla Roma. Nainggolan: che contributo darà ai giallorossi?
"A Cagliari il contributo dei singoli non esiste. Il vero artefice degli acquisti è il presidente. Gli va dato grande merito. Per quanto riguarda Nainggolan, potrà dire la sua per molti anni a grandi livelli: nel mio periodo è stato vicino ad una squadra dell'Est Europa".

Rimpianti legati alla sua carriera a Cagliari?
"Nessuno. È stata un'esperienza fantastica. Porto dentro otto anni di serie A. Il presidente mi ha dato fiducia quando ero uno sconosciuto che veniva dai dilettanti".

Prima di andare al Beira Mar ha avuto approcci con la Roma?
"Non me lo ricordo (sorride, ndr)".

Matri: leader a Cagliari, meteora al Milan. Ora la Fiorentina...
"Alessandro così come il Milan è andato in difficoltà. Ma le sue qualità non si discutono".

Agazzi al Chievo. Avrebbe meritato di più?
"Ho sempre apprezzato i dirigenti che non parlano delle cose che non conoscono da dentro".

Dopo l'addio al Cagliari ha dato consigli di mercato a Cellino?
"No, le strade si sono divise il 30 giugno 2013. Ci siamo lasciati con un abbraccio e il presidente mi ha fatto l'in bocca al lupo".

Il suo ricordo più bello?
"Il momento in cui definimmo la trattativa di Acquafresca e il presidente mi fece i complimenti. Fu la mia prima operazione".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Bjelica 19.01 - “Ho preso la squadra al dodicesimo posto, siamo arrivati terzi. In questo secondo campionato abbiamo cambiato tanto la squadra, sono partiti giocatori importanti ma siamo competitivi. Oggi siamo secondi, possiamo vincere il campionato e abbiamo tutto per riuscirci”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Stellone 18.01 - “La scelta di Verdi può essere giusta perché a Bologna è protagonista, mentre a Napoli avrebbe rischiato di giocare poco perché ci sono Insigne, Mertens e Callejón. Il no deve essere visto sotto questo aspetto”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore del Frosinone, Roberto Stellone. E...

A tu per tu

...con Stramaccioni 17.01 - Programmazione. Parola d’ordine in casa Sparta Praga. E a guidare il nuovo progetto ceco è Andrea Stramaccioni. “È una grandissima sfida e una grandissima esperienza essere il primo allenatore straniero della storia di un club così titolato a livello internazionale. Siamo a quattro...

A tu per tu

...con Legrottaglie 16.01 - “Da qui alla fine Napoli e Juve si daranno battaglia, i bianconeri comunque rimangono favoriti per rosa ed esperienza. Sarà una lotta degna del nostro campionato”. Così a TuttoMercatoWeb Nicola Legrottaglie fotografa il campionato di serie A che riprenderà questa settimana. Il...

A tu per tu

...con Berti 15.01 - “In estate ci sarà un valzer di portieri, se Perin continua così andrà in una grande squadra. E poi occhio a Donnarumma, che potrebbe andare via dal Milan”. Così a TuttoMercatoWeb sul possibile valzer di portieri che si verificherà in estate, l’ex portiere Gianluca Berti, oggi dirigente...

A tu per tu

...con Tedesco 14.01 - “Inter e Napoli devono puntellare il proprio organico, non perché abbiano difficoltà ma per provare a raggiungere gli obiettivi prefissati. Se il Napoli vuole competere per la vittoria del campionato deve aggiungere qualche tassello. Così come l’Inter per arrivare tra le prime quattro”....

A tu per tu

...con Damiani 13.01 - "Per adesso non ci sono stati movimenti significativi. C'è stata qualche uscita, le grandi invece hanno fatto poco: si può far qualcosa per allungare la rosa. L'unico vero acquisto potrebbe essere Verdi al Napoli, con un esborso economico anche importante". Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Joao Santos 12.01 - Due primati. In serie A e in serie B, sorridono Jorginho e Igor Coronado con Napoli e Palermo. E sorride anche Joao Santos, agente dei due calciatori. “Un risultato frutto del lavoro delle due squadre che puntano a vincere i rispettivi campionati. E il mercato non influenzerà la...

A tu per tu

...con Carli 11.01 - “Gennaio è sempre difficile... per le big e le medio alte di serie A difficilmente arrivano dei colpi”. Così a TuttoMercatoWeb Marcello Carli, ex dg dell’Empoli, fotografa la sessione di mercato in corso. L’Inter però cerca rinforzi... “Ma, ci sono giocatori da Inter in giro?...

A tu per tu

...con Canovi 10.01 - “Pastore all’Inter? No. L’Inter non può permetterselo, lo escludo. Anche per una ragione economica. Rimarrà al PSG, il futuro poi sarà valutato in estate ma dinanzi ad un’offerta da 25-30 milioni”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Dario Canovi. Si aspetta l’Inter...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.