HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Italiane, chi va avanti in Champions League?
  Passerà solo la Juventus
  Juventus e Napoli
  Juventus, Napoli e Inter
  Juventus e Inter
  Juventus, Napoli e Atalanta
  Juventus, Atalanta e Inter
  Juventus, Atalanta, Napoli e Inter

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Massimo Ficcadenti

Intervista realizzata da Raffaella Bon
29.07.2009 00:00 di Andrea Lolli   articolo letto 8765 volte

Massimo Ficcadenti inizierà senza squadra il prossimo campionato, ma come ci racconta in questa intervista le speranze di trovare una collocazione a stagione iniziata sono tante.

Il suo futuro?
"Stiamo vedendo, ci sono state delle situazioni che non si sono concretizzate e speriamo di trovare qualche buona proposta. Dopo l'ultimo anno di Reggio spero di trovare anche in B una situazione buona per un progetto. Sarà difficile vista la situazione economica, ma vediamo".

Pensa si possa sbloccare qualcosa da qua a inizio campionato?
"Non penso, poi sarebbe una situazione difficile già in partenza. Il campionato inizia fra un mese, ma chiaro che più avanti possano nascere situazioni interessanti con squadre in difficoltà".

La Reggina oggi si rafforza con Cassano, cosa ne pensa?
"Hanno fatto un bel mercato e sono una squadra, secondo me, tra le migliori. Hanno mantenuto un'ossatura che ha diversi campionati di A alle spalle e avrebbero potuto magari cedere qualcosa. Hanno perso Barreto, giocatore importantissimo, ma il resto è rimasto quasi totalmente. Si è rinforzata con buoni giocatori ed è fra le candidate alla promozione diretta".

Per quanto riguarda Barreto è normale che tante squadre di A lo volessero?
"E' un giocatore interessante, non credo possa giocare al momento nelle prime cinque squadre, ma sicuramente in squadre di medio-alta classifica. Ha quantità e qualità ed è un ragazzo molto serio, merita di restare in A. Se potrà arrivare più in alto dipenderà da lui".

Invece di Vigiani a Bologna?
"Era in scadenza ed è un giocatore costante e di rendimento. Un ottimo acquisto".

Si aspettava questa retrocessione della Reggina?
"La Reggina non me l'aspettavo. Ero lì l'anno scorso, so come si lavora e c'è sempre attenzione a tutto. Chiaro che la A è diventata talmente competitiva che ci può stare che la Reggina possa cadere. L'importante comunque è il segnale di voler tornare".

L'arrivo di Novellino è un segnale importante
"Credo di sì. Nel calcio la matematica non esiste, ma penso sia un ottimo arrivo".

E' arrivato anche Bonazzoli, un suo uomo
"Hanno preso anche Volpi e penso sia stata fatta la squadra su consigli importanti dell'allenatore. Si sono fatte tutte le cose per tornare su".

Le candidate per risalire sono le tre retrocesse?
"E' chiaro che hanno un organico importante, ma la B è un campionato dove sorprese ce ne sono sempre. Il Lecce ha fatto pochi movimenti, il Torino sta aspettando qualcosa, ma hanno un organico importante. Due vanno su dirette e secondo me la Reggina è una delle favorite, ma ci sono sempre sorprese come ho detto. Può anche darsi che qualche difficoltà Lecce e Torino la trovino".

Si aspettava la retrocessione del Torino? Secondo lei qual è il male?
"Credo che negli ultimi anni abbiano speso tanti soldi e la squadra indubbiamente c'è sempre stata. Io non sono dentro l'ambiente e non sono al corrente dei problemi, ma è chiaro che negli ultimi due anni hanno sempre rischiato e qualcosa non è andato nel verso giusto. Se devo valutare i giocatori, però, non credevo potesse retrocedere".

Cosa non ha funzionato secondo lei?
"L'organico c'era tutto, forse ci sono stati troppi cambi e troppe rivoluzioni. Non è stata data un'impronta specifica anche a livello di motivazioni probabilmente. La squadra è crollata nei momenti importanti".

Rosina ha firmato con lo Zenit, cosa ne pensa?
"L'ho avuto qualche anno fa a Verona, è un giocatore importante con qualità, ma per diventare un grande giocatore bisogna avere qualità fondamentali a livello caratteriale".

Per molti pare che questo carattere non sia semplicissimo
"Quando l'ho avuto era più giovane e meno esperto. Da allenatore posso dire che le qualità non si discutono, ma se ci sono state incomprensioni anche con compagni è chiaro che bisogna imparare da questi. La crescita passa anche attraverso gli errori. A livello caratteriale è da rivedere, ma andare in un campionato come quello russo è importante a livello economico, ma non tecnico".

Conoscendolo come pensa che si potrà ambientare?
"E' un campionato fisico, dote di cui lui patisce. Ho visto qualche partita e la qualità è inferiore ai grandi campionati. Stanno investendo tanto, però, e a livello europeo alcune squadre sono anche competitive. Mi auguro per lui che possa trovare tranquillità".

I tifosi avevano ragione ad attribuirgli grandi responsabilità
"Non penso, non credo neanche sia giusto dare colpe ad un ragazzo di ventiquattro anni. Anche se era il capitano ed ha commesso errori credo siano stati in generale fatti da tutto il Torino. Attribuire la retrocessione a Rosina mi pare troppo".

Il Torino perde un uomo simbolo di questi ultimi anni, come giustifica il fatto che Cairo si sia privato del giocatore?
"Non so se è scelta dell'allenatore o della società o ambientale. Chiaro che a livello tecnico è un giocatore importante e se può rendere ha grandi qualità. Sotto questo profilo il Torino perderà qualcosa, ma pensano di guadagnare sotto altri aspetti. Avranno fatto i loro calcoli a livello economico e non solo".

"".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Vagnati 12.11 - “Il pareggio di Udine ci ha fatto sbloccare lo zero per ciò che riguardava le partite in trasferta. Lo accogliamo in maniera positiva”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo della SPAL, Davide Vagnati. Immagino che le aspettative sulla classifica fossero diverse... “Le...

A tu per tu

...con Terlizzi 11.11 - “Il momento delicato del Napoli? Io ho avuto un presidente tipo De Laurentiis, cioè Zamparini che metteva bocca su tutto. Così è sbagliato, il Napoli ha vissuto di entusiasmo. Ancelotti sta facendo un percorso importante. I giocatori lasciando il ritiro hanno fatto la scelta giusta....

A tu per tu

...con Amoruso 10.11 - “Sulla carta non c’è storia, in campionato la Juve è prima e il Milan in un momento così basso è difficile ricordarlo”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex attaccante della Juventus, Nicola Amoruso. Il Milan invece delude... “La squadra non è male, ma se non hai l’esperienza giusta fai...

A tu per tu

...con Piccioli 09.11 - Joao Pedro e il Cagliari, la storia continua. “Come ogni rinnovo bisogna sempre battagliare con i presidenti...”, dice a TuttoMercatoWeb l’agente del brasiliano, Marco Piccioli. “Al di là delle battute - continua il procuratore toscano - il presidente tiene molto a Joao. Ci siamo...

A tu per tu

...con Rinaudo 08.11 - “Il caos ritiro a Napoli? Una situazione che crea scompiglio e poca serenità in un ambiente dove ci sono tante pressioni”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex difensore del Napoli, oggi direttore tecnico del settore giovanile Palermo, Leandro Rinaudo. Le è capitata in passato una situazione...

A tu per tu

...con Iachini 07.11 - “Dopo una partita, un allenatore che la vive in un certo modo può avere un po’ di tensione. Quelle di Conte sono dichiarazioni dettate dall’amarezza, è uno sfogo che va preso come tale. Ma poi si parla, ci si confronta con la dirigenza”. Così a TuttoMercatoWeb Giuseppe Iachini sullo...

A tu per tu

...con Beretta 06.11 - “Tutte le partite di Champions sono complicate, ma la qualità del gioco e dei singoli faranno la differenza anche a Mosca. Ritengo che la Juve possa vincere pure stasera”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex coordinatore del settore giovanile del Milan, Mario Beretta, ex allenatore tra le...

A tu per tu

...con Brehme 05.11 - Tedesco ma cuore nerazzurro. Perché il passato non si dimentica. E per stasera Andreas Brehme ha le idee chiare su chi tifare. “Ovviamente Inter”, dice a TuttoMercatoWeb. Brehme, stasera come la vede? “Nelle ultime due partite il Borussia Dortmund ha giocato abbastanza bene, credo...

A tu per tu

...con Trinchera 04.11 - “Entrambe abbiamo necessità di fare risultato a tutti i costi. Ce la giocheremo dando il massimo”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Cosenza, Stefano Trinchera, in vista della partita di questa sera contro la Cremonese. Dalla Cremonese ci si aspettava di più... “Ai...

A tu per tu

...con D’Amico 03.11 - “È un Milan diverso rispetto a quello a cui eravamo abituati”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Andrea D’Amico, storico agente di Gennaro Gattuso. “Cosa non va ai rossoneri? È un complesso di situazioni, Giampaolo non aveva gli uomini per fare il suo tipo di gioco. Pioli...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510