HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Morganella

“Palermo, momenti indimenticabili: dal gol alla prima volta di mio figlio al Barbera. Tedino? Pensavo restasse Stellone. Futuro, vorrei Inghilterra o Germania. Mondiale, la Francia ha meritato. Fuori le altre big? Gruppo fondamentale”
28.07.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 18130 volte
© foto di Federico De Luca

Quasi dieci anni al Palermo. Tanti, troppi per essere dimenticati in fretta. Michel Morganella ha lasciato i rosanero dopo la scadenza del contratto. E ora è pronto a ripartire. “Ho fatto tre settimane di preparazione con il medico del Palermo, il Dottor Puleo, con cui c’è un grande rapporto di amicizia. Poi lui è dovuto andare in ritiro con il Palermo. Mi sono fatto dare dei programmi specifici, tutti i giorni faccio qualcosa per tenermi in forma”, dice Morganella a TuttoMercatoWeb.

Ha lasciato il Palermo per la scadenza del contratto. Che peccato quell’infortunio...
“Si. Un peccato aver lasciato il Palermo nel modo in cui l’ho fatto io. Mi sarebbe piaciuto andare almeno in panchina all’ultima di campionato. Ma fa parte del calcio. Peccato per la mancata promozione, davvero. In casa contro il Frosinone avevamo vinto, poi fuori casa sono successe un po’ di cose che non c’entrano niente con il calcio”.

C’è stato un momento in cui avrebbe potuto rinnovare?
“Prima dall’infortunio si parlava di rinnovo. Poi la società non mi ha più detto nulla. Evidentemente non hanno voluto rinnovare. Mi sono goduto le ultime settimane a Palermo, la mia seconda casa. Ma fa parte del calcio”.

Il suo momento più bello in rosanero?
“Tanti. Davvero. Dalla promozione con Iachini al gol, passando per i tempi in cui c’erano Cavani, Miccoli, Ilicic. Ci sarebbe da scrivere un libro. Ricordo come se fosse ieri il derby contro il Catania quando abbiamo vinto e ho fatto l’assist a Miccoli. Un altro ricordo bellissimo è la prima volta di mio figlio allo stadio. Momenti indelebili”.

Ha visto passare tanti allenatori...
“Sicuramente un cambio non rende le cose facili. Per ogni allenatore che arriva c’è un nuovo stile di gioco. Però fa parte della vita di un calciatore. Non ho avuto problemi con nessuno. Magari qualcuno mi vedeva e qualcun altro no”.

Che Palermo vede il prossimo anno?
“Da quello che leggo i più anziani andranno via. Penso che il Palermo voglia fare una squadra giovane. Ma ha le qualità per tornare in serie A. Però è fondamentale essere un gruppo”.

Ora si riparte da Tedino...
“Pensavo rimanesse Stellone. Perché è stato poco e abbiamo fatto bene. Sono due allenatori diversi, ma ho grande stima di entrambi. Spero che il Palermo torni in Serie A”.

Un messaggio per i suoi ex tifosi?
“Solo grazie. Perché mi hanno fatto diventare importante. Non tanto da calciatore, ma come uomo. Quelli che mi conoscono sanno come sono fatto. A Palermo ho vissuto momenti importanti”.

Attualmente è svincolato. Dove si vede la prossima stagione?
“Vorrei fare un’esperienza in Inghilterra o in Germania. In Italia sono stato benissimo, ma mi piacerebbe cambiare per vedere un po’ gli altri paesi. L’Italia però mi piace tantissimo. Vedremo...”

Anche per riconquistare la Nazionale...
“Oggi la mia priorità è tornare a giocare. Poi se farò bene ci sarà la possibilità di tornare in Nazionale”?

Ha visto il Mondiale?
“Ho visto alcune partite. Speravo in una finale Belgio-Francia. Il Belgio è un’ottima squadra. Comunque giusto che abbia vinto la Francia. La differenza in una competizione del genere non la fa il singolo, ma il gruppo. E probabilmente le grandi squadre che sono state eliminate non avevano un vero e proprio gruppo”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Stam 19.10 - “Il derby? Vince il Milan, 2-1”. Jaap Stam, ex difensore rossonero e - tra le altre - del Manchester United, non ha dubbi sul derby di Milano in scena domenica. Stam, oggi manager e allenatore, parla in esclusiva a TuttoMercatoWeb dei suoi trascorsi italiani e non solo. Con uno sguardo...

A tu per tu

...con Ercolani 18.10 - Il nuovo che avanza, sognando un posto tra i grandi al Manchester United. Luca Ercolani, difensore classe 99 cresce sotto l’ala protettiva di Jose Mourinho, in attesa di ritagliarsi uno spazio in prima squadra tra i Red Devils, un sogno che può diventare realtà. “Sto bene, per il...

A tu per tu

...con Bonato 17.10 - “Inter e Milan arrivano al derby nelle migliori condizioni, entrambe vengono da buone prestazioni perché hanno trovato le giuste dinamiche di gioco”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds di Sassuolo e Udinese, Nereo Bonato, in vista del derby di Milano. La partita promette spettacolo. “Da...

A tu per tu

...con Paloschi 16.10 - “Fin qui ho cercato di sfruttare al meglio le occasioni che mi ha concesso il mister. Ma mi dispiace che i gol realizzati non abbiano portato ad un risultato positivo, perché ciò che conta è l’obiettivo di squadra”. Così a TuttoMercatoWeb l’attaccante della SPAL, Alberto Paloschi....

A tu per tu

...con Bergodi 15.10 - “Dalla Lazio ci si aspettava di più, anche se la classifica sorride le prestazioni non sono state all’altezza dello scorso campionato”. Cosi a TuttoMercatoWeb Cristiano Bergodi fa le carte al campionato di Serie A. Ci si aspettava di più da Milinkovic Savic. “Forse troppe pressioni....

A tu per tu

...con A.Marotta 14.10 - Cercasi successo. L’Italia all’esame Polonia, a caccia di una vittoria che darebbe linfa al morale e alla classifica. “È una partita da ultima spiaggia per entrambe, ammesso che questo torneo abbia un valore effettivo. Sia l’Italia che la Polonia cercheranno un successo, l’ambiente...

A tu per tu

...con Cosmi 13.10 - “La Nazionale? Vincere, amichevole e competizione dove ci sono punti in palio, da sempre fiducia. Poi la squadra è giovane, quindi un successo sarebbe un’iniezione di fiducia importante. Mi è sembrato che la Nazionale abbia giocato un buon calcio, si può essere fiduciosi”. Così a...

A tu per tu

...con Delneri 12.10 - “Con CR7 la Juventus ha acquisito forza non solo sul campo ma anche mentale. Cristiano Ronaldo è il fattore in più, questa Juve può essere protagonista non solo in campionato ma anche in Champions League”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore bianconero, Luigi Delneri. Intanto...

A tu per tu

...con Sannino 11.10 - “Tutti partono con un progetto, poi bastano due sconfitte e si cambia...”. Così a TuttoMercatoWeb Giuseppe Sannino a proposito dei cambi di allenatore da parte di Chievo Verona e Genoa. Il cambio in casa Chievo, comunque, era prevedibile. La classifica piange... “Un conto è entrare...

A tu per tu

...con Sebastiani 10.10 - “Il primato in classifica? Nessun effetto. Non ci sposta minimamente. Sappiamo che non abbiamo fatto niente. Viviamo alla giornata”. Così a TuttoMercatoWeb il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani. L’obiettivo stagionale? “Vogliamo fare un bel campionato, il meglio possibile....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy